Notizie Basilicata

Matera 2019, l'impatto dei grandi eventi sui territori

Basilicatanet - Mar, 17/09/2019 - 16:57
Domani, mercoledì 18 settembre, alle ore 10:00 in Fiera del Levante, a Bari, nella sala 1 del Padiglione n.152 della Regione Puglia, un importante evento sul tema della sostenibilità e dell’impatto socioeconomico dei grandi eventi sui territori.‬ “Da Expo 2015 a Matera 2019, guardando le Olimpiadi invernali Milano-Cortina ed i Giochi del Mediterraneo Taranto 2026”. Si tratta - si legge in un comunicato diffuso dall’ufficio stampa della Fondazione Matera-Basilicata 2019 - di una occasione preziosa per raccogliere testimonianze e lavorare nella prospettiva di una sinergia comune fra i territori in chiave di programmazione e di sviluppo, puntando ad una forte eredità nel tempo con il coinvolgimento di cittadini, imprese e un solido partenariato pubblico-provato. ‬‬ Dopo i saluti istituzionali del presidente della Regione, Emiliano, del Presidente Nuova Fiera del Levante, Ambrosi, del sindaco di Matera, De Ruggieri e del presidente della Fondazione Matera Basilicata 2019, Adduce, i lavori proseguiranno con due panel complementari ed integrati.‬‬ “Matera 2019: il paradigma e la sfida di co-creazione con i cittadini già vinta nell’anno da Capitale Europea della Cultura” e “La sfida dell’anno 2026: un ponte fra Nord e Sud del Paese con Olimpiadi invernali Milano-Cortina e i Giochi del Mediterraneo di Taranto”.‬‬ A seguire, la tavola rotonda “La Sostenibilità ambientale e l’impatto socio-economico sui territori dei Grandi Eventi. Sinergie istituzionali per uno sviluppo coordinato”, con il confronto fra sindaci e delegati delle città di Matera, Cortina d’Ampezzo, Taranto e Bari. ‬‬

 
Categorie: Notizie Basilicata

Masterplan Arpab, Rosa: “Al via i concorsi in tempi certi”

Basilicatanet - Mar, 17/09/2019 - 16:41
“Abbiamo compiuto un importante passo in avanti con la definizione, oggi, del piano di fabbisogno del personale necessario al potenziamento dell’Arpab: lunedì ci riuniremo nuovamente per definire il cronoprogramma di tutte le attività propedeutiche agli avvisi pubblici per le assunzioni a tempo determinato”. Lo ha detto oggi, l’assessore regionale all’Ambiente, Gianni Rosa, al termine del tavolo con i rappresentanti di Regione, aziendali e delle organizzazioni di categoria, per la definizione del Masterplan Arpab. Il programma prevede la selezione all’agenzia per la protezione Ambientale di 82 persone, suddivise fra 6 posizioni dirigenziali e diversi profili professionali, che saranno individuati fra periti chimici, industriali e tecnici di laboratorio (17 unità), un assistente amministrativo e laureati in discipline economiche e giuridiche (5), Ingegneria (17), Chimica (15), Fisica (2), Geologia (6), Biologia (8), Informatica (1), Scienze ambientali, forestali, naturali (4). “La nostra ferma volontà - ha proseguito l’assessore - è quella di procedere ad assunzioni attraverso avvisi pubblici e procedure trasparenti: la riunione è stata aggiornata a lunedì prossimo, per mettere nero su bianco le procedure amministrative necessarie all’espletamento dei concorsi. Nell’ottica della massima chiarezza lavoreremo affinché le parti - ha concluso Rosa - abbiano contezza sui tempi e sulle modalità per la selezione del personale”.
 
Categorie: Notizie Basilicata

Regione, riunita in mattinata la giunta

Basilicatanet - Mar, 17/09/2019 - 15:52
La giunta regionale della Basilicata si è riunita nella tarda mattinata di oggi per discutere alcuni punti all'ordine del giorno. Tra questi, ha ottenuto il via libera lo scorrimento delle graduatorie di concorsi pubblici ancora valide per l’inserimento nell’organico regionale di diversi profili professionali.

  
Categorie: Notizie Basilicata

Il presidente Bardi ha ricevuto l’ambasciatore del Giappone

Basilicatanet - Mar, 17/09/2019 - 13:03
Il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, questa mattina ha ricevuto a Potenza la visita istituzionale dell’ambasciatore del Giappone in Italia, Keiichi Katakami. Un incontro cordiale e ricco di spunti di analisi, nel corso del quale, oltre al contesto socioeconomico lucano, Bardi ha illustrato al diplomatico le principali meraviglie paesaggistiche ed enogastronomiche della regione. Ampio spazio è stato dedicato alla grande forza attrattiva della capitale europea della cultura in termini di flussi turistici e opportunità di investimento.
Al termine del colloquio, l’ambasciatore Keiichi Katakami ha lasciato il suo messaggio nel libro d’onore della Regione Basilicata.
  
Categorie: Notizie Basilicata

Attività Regione in favore popolazione Pomarico colpita da frana

Basilicatanet - Lun, 16/09/2019 - 18:55
Proseguono le attività della Regione Basilicata in favore della popolazione di Pomarico colpita dalla frana che lo scorso gennaio ha provocato il crollo di numerose abitazioni, sia attraverso l’attività del Commissario straordinario per l’emergenza, nella persona del dirigente dell’Ufficio Protezione Civile, sia attraverso ulteriori attività del Dipartimento Infrastrutture e Mobilità.
Il presidente Bardi, al quale è attestata la delega specifica della Protezione Civile, ha attenzionato sin dal primo momento l’evento straordinario che ha colpito il piccolo comune.
Oltre alle attività di assistenza alla popolazione, svolta anche attraverso l’erogazione del contributo per l’autonoma sistemazione, la Regione si è fatta promotrice della sospensione del pagamento delle utenze dei fabbricati sgomberati.
La Regione ha inoltre finanziato una campagna di indagini geologiche e di studi geofisici necessari a definire le opere necessarie a ridurre il rischio residuo e a ripristinare la viabilità interrotta dalla frana, e prosegue nel monitoraggio strumentale del corpo di frana, al fine di consentire eventuali azioni a tutela della pubblica e privata incolumità nelle more della esecuzione degli interventi.
Per definire il fabbisogno finanziario necessario a garantire un nuovo alloggