Notizie Basilicata

Brienza: CruscoJazz

Basilicatanews - Mar, 15/08/2017 - 12:48
Il CruscoJazz a Brienza per congiungere l’universo giovanile con la cultura e le tradizioni in tutte le sue sfaccettature, in un territorio spesso lontano dai grandi centri di pensiero.  
Categorie: Notizie Basilicata

Avigliano, mostra internazionale “Alla corte dell’Arte”    

Basilicatanet - Lun, 14/08/2017 - 18:38
Prosegue il tour di In Arte Exhibit che attraverserà le località più rappresentative della Basilicata: prossima tappa il Castello di Lagopesole (Pz) che ospiterà la prima edizione della mostra internazionale d’arte contemporanea dal titolo ‘Alla corte dell’Arte’. La mostra sarà allestita nella Cappella Palatina del castello federiciano dove rimarrà esposta dal 7 settembre al 4 ottobre 2017.

A renderlo noto sono gli organizzatori che in una nota spiegano: “L’esposizione si inserisce in un progetto di eventi artistici itineranti denominato ‘In Arte in Tour’ che vedrà coinvolte location prestigiose quali castelli, abbazie, anfiteatri e musei di Basilicata, Puglia e Campania, allo scopo di promuovere su scala nazionale territori ricchi di attrattive storiche, artistiche ed architettoniche e al contempo di offrire la possibilità ad artisti emergenti sul panorama nazionale ed internazionale delle vetrine prestigiose nelle quali esporre le proprie opere. Obiettivo della rassegna ‘Alla corte dell’Arte’ è diffondere l’arte contemporanea attraverso la contaminazione tra differenti forme ed espressioni artistiche, pertanto il concorso è aperto ad artisti italiani e stranieri che operino nei campi della pittura, scultura, installazione, fotografia, arte digitale, grafica, disegno ed illustrazione.

La scelta dello spazio espositivo – prosegue la nota - è caduta su di un luogo di grande bellezza e suggestione: l’evento rappresenta una importante occasione per esporre le proprie opere in uno degli scenari più suggestivi della Basilicata. Il castello di Lagopesole oltre ad ospitare tre musei permanenti (Archeologico, dell’ Emigrazione, Museo narrante di Federico II) è sede di mostre, seminari, convegni che unitamente alla sua bellezza intrinseca fanno di questo imponente edificio uno dei macro attrattori della regione Basilicata, tanto da far registrare ogni anno migliaia di visitatori italiani e stranieri.

Fatto edificare da Federico II di Svevia tra il 1242 e il 1250, il castello si erge sopra la collina omonima dalla quale domina la sottostante valle di Vitalba. Il luogo – spiega ancora la nota - vanta una lunga continuità insediativa, dal momento che sorge sul sito di precedenti insediamenti militari, tra i quali figurano una statio romana e una roccaforte normanna. Con l’ampliamento voluto da Federico II il castello perde la sua funzione prevalentemente militare e viene destinato a residenza di caccia, grande passione dell’imperatore germanico. La destinazione residenziale è sottolineata dagli elementi decorativi presenti all’interno della struttura: le mensole decorate delle sale di rappresentanza, le bifore e le monofore degli appartamenti privati. La Cappella palatina conserva nella parte absidale tracce di un affresco di epoca medioevale rappresentante delle figure oranti ai piedi di Santi.

Gli artisti interessati a partecipare all’evento – concludono gli organizzatori - possono richiedere il bando e la scheda di partecipazione all’indirizzo di posta elettronica eventi@in-arte.org.  

Le iscrizioni resteranno aperte fino al giorno 31 agosto 2017.
 
Categorie: Notizie Basilicata

Fadiesis Accordion Festival, anteprima a Grassano e Montescaglioso

Basilicatanet - Lun, 14/08/2017 - 17:13
Saranno le note del Duo Ambrosi – Venturini a offrire, in due concerti con ingresso libero, una gustosa anteprima dell’edizione 2017 del Fadiesis Accordion Festival in programma a Matera a ottobre. A Grassano, giovedì 24 agosto, in piazza della Libertà con inizio alle 21. A Montescaglioso, venerdì 25 agosto, all’Abbazia di San Michele Arcangelo con inizio alle 20,30.

Entrambi i concerti sono sono realizzati in collaborazione con Allmeetings Matera e con il sostegno delle Amministrazioni comunali di Grassano e Montescaglioso. E’ quanto fanno sapere gli organizzatori in una nota speigando che: “La rassegna organizzata dall’associazione musicale Fadiesis, giunta alla sesta edizione a Matera e alla settima a Pordenone, per il 2017 si articolerà sul tema Sconfinamenti. Il Festival, come da consolidato appuntamento, si terrà in autunno: dal 13 al 15 ottobre a Matera per poi proseguire, dal 20 ottobre al 5 novembre, a Pordenone e nelle Valli del Natisone, sui Colli Morenici del Friuli, all’Abbazia di Sesto al Reghena e nella città di Trieste.

In Basilicata, il festival sconfinerà sia geograficamente che temporalmente. A fine agosto, a Grassano e Montescaglioso, un'anteprima dedicata ai tanti appassionati dello strumento a mantice vedrà protagonista il Duo Ambrosi – Venturini nel concerto: 'Note dai due mondi'. Alessandro Ambrosi, fisarmonica e Marco Venturini, violoncello, tornano a esibirsi in Basilicata dopo il concerto tenuto lo scorso anno alla Casa Cava a Matera.

Il concerto 'Note dai due mondi' presenta un programma che spazia dall’Europa all’America del Sud. Fisarmonica e violoncello si incontrano per ritrarre diversi ambienti sonori con brani appartenenti a stili e culture musicali differenti, sia per epoche che per luoghi d’origine. Antico e moderno, barocco e contemporaneo, gusto europeo e sudamericano, trovano unione e sintesi in questo panorama sonoro in costante cambiamento, in cui il filo che lega i brani in successione è rappresentato dal costante intreccio timbrico tra fisarmonica e violoncello.

“La sesta edizione lucana del Fadiesis Accordion Festival – sottolinea nella nota Gennaro Loperfido, referente per la Basilicata dell’associazione musicale friulana Fadiesis – si arricchisce della collaborazione di Allmeetings che ci coadiuverà nella parte organizzativa e gestionale del festival in Basilicata. E’ con il loro fattivo supporto che siamo riusciti a organizzare i due concerti anteprima a fine agosto, due momenti che hanno trovato ampia disponibilità e sostegno nelle Amministrazioni comunali di Grassano e Montescaglioso. L’anteprima – prosegue Loperfido – così come la rassegna che si terrà a ottobre sono realizzate grazie al sostegno di sponsor privati. Sono ben dodici, in questo 2017, le aziende del settore della climatizzazione che ci offrono importanti contributi. Per loro abbiamo coniato un claim che descrive le caratteristiche della loro azione a sostegno della cultura: Il clima che fa cultura. Ed è indubbio – conclude - che senza il loro sostegno sarebbe stato difficile offrire al pubblico concerti di questa qualità”.

Categorie: Notizie Basilicata

Camera di Commercio Mt su Premio Heraclea a Umberto Montano

Basilicatanet - Lun, 14/08/2017 - 17:05
“Un uomo, un imprenditore e un amico di vecchia data che è stato capace di preservare i più autentici e distintivi tratti della lucanità, quali onestà e perseveranza, e di coniugarli con quella che il fotografo Oliviero Toscani dal palco del Premio Heraclea ha ben definito come la ‘qualità rara di capire il futuro’, tutto questo è Umberto Montano e sono stato ben felice di consegnargli la targa che testimonia la riconoscenza della sua terra d’origine, di tutti noi”. E’ quanto afferma il presidente della Camera di commercio di Matera, Angelo Tortorelli, che domenica sera a Policoro sul palco della sesta edizione del Premio Heraclea, ha consegnato il riconoscimento a Umberto Montano.

“Imprenditore turistico e della ristorazione, nato a Stigliano e costretto a lasciare la sua terra, non con le valigie di cartone, ma con le buste di plastica, come lui stesso racconta, per Firenze dove sognare era possibile, oggi – prosegue nella nota Tortorenelli - Montano è riconosciuto a livello internazionale quale promotore nel mondo delle tipicità enogastronomiche nazionali e quale inventore ed ideatore di importanti format legati all'arte culinaria. Per i successi raggiunti, per essere interprete dei valori più autentici della lucanità, a Umberto Montano è stato consegnato il Premio Heraclea.

Conosco Umberto da tantissimi anni. L’ho visto partire, lasciare la sua terra. L’ho seguito nei suoi successi e – evidenzia Angelo Tortorelli – ho risposto con gioia all’invito degli organizzatori a partecipare alla serata, per Umberto Montano e per testimoniare la vicinanza della Camera di commercio di Matera a un premio che come sottolinea il Presidente onorario dell’Heraclea il giornalista Rocco Brancati è assegnato ‘all’onestà e all’impegno dei singoli’. In una serata organizzata con professionalità dal direttore artistico Mario Carlo Garrambone, sono state conferite targhe di riconoscenza a personalità che non hanno bisogno di essere premiate per vedersi confermare il loro valore. Un valore che, però, deve essere rimarcato. Premi come l’Heraclea sono valide vetrine e hanno il pregio di consentire ritorni e nuovi incontri con il nostro territorio. La Basilicata non è più quella che Montano ha lasciato negli anni ’80. Con la designazione a Capitale Europea della Cultura per il 2019, Matera e la regione tutta – conclude Tortorelli - possono e devono diventare luoghi dove sognare è possibile. Ritrovare il nostro territorio, ritrovare i nostri uomini e costruire con loro nuovi percorsi anche imprenditoriali e di sviluppo, un premio come l’Heraclea ne offre i presupposti”.

Categorie: Notizie Basilicata

Petrolio, Pedicini (M5S): "Bloccare le estrazioni in Basilicata"

Basilicatanet - Lun, 14/08/2017 - 16:55
“Le estrazioni in Basilicata vanno bloccate. Anche l’Eni ha finalmente ammesso che il Cova di Viggiano è pericoloso”. A sostenerlo è Piernicola Pedicini, eurodeputato del Movimento 5 Stelle che evidenzia: “Abbiamo aspettato parecchi anni, ma è accaduto. Anche l'Eni ha finalmente ammesso che il Cova di Viggiano può provocare danni alla salute e all'ambiente. Non sappiamo se si sia trattato di un errore di comunicazione o di una scelta, ma la notizia diffusa tre giorni fa, in cui l'Eni ha affermato che ‘le operazioni per completare le ultime fasi di avviamento del Cova, saranno condotte assicurando la massima salvaguardia della salute delle persone e il rispetto dell’ambiente circostante’, non lascia nessun dubbio sul grado di pericolosità dell'impianto petrolifero realizzato nel cuore della Val d'Agri. Si tratta di una vera e propria svolta nel modo di informare del cane a sei zampe, dopo che il Cova è stato chiuso ad aprile scorso a causa della rottura di un serbatoio che ha provocato lo sversamento di centinaia di tonnellate di greggio nei terreni e nelle falde acquifere a valle dell'impianto.

Oltre a questa ammissione – continua Pedicini - l'Eni ha anche fatto sapere che ‘potrebbero verificarsi eventi limitati di visibilità della fiaccola e di emissione di fumi e fenomeni odorigeni, che saranno costantemente monitorati e registrati sia dalle centraline del Cova sia da quelle Arpab’. Insomma, dopo anni in cui sia l'Eni che la Regione Basilicata e i governi nazionali, hanno sempre sostenuto che costruire un centro oli in un'area abitata, non c'era nessun pericolo, ora è stato dichiarato ufficialmente che non è così. Tutto questo non può passare inosservato e noi del M5S denunciamo per l'ennesima volta le responsabilità del governatore Pittella e del governo Gentiloni che consentono all'Eni di continuare a devastare la Val d'Agri come se si trattasse di una realtà in mezzo al deserto. La Val d'Agri com'è noto non si trova nel deserto, ma è fatta di cittadini che vi risiedono, di natura ancora incontaminata, di storia, di agricoltura, di falde acquifere, di fiumi e invasi d'acqua da proteggere.

Il governatore Pittella e il ministro dell'Ambiente, si assumano le proprie responsabilità e la smettano di fare tattica e scelte concordate con Eni che – prosegue la nota a firma di Pedicini - mirano solo a prendere in giro i cittadini. Lo capiscono anche i bambini che la chiusura del Cova, avvenuta dopo lo sversamento di greggio solo per qualche mese, non è servita a niente. Il Cova va chiuso per sempre e subito. Diversamente, Pittella e il Pd dicano chiaramente che per loro la Val d'Agri può morire ed è prioritaria l'estrazione del petrolio. Ormai, dopo gli ultimi incidenti e le ammissioni dell'Eni, nessuno può avere più alibi e continuare a sostenere che la pericolosità del Cova e delle trivellazioni sia solo allarmismo provocato dalle denunce del M5S, degli ambientalisti o dei cittadini. La Val d'Agri ha già dato tanto all'Italia e alla Basilicata. Ora, occorre salvarla prima che sia troppo tardi.

La stessa cosa va fatta per l'area del Camastra Alto Sauro dove – evidenzia Pedicini - la Total sta ultimando la realizzazione del centro oli Tempa Rossa. Anche lì, vanno fermati i lavori e annullati i progetti di estrazione prima che un'altra area naturalistica e ricca di acqua venga distrutta. E' urgente bloccare l'arroganza della multinazionale francese che infischiandosene della tutela dell'ambiente lucano, vuole fare affari sulla pelle dei nostri territori.

Inoltre, è giunto anche il momento – conclude l’eurodeputato M5S - di chiedere conto a Bubbico, a De Filippo, a Pittella, al Pd e agli altri partiti di destra e di sinistra che, per interessi economici e di carriere personali, hanno svenduto la Basilicata, firmando gli accordi con Eni e Total senza pensare alla salute dei lucani, al territorio e al futuro di un patrimonio naturalistico, storico, culturale e sociale inestimabili”.

Categorie: Notizie Basilicata

Argojazz, il 17 agosto concerto live di Pepe e Fiamma

Basilicatanet - Lun, 14/08/2017 - 16:41


Giovedì 17 agosto 2017 alle ore 22 al Porto degli Argonauti di Marina di Pisticci, il palco di Argojazz ospiterà il concerto live di Saverio Pepe (voce) e Antonello Fiamma (chitarra). Lo rendono noto gli organizzatori spiegando che: Pepe e Fiamma presentano nella piazzetta del Porto i rispettivi lavori discografici in un’unica performance acustica con ingresso gratuito.

“Canto male il jazz” di Saverio Pepe, nella Top Five delle nuove proposte della musica italiana, album candidato - prosegue la nota - al Premio Tenco, allegato alla rivista Musica Jazz, recensito dalle principali riviste nazionali, incontra “The Round Path” di Antonello Fiamma, album che ha portato il chitarrista materano in giro per tutta l’Italia in una performance acustica in guitar-solo. La formazione musicale di Saverio Pepe nasce in modo classico: rigorosamente dal vivo. Interpretando per lunghi anni, dalla sua Matera in giro per la Basilicata e dintorni, un repertorio che sente vicino e come attaccato alla sua pelle: Paolo Conte, Natalino Otto, Domenico Modugno, Renato Carosone, Fred Buscaglione, ma anche Franco Battiato, De Andrè. Ovviamente - prosegue ancora la nota degli organizzatori - c’è anche molto jazz, come il bepop di Coltrane, il free di Coleman, quello di tradizione come quello avanguardista. Dopo molti anni decide anche di laurearsi in canto jazz al conservatorio di Matera.

Classe 1991, Antonello Fiamma - speiga ancora la nota - inizia lo studio della chitarra a nove anni. Parallelamente ai vari percorsi accademici intrapresi nel corso degli anni, ha sempre sviluppato fin da piccolo un grande interesse per la composizione, con particolare attenzione per il proprio strumento, specializzandosi da subito nella tecnica della chitarra fingerstyle. Vince una borsa di studio per studiare presso il CET di Mogol, dove approfondisce lo studio della composizione. Si diploma in Chitarra classica presso il Conservatorio di Matera, e si laurea in Musica Elettronica presso la stessa sede. Si trasferisce a Milano per studiare al CPM Music Institute, dove si diploma con maestri quali Pete la Pietra, Massimo Colombo e Pietro Nobile. Nel corso degli anni partecipa a molte masterclass tenute da grandi nomi della chitarra, tra cui - concludono gli organizzatori - Tommy Emmanuel, Pino Forastiere, Stefano Barone, Davide Mastrangelo, Peter Brenstein".

Categorie: Notizie Basilicata

Metaponto Beach Festival,al via il 17 agosto con Ex-Otago e Canova

Basilicatanet - Lun, 14/08/2017 - 16:31
Freschi dell'opening ai Radiohead a Monza, gli Ex-Otago saranno protagonisti, insieme ai Canova, della prima serata del Metaponto Beach Festival (MBF), che si svolgerà al castello Torremare di Metaponto dal 17 al 19 agosto. Lo rendono noto gli organizzatori sottolineando che: "Ex-Otago è uno dei nomi più caldi del panorama indie-pop italiano. Canzoni leggere, uniche ed emozionanti, ironiche e malinconiche al contempo, quelle della band genovese, che propone un nuovo romanticismo sorretto da storie semplici, a tratti commoventi, da melodie pop e da un’attitudine quasi punk. Cinque gli album collezionati dal loro esordio, nel 2002: l'ultimo è 'Marassi', dedicato all'omonimo quartiere della loro città. Chitarre, tastiera, harmonium, batteria, percussioni, sax e flauto saliranno con gli Ex-Otago sul palco del MBF 2017, per un concerto travolgente. 

Ad anticiparli, i Canova, band milanese che ha esordito lo scorso anno con 'Avete ragione tutti', definito dalla prestigiosa rivista Rolling Stone come “un disco pop indipendente di quelli con i testi schietti che si ficcano in testa, le melodie coinvolgenti e i ritornelloni da braccia in aria”. Ad aprile 2017, l'album ha raggiunto i 2 milioni di ascolti su Spotify e 1 milione di visite su YouTube, consacrando la giovane band come uno degli esordi più rumorosi e acclamati degli ultimi anni. Il lungo tour italiano dei Canova, partito a gennaio, conta oltre 130 concerti e farà tappa a Metaponto giovedì 17 agosto.

Support band degli Ex-Otago e dei Canova saranno gli Epoché – band di Ferrandina che ha vinto le selezioni regionali per il concorso Arezzo Wave ed è arrivata in finale al CapiTalent 2017 di Radio Capital - e la cantautrice e performer pugliese Alea and Sit Band. Stimolata dalle note, dai ritmi e dalle voci delle regine indiscusse del jazz e del blues (Ella Fitzgerald, Eetta James, Dina Washington, Sarah Vaughan), la giovane artista rievoca nei suoi brani le sonorità retrò, mescolate in alcuni casi alla musicalità della tradizione popolare; i testi si intrecciano perfettamente con l'animo della musica che li accompagna, variando nei temi dall'allegria alla passione.

L'apertura dei cancelli è prevista alle ore 21:30, ma i biglietti saranno acquistabili al botteghino già dal pomeriggio. A partire dalle ore 17:30, inoltre, si terranno dei laboratori gratuiti di circo, per ragazzi e bambini, a cura di Circo Laboratorio Nomade, presso il lungomare di Metaponto.

Il Metaponto Beach Festival, organizzato dalle associazioni Krikka di Bernalda e Multietnica di Potenza, con il sostegno di Comune di Bernalda e Regione Basilicata, proseguirà venerdì 18 agosto con la Meridional Reggae Reunion e sabato 19 agosto con Tesla Alternative Music, serata dedicata al rock che avrà come ospiti d'eccezione Francesco Di Bella e Alfonso “Fofò” Bruno.

Per tutte le informazioni dettagliate e gli aggiornamenti - conclude la nota degli organizzatori - è possibile consultare il sito ufficiale www.metapontobeach.it e la pagina Facebook “Metaponto Beach Festival”, dove è possibile visionare il programma completo e trovare maggiori informazioni sulla possibilità per il pubblico festivaliero di soggiornare a prezzi agevolati presso campeggi convenzionati con il MBF.

Categorie: Notizie Basilicata

Parco Murgia Film, da domani fino al 29 agosto

Basilicatanet - Lun, 14/08/2017 - 16:27
Domani sera, martedì 15 agosto, nuovo appuntamento con il Parco Murgia Film presso Jazzo Gattini, a Murgia Timone - Matera. Lo rendono noto gli organizzatori che in una nota fanno sapere tutti i dettagli del programma.

A partire dalle ore 21:00 sarà servito un piatto di cialledda e un bicchiere di vino e a alle ore 22:00 si proietta sotto le stelle la commedia francese "Lolo- Giù le mani da mia madre".

Il Parco Murgia Film – prosegue la nota - accende tutti i martedì dell'estate con 8 appuntamenti fino al 29 agosto. La rassegna cinematografica propone la visione di film sotto le stelle, selezionati da Cinergia, preceduta dalla degustazione di ottime pietanze e buon vino. Gli ingredienti perfetti per trascorrere piacevoli serate estive in compagnia, sotto il cielo d'estate nella magica cornice dello storico Jazzo Gattini, che per l’occasione torna a colorarsi con tanti cuscini e a trasformare i suoi gradoni in singolari e alternative sedute. Il Parco Murgia Film è promosso dal Centro di Educazione Ambientale di Matera, organizzato con la collaborazione di ScorriBande Culturali e patrocinato dall'Ente Parco della Murgia Materana.

Alle ore 21:00 Inizio degustazione. Alle ore 22:00 Inizio Film - Prezzo: 4 euro solo film, 9 euro film e degustazione.

È sempre aperto il servizio bar. Si consiglia abbigliamento adatto al fresco serale della murgia.

A seguire: il 22 agosto sarà la volta di “Libere disobbedienti e innamorate di Maysaloun Hamoud” (Israele/Francia 2016) 96'. E il 29 agosto di “The Secret Reunion di Hun Jang” (Korea 2010) 116'.

Jazzo Gattini – conclude lanota - è in località Murgia Timone, Zona Belvedere / SS7 direzione Taranto – km 583.

Categorie: Notizie Basilicata

Acerenza, Notte Bianca il 16 agosto

Basilicatanet - Lun, 14/08/2017 - 16:18
Il 16 agosto Acerenza è pronta ad affrontare la sua quarta notte ‘insonne’ grazie alla Pro Loco ‘Città Cattedrale’, responsabile di questa ‘notte senza confini’. Lo rende noto la stessa Pro Loco spiegando che: “Denso è il programma della manifestazione che inizierà alle ore 20:00 con l'apertura degli stand gastronomici e dell'artigianato all'interno del centro storico del quarto borgo più bello d'Italia.

Alle ore 21:00 il gruppo dell'Allegra Parata farà divertire tutti i bambini, mentre alle 22:30 sarà la volta dei Mamma Cannibale & Friends, una carovana di musica, installazioni d'arte e video per soddisfare tutti i gusti.

L'apice della Notte Bianca acheruntina ci sarà con la Silent Disco animata da Dj Tejo e Dj Caos in Largo Gianturco, per ballare tutta la notte in assoluto silenzio, grazie alla cuffie della Tramutola Eventi.

La Pro Loco sta cercando di realizzare e consolidare un evento che possa conquistare tutte le fasce d’età. Acerenza – conclude la Pro Loco nella nota - attende quindi l'arrivo di numerosi turisti e curiosi per una rinnovata notte giovane, viva e piena di iniziative”.

Categorie: Notizie Basilicata

Totaro (Parco Appennino): "Ferragosto nei Parchi, ottima scelta"

Basilicatanet - Lun, 14/08/2017 - 16:05
"Le Aree protette offrono le condizioni migliori per una vacanza sana e rilassante, ma è necessario che chi le visita sappia rispettarle ed apprezzarle, vivendole con il giusto atteggiamento e con la moderazione che esse meritano. La natura e l’ambiente diventano sempre più sensibili ed in questo periodo di caldo eccezionale che ha provocato innumerevoli incendi, con una devastazione non indifferente, è necessario un approccio ancora più rispettoso". È questa la raccomandazione che accompagna il saluto di benvenuto del presidente del Parco nazionale dell'Appennino lucano, Domenico Totaro, a quanti, in occasione del Ferragosto si accingono a visitare i Parchi lucani. 

"Sono tante le persone che - prosegue Totaro nella nota - scelgono le Aree protette della nostra regione per trascorrere le proprie vacanze e di questo sono soddisfatto. Voglio anche sottolineare con gratitudine il grande sforzo che associazioni e comuni compiono per organizzare eventi di varia natura, rendendo sempre più ospitali i nostri borghi. La qualità dell'accoglienza in Basilicata cresce di anno in anno grazie anche alle Guide dei Parchi che, con professionalità e dedizione, accompagnano i visitatori nella conoscenza delle bellezze dei nostri luoghi.

Non è solo la natura ad affascinare i tanti visitatori, ma anche l'arte, la storia, la gastronomia e la cultura che, soprattutto in estate, vengono valorizzate in maniera del tutto eccezionale. Tutto questo però - conclude il presidente del Parco nazionale dell'Appennino lucano - non deve mai essere disgiunto dal rispetto dei luoghi e dalla gratitudine verso i lucani, persone sempre accoglienti e generose con coloro i quali vengono a visitare la nostra terra".

Categorie: Notizie Basilicata

Giordano (Ugl), plauso al Premio Heraclea

Basilicatanet - Lun, 14/08/2017 - 15:45
“Ottima scelta di premiare l’Eccellenze lucane, una squisitezza il Premio Heraclea 2017 giunto alla sua VIIa edizione attraverso il quale riconosce il valore del lavoro, della cultura economica e produttiva, di chi da sempre, nato in Basilicata, ha portato nel mondo alto il nome delle sue origini, della propria lucanietà. Per l’Ugl è giusto premiare le personalità che nello svolgimento della propria attività hanno contribuito significativamente a distinguersi per operato e professionalità in vari settori, anche oltre i confini regionali”.

E' quanto dichiara il segretario provinciale dell’Ugl di Matera, Pino Giordano prendendo parte alla manifestazione svoltasi sul lungomare di Policoro (MT). “L’Ugl - prosegue il sindacalista nella nota - plaude alla scelta ponderata e giusta fatta dagli organizzatori, il presidente della commissione garante del Premio Heraclea e presidente dell’associazione Lucana Storica-Novitalia, Francesco Calderaro, l’ideatore del Premio Heraclea, lo scenografo Mario Garrambone e il presidente della giuria del Premio Heraclea, il giornalista Rocco Brancati nell’individuare i 6 conterranei illustri: Mario Cospito (diplomatico), Nicola Lerra (compositore musicale), Umberto Montano (imprenditore della ristorazione), Michele Salfi Russo (regista e attore), Gianluca Timpone (consulente tributario) e Aldo Uva (top manager ed economista).

Ovunque nel mondo - contiuna Giordano - ci sono lavoratori, tante eccellenze, in tutti i settori della vita pubblica e privata. Ed è bello rivederli anche nell’edizione 2017, a pochi passi dal mare nella suggestiva cornice di piazza Enotria, che non ha tradito le attese ottimamente stata condotta dal professionista della Rai, Savino Zaba. Non possiamo nascondere la viva commozione dell’Ugl – aggiunge - per i due riconoscimenti alla memoria: lo straordinario cantautore di Maratea, Pino Mango, scomparso durante un live proprio a Policoro, e il giornalista nonché studioso di teatro locale, Gerardo Guerrieri. Tutto perfetto, da sei anni la città di Policoro, nel materano, ospita il Premio Heraclea, salito alla ribalta in qualità di vetrina estiva ideale per raccontare le storie di chi ha coltivato un sogno e lo ha realizzato, il più delle volte lontano dalla terra d’origine, dove ne ha conservato gelosamente il basso profilo ed i valori. Da rilevare che, ancora una volta, Policoro è una cartolina che si riflette perfettamente sul mar Ionio, dove ancora il Premio Heraclea sarà direttamente coinvolto nella finalissima regionale Basilicata di Miss Italia in collaborazione con il Gruppo Eventi, mantenendo la qualità dell’evento ai suoi massimi livelli. Un appuntamento che di anno in anno si rinnova con grande partecipazione di pubblico che dimostra sempre di aver gradito questa importante e unica iniziativa nel panorama dell’Estate lucana che lascia senza dubbio – evidenzia Giordano – in tanti con l’amaro in bocca per non aver avuto l’antica città della Magna Grecia la possibilità di poter ospitare il Capodanno Rai 2018. Sicuramente come il Premio Heraclea, sarebbe stata una cartolina italiana nel mondo 2018: i politici e in tanti convenuti alla Kermesse sul lungomare hanno toccato con le proprie mani che quello che colpisce di Policoro è il profumo di frutta e fiori che in tutti i 12 mesi dell’anno riempie l’aria e dove l’imprenditoria è organizzata, ha fatto rete di impresa ed allora, per l’Ugl vanno date risposte certe facendo subito ed improcrastinabile una seria programmazione di poche cose ma realizzabili, basta con la fanta-politica.

Al neo sindaco di Policoro, Enrico Mascia, l’Ugl non smetterà mai di invitarlo ad essere sensibile alla nostra idea andando a colpire in pieno, mettendo in rete i sindaci ionici/metapontini, ciò che il territorio vorrebbe in una visione strategica che parta da Matera Capitale suropea della Cultura e che irradia tutto il territorio e soprattutto il Metapontino, oggi rappresentativo di un’area matura nel settore turistico e culturale. La governance lucana ascolti, non dorma. In poche parole – conclude il segretatrio provinciale Ugl Matera  – il territorio di Policoro è pronto a livello imprenditoriale e strutturale, avendo tutte le carte giuste per qualsiasi tipo d’opportunità perché anche ciò è lavoro, sviluppo, occupazione”.
Categorie: Notizie Basilicata

Abriola, 16 agosto festa di San Rocco e anche di San Valentino

Basilicatanet - Lun, 14/08/2017 - 15:42
“Nel giorno dedicato alla festa di San Rocco ad Abriola sarà festa in onore di San Valentino. L’evento verrà riproposto dal Comune di Abriola, dalla Pro Loco e dall’Apt di Basilicata mercoledì 16 agosto a partire dalla mattinata”. Lo rendono noto gli organizzatori spiegando che: “La festa di San Valentino, viene celebrata nel centro lucano il 14 febbraio e in virtù della presenza di tanti turisti e abriolani residenti al nord Italia viene riproposta anche d’estate con il dichiarato intento di condividere un momento di partecipazione e fede.

Alle ore 11 sarà celebrata la Santa Messa officiata dal parroco di San Valentino, don Giuseppe Pronesti. Nel pomeriggio, dopo un primo ma intenso momento di devozione i cittadini di Abriola, saranno impegnati con la venerazione del Santo legata alla tradizione della leggenda del grano, tanto sentita nel centro lucano.

In un periodo di grande carestia per il paese - si legge nella nota - il Santo avvertito da un Angelo, ‘Valentino il Romano’ organizzò un convoglio di carri di grano provenienti dalla Puglia. I mercanti pagati in anticipo con un prezioso anello d’oro, portarono la merce nel paese lucano, ma invano chiesero di Valentino. Infatti nessuno lo conosceva. Sorpresi e delusi presero la via del ritorno, ma entrando in una chiesa del posto riconobbero, su un altare la statua del misterioso signore che li aveva contattati. Tutto ciò avvalora la tesi secondo cui il San Valentino, venerato ad Abriola, sia effettivamente il primo che la Chiesa abbia riconosciuto e il fatto che la festa del San Valentino, presbitero di Roma, fosse già celebrata all’epoca di San Gregorio Magno, quindi contemporaneamente o addirittura in epoca antecedente alla vita del Vescovo di Terni, così come si evince nei capitularia dei secoli VII e nel Sacramento Gregoriano. Il titolo di patrono degli innamorati che il fervore popolare attribuisce, dunque, proprio al San Valentino, di Abriola, risale invece – conclude la nota - al Medioevo, quando si affidò ai Santi la protezione delle necessità degli uomini”.

Categorie: Notizie Basilicata

Confcommercio Pz sostiene il CruscoJazz Brienza 2017

Basilicatanet - Lun, 14/08/2017 - 11:29
Il CruscoJazz Brienza 2017 (17-19 agosto, borgo medioevale di Brienza) può contare quest’anno sulla collaborazione di Confcommercio Imprese Italia Potenza che riconosce l’originalità dell’evento così come organizzato dall’associazione Culturale di Brienza, presieduta da Pierfrancesco Ferrara, con numerose adesioni istituzionali, in grado di coniugare musica, cultura, prodotti alimentari locali e valorizzazione turistica. Il fitto programma della manifestazione – sottolinea una nota di Confcommercio a firma del Presidente Fausto De Mare – testimonia la ricca proposta che spazia a 360 gradi. Conoscere le nostre tradizioni, riscoprire la bellezza del nostro territorio e farlo rivivere grazie a suggestioni artistiche e culturali che possano valorizzarlo: è questo l'obiettivo dell' associazione culturale “CruscoJazz”. Scopo è quello di congiungere l’universo giovanile con la cultura e le tradizioni in tutte le sue sfaccettature, in un territorio spesso lontano dai grandi centri di pensiero. Nell’agosto del 2015, la prima edizione dell’evento musicale-culturale ha avuto la durata di due giorni, ripopolando il borgo medievale ed il castello Caracciolo. Grazie al successo riscosso nella prima edizione, nel mese agosto del 2016 il “CruscoJazz Brienza” con la durata di ben quattro giornate è giunto alla seconda edizione, affermandosi tra i migliori festival del programma estivo Burgentino. Ma la creazione dell’evento è stata anche possibile grazie all’importantissima collaborazione con Lunaria, che occupandosi di volontariato internazionale facendo parte del progetto Erasmus+ della Commissione Europea, ha reso possibile l’arrivo di dieci ragazzi da diverse parti del mondo ospitati dalla stessa associazione, incentivando l’integrazione, la multiculturalità, la condivisione e il lavoro di squadra a più livelli. Nel programma ci sono incontri con scrittori, ovviamente concerti, mostre fotografiche e buona cucina che ha come principale ingrediente (ma non solo) il crusco. Un evento di grande originalità e creatività giovanile.
Categorie: Notizie Basilicata

Ponte fiumara Avigliano - Ruoti, interviene Gentilesca

Basilicatanet - Lun, 14/08/2017 - 11:19
Il consigliere comunale di Ruoti 2017 Franco Gentilesca, in una nota denuncia la situazione “di assoluto pericolo che interessa il ponte fiumara di Avigliano-Ruoti lungo la ex s.s.7.
"Il ponte in questione è stato costruito alla fine degli anni ‘20  - è scritto nella nota del capogruppo di Ruoti 2017 - su disposizione di Mussolini lungo la strada ex SS.7-via Appia istituita nel '28 su una strada preesistente che collega Roma a Brindisi ed entra in Basilicata nel Comune di Pescopagano proseguendo con un tracciato tortuoso verso Castelgrande, Muro Lucano e Ruoti fino a Potenza. È un tratto di competenza provinciale - ricorda Gentilesca - ma risulta abbastanza malmesso. La struttura è danneggiata in diversi punti e non da ora il consigliere Faraone della lista Ruoti 2017 ha sollevato più volte le questioni di sicurezza e staticità. Diversi veicoli nei giorni scorsi sono addirittura rimasti danneggiati dalla situazione di pericolo creatasi per i passanti con calcinacci che continuano a cadere e ferri scoperti. La problematica maggiore comunque è quella che non si vede e cioè la parte inferiore del ponte che si presenta a i minimi termini, e che si evince chiaramente dall’abbassamento del manto stradale alle due estremità. Insomma tanti cittadini sono allarmati nel dover oltrepassare obbligatoriamente il ponte che nella lunga storia ha vissuto numerose vicende tra cui il passaggio dei giri d'Italia e la seconda guerra mondiale”. Gentilesca chiede interventi alle autorità preposte perché a distanza di tanti anni e di  scarsa manutenzione mette a rischio la sicurezza per chi lo attraversa.


Categorie: Notizie Basilicata

Po Fesr, al via secondo lotto reupero Grancia del Ventrile

Basilicatanet - Lun, 14/08/2017 - 10:59
Piano di Azione Coesione Basilicata del PO FESR 2007-2013, al via il secondo lotto per il recupero e valorizzazione della Grancia del Ventrile

Conservare e valorizzare un patrimonio storico monumentale come la Grancia del Sagittario e del Ventrile per creare un sistema di accoglienza integrato da utilizzare anche per manifestazioni, eventi culturali e creazione di spazi espositivi, fungendo da “ attrattore” per l’area interna del Mercure Alto Sinni Val Sarmento. Con queste finalità la Giunta regionale ha approvato il secondo lotto dell’operazione di "Recupero, Restauro e valorizzazione delle emergenze storico - monumentali del Sagittario e del Ventrile” a valere sulle risorse del Piano di azione Coesione (Pac) Basilicata rinvenienti dal Po Fesr 2007/2013.
L’abbazia di S. Maria del Sagittario con la Grancia del Ventrile costituiscono una importante fondazione cistercense della Basilicata e del meridione d’Italia. L'abbazia di S. Maria del Sagittario fu fondata intorno al 1060 dai benedettini che però l’abbandonarono alla fine del XII secolo e nel 1202 vi subentrarono i cistercensi di Casamari. La storia del monastero del Sagittario si conclude con la soppressione della comunità, agli inizi dell’ottocento, e la successiva demolizione, proceduta dalla dispersione del patrimonio artistico, librario ed archivistico. Il monastero del Sagittario aveva in proprietà diversi mulini, uno era ubicato in località Ventrile, nei pressi della peschiera, il cui meccanismo a ruote orizzontali veniva attivato dall’acqua del Frida; l’altro, sorgeva sul confine orientale del tenimento della Grancia del Ventrile (di cui attualmente si conservano alcuni ruderi): anch’esso funzionava con le ruote orizzontali attivate dall’acqua del Sinni. La Grancia del Ventrile, localizzata alla confluenza del torrente Frida con il fiume Sinni, nel punto in cui la Statale Sinnica incontra la Sp 4 del Pollino, sulla linea di confine tra i Comuni di Chiaromonte e Francavilla in Sinni, con le sue due torri e una chiesa rappresentava il centro di smistamento dei prodotti agricoli e pastorali dell’abbazia principale del Sagittario, con presenza di magazzini, stalle, cantine ed abitazioni dei monaci e del granciere. A differenza dell'abbazia di S. Maria Sagittario del quale esiste la sola torre, la Grancia del Ventrile presenta delle strutture murarie recuperabili e dei volumi ricostruibili. Pertanto, l’intervento di recupero di tale struttura di proprietà di sei Comuni Lucani (Chiaromonte, Francavilla in Sinni, San Severino Lucano, Viggianello, Teana e Fardella), per la propria posizione, rappresenta idealmente una delle “porte” naturali del Parco nazionale del Pollino, accrescendo la “valenza turistica” dell’area interna del Mercure Alto Sinni Val Sarmento
L’operazione si compone di due lotti: il I lotto, per un importo di 2,7 mln di euro, i cui lavori seguiti dalla ex Comunità Montana “Alto Sinni” sono in via di conclusione, ha interessato il recupero e l’utilizzazione di parte dei volumi della Grancia del Ventrile intervenendo, a tale proposito, sul recupero delle strutture murarie, degradate a seguito dell’azione subita nel corso dei secoli dagli agenti atmosferici; il II lotto, per un importo di 2,3 mln di euro ha la finalità di rafforzare ed ottimizzare l’azione di recupero e valorizzazione e prevede la messa in sicurezza e il recupero delle restanti parti dirute del Monumento; la riqualificazione dell’intera area demaniale, limitrofa al monumento; il completamento dell’anfiteatro naturale all’aperto; la realizzazione dei giardini didattici; la realizzazione di un sottopasso alla strada provinciale n. 4 del Pollino per un migliore accesso all’area e la fruibilità della Grancia recuperata.
I lavori del II lotto saranno gestiti da uno dei sei Comuni proprietari della struttura, da individuare in vista della sottoscrizione dell’Accordo di Programma che il Presidente della Giunta ed i sei comuni proprietari si accingono a sottoscrivere.
Le modalità di gestione ed utilizzo del Ventrile saranno dettagliate in un “Piano di Gestione” che i Comuni si impegnano a sottoporre alla Regione Basilicata insieme al progetto cantierabile (definitivo o esecutivo) del secondo lotto.

Categorie: Notizie Basilicata

Po Fesr 2014/2020, Iti Potenza: approvato documento strategico

Basilicatanet - Lun, 14/08/2017 - 10:54
Per lo sviluppo della città stanziati 45 milioni di euro per l’attuazione dell’Investimento territoriale integrato nei settori dell’energia, dei rifiuti, della mobilità urbana e dell’inclusione sociale
Approvato dalla Giunta regionale il documento strategico della città di Potenza finanziato per l'attuazione dell'Investimento Territoriale Integrato (ITI) Sviluppo Urbano previsto dal Programma Operativo Fesr Basilicata 2014-2020. Con deliberazione di Giunta regionale sono state ammesse a finanziamento le operazioni selezionate con procedura negoziale tra la Regione Basilicata e la città di Potenza per un importo pari a circa 45 milioni di euro.
L’approvazione del documento strategico rappresenta una tappa importante nel processo di attivazione dell’ITI. Il processo, iniziato nel mese di ottobre 2016, si concluderà , al rientro dalla pausa estiva, con la sottoscrizione dell’Accordo di Programma tra il sindaco De Luca e il Presidente Pittella, il cui schema – approvato dalla Giunta - è stato concordato con l’Amministrazione comunale
Gli ambiti di intervento delineati riguardano: l’uso intelligente dell’energia (come azioni di efficientamento energetico degli immobili comunali, del teatro Stabile e di alcune strutture sportive); la mobilità urbana (interventi complementari per il miglioramento del sistema di trasporto); mentre nel settore dei rifiuti si potenzierà la raccolta differenziata, qualificando gli impianti di trattamento della frazione organica e di separazione. Inoltre, sono previsti interventi per l’inclusione sociale e per la diffusione della società della conoscenza nel mondo della scuola. Le opportunità di finanziamento per le imprese riguardano, oltre alla possibilità offerta dal pacchetto CreOpportunità  per le imprese costituende o le start up con sede nella città, anche il sostegno all'avvio e rafforzamento di attività imprenditoriali condotte da cooperative sociali e dal terzo settore e il supporto per l’acquisizione di servizi specialistici ed innovativi a  supporto delle PMI ubicate a Potenza.



Categorie: Notizie Basilicata

A Lauria tutto pronto per il Bluefest di Legambiente

Basilicatanet - Lun, 14/08/2017 - 10:23
Al via a  Lauria giovedì 17 agosto, il Bluefest organizzato da Legambiente Lauria. Appuntamento alle 19 in villa comunale di Lauria Superiore, con intrattenimento musicale  con gli “One second More”, a seguire una mostra di pittura a cura di Lauria Art e poi un laboratorio di street art. Alle 20 è prevista la tavola rotonda su Legalità e bene comune alla presenza di Antonio Pergolizzi dell’Osservatorio Ambiente e Legalità, Barbara Strappato. Vqa Polizia di Stato e Don Marcello Cozzi di Libera.
Dopo le esperienze enogastronomiche a partire dalle 22 altri momenti di approfondimento, dedicati all'imprenditorialità giovanile nei settori più innovativi. L'evento si chiuderà con il concerto dei Magic Men.

Categorie: Notizie Basilicata

Dal 17/9 il Megale Hellas Experience a Metaponto e Policoro

Basilicatanet - Lun, 14/08/2017 - 10:00
Un filo sottile, lungo il crinale dei secoli, unisce le terre della Magna Grecia lucana Metaponto e Policoro. Ed è ripercorrendo questa gloriosa e millenaria storia che nasce   "Megale Hellas Experience - il Sogno degli Dei”. Lo spettacolo teatrale itinerante all’interno dei parchi archeologici, ideato e diretto da Giuseppe Ranoia su drammaturgia di Emanuele Asprella e dello stesso Ranoia,  per il terzo anno di seguito, è pronto a far rivivere  i fasti della Magna Grecia. Grazie all’Ensemble teatro instabile, 17-28 agosto e  2 settembre nel Parco archeologico dell’Area Urbana di Metaponto e  19-24 e 31 agosto nel Parco archeologico di Policoro  (dietro il Museo Nazionale della Siritide), a partire dalle 21, prende vita una vera e propria immersione nella storia attraverso il teatro.
Dal buio del passato, come per incanto,  riemerge  una schiera di dei che, attorniati da Corifei, guerrieri, Opliti, giocolieri col fuoco e danzatori,  raccontano la nostra identità- quella che affonda le sue radici nella Grecia Antica-, in una chiave tutta nuova e originale. Un lavoro intenso, di ricerca e qualità, che nasce con l’obiettivo di valorizzare lo splendido territorio lucano.
Il progetto, che ha il patrocinio del MiBact, nasce con l’intento di legare le aree archeologiche di Policoro e Bernalda e  per consolidare l’idea di Metapontino come fulcro di un’identità culturale.
Il Sogno degli dei è un sogno che mette insieme le amministrazioni comunali di Policoro e Bernalda  per fare di Megale Hellas Experience un’opportunità di promozione e valorizzazione turistica e culturale dello straordinario patrimonio storico-archeologico dell’area.  Il percorso termina con la massima espressione che la cultura ci ha regalato: il teatro, che ha riportato agli antichi splendori la Megale Hellas (la Magna Grecia).
“Il sistema teatrale – spiega il regista Giuseppe Ranoia-  fornisce il mezzo ideale per formalizzare una ritualità laica che condensa racconto, emozioni, riflessioni ed estende l'orizzonte storico degli eventi con la proiezione del passato sul presente e sul futuro. Nell'epoca degli hashtag e delle condensazioni linguistiche, spesso si abusa di alcuni termini utili più a giustificare opportunità di mercato legate a strategie politiche che effettive azioni che possano rendere migliore il benessere (e non solo economico) di uomini tra uomini. Relativamente a ciò si sottolinea, la rete, l'efficacia di una collaborazione territoriale tra alcuni comuni, accomunati da un passato ricco di storie e testimonianze, quale quello di Policoro e Metaponto. L'ulteriore "rete" è tra realtà operative in ambito culturale e teatrale nello specifico, coerentemente anche alla vocazione etica a cui l'Ensemble Teatro Instabile si poggia come fondamento. Alla produzione, per cui, partecipano gruppi e persone del metapontino in qualità di attori,  scenografi, costumisti e  maestranze provenienti da un ampio territorio: Policoro, Bernalda, Nova Siri, Montalbano, Pisticci, Ferrandina, Scanzano, Potenza, Taranto. Tutto è incentrato sul “noùs” dell'uomo: il racconto. Senza racconto – conclude Ranoia- non ci sarebbe storia e senza storia non ci sarebbe umanità.  L'eredità che ci giunge da quegli uomini deve essere raccolta e rivivificata, anche se, l'eredità di quegli uomini e di quelle donne rivive in noi, nei nostri gesti quotidiani, nelle nostre azioni”.
“Il Sogno degli Dei”, insomma,  è un vero e proprio ritorno alle origini, un sogno teatrale itinerante all’interno di un parco archeologico che fa rivivere l’esperienza delle origini del popolo lucano e il racconto di un’identità. 
Categorie: Notizie Basilicata

Polese su incontro con sindaci lagonegrese a Rivello a Festa Unità

Basilicatanet - Sab, 12/08/2017 - 18:16
“È di fondamentale importanza per la nostra Regione che le politiche pubbliche possano essere elaborate partendo dalle istanze e dalle eccellenze delle realtà territoriali”.
È quanto afferma il Consigliere Regionale Mario Polese a margine del dialogo con i sindaci dell’area del Lagonegrese sul tema “Politiche e Territorio, Politiche del Territorio, nell’ambito della festa dell’Unità organizzata dai Giovani Democratici di Rivello, in corso oggi.
“Un importante lavoro per la messa a sistema delle realtà territoriali e la garanzia di basi concrete per percorsi di sviluppo che partano dal basso, hanno caratterizzato l’azione amministrativa degli ultimi anni” sottolinea il consigliere Polese, “su questa scia, ho recentemente promosso un Tour denominato Basilicata Meravigliosa, che sta interessando realtà imprenditoriali, associative, turistiche: le eccellenze dei territori della nostra Regione sulle quali puntare per giocare un ruolo sempre più importante nello sviluppo del Mezzogiorno".
Importante focus tematico della discussione su “Sud Giovani e Territorio”, come sottolinea la segretaria dei GD di Rivello Rosalinda Ferrari: “l’esigenza di unità all’interno del nostro partito e la crescita della nostra regione impongono una linea comune, fatta di dialogo e condivisione. Ripartire dai territori, coinvolgendo i sindaci e le comunità, creando una rete con le sezioni della Basilicata, significa innescare un circuito virtuoso capace di creare benefici soprattutto per i giovani”.
“Le azioni messe in campo per i giovani lucani dalla Regione Basilicata sono state concrete e importanti negli ultimi anni” ha concluso il consigliere Polese, “penso al Pacchetto Creoppotunità , al Bando Nuovi Fermenti, agli Avvisi Pubblici per i Master Universitari, e tante altre azioni che meritano ancora attenzione e impegno. La nuova programmazione Europea può fornire ancora importanti occasioni per una progettualità dal basso, che tenga vivi i nostri territori. Possiamo costruire una Basilicata migliore se con passione e dedizione puntiamo su una nuova coesione, che tenga conto delle reali vocazioni territoriali e non delle tradizionali connotazioni geografiche di corrente: è innegabile che occorre rilanciare un nuovo dinamismo politico che avvicini territori e istituzioni”.
Nella giornata di domani il consigliere Polese continuerà il suo tour partecipando, al Palazzetto dello  Sport di Roccanova, al 5°Memorial in ricordo di Angelo Bellizio e Paolo Di Sario, giovani prematuramente scomparsi ricordati dagli amici nell’iniziativa organizzata in collaborazione con l’Avis comunale. 




Categorie: Notizie Basilicata

Montescaglioso, ass. "Mondi lucani" su iniziativa emigrazione

Basilicatanet - Sab, 12/08/2017 - 18:10
L'associazione culturale “Mondi Lucani” di  Montescaglioso esprime in una nota "viva soddisfazione per la riuscita dell'iniziativa dedicata all'emigrazione, che si è tenuta nella serata dell'11 agosto nel chiostro dell'Abbazia benedettina di San Michele Arcangelo.  La presenza di un pubblico numeroso e la partecipazione di alcuni Rappresentanti delle Istituzioni regionali e locali, ci consegnano la consapevolezza e la responsabilità di continuare in un percorso teso non solo a preservare la memoria del nostro popolo lucano, ma anche a trasformare in “protagonisti assoluti” i tanti volti anonimi della nostra emigrazione ha affermato la presidente Maria Raffaella Magistro.
L'iniziativa è stata resa possibile grazie all'amministrazione comunale, al sindaco Vincenzo Zito e all'assessore alla Cultura Maria Scaramuzzo sempre più convinti che i nostri emigrati sono un propulsore importante per mantenere e diffondere la nostra cultura e le nostre tradizioni all’estero, nonché per favorire l’economia. 
I contenuti e le immagini  di Suditaliavideo – Produzione audiovisivi -  hanno permesso al pubblico di vivere un viaggio nelle storie di emigrazione raccontate, offrendo non pochi spunti di riflessione. La musica del prof. Paolo Motola e la voce del mezzosoprano Lucia Motola, raffinati interpreti, hanno reso gradevole e indimenticabile la serata. Un ringraziamento particolare al presidente del Consiglio Regionale Francesco Mollica, al Presidente della Commissione Lucani nel Mondo Aurelio Pace, all'assessore regionale Nicola Benedetto, al coordinatore del museo di Castel Lagopesole Luigi Scaglione, al funzionario Rocco Romaniello, all'assessore del comune di Matera Paola D'Antonio, al sindaco di Grassano Filippo Luberto e al suo presidente del consiglio comunale Giuseppe Rielli, al sindaco di Salandra Gianfranco Tubito e al segretario di corrispondenza della San Rocco Society di Paterson Raffaele Venezia per aver testimoniato con la loro presenza la validità dell'iniziativa".



Categorie: Notizie Basilicata

Pagine

Please configure this section in the admin page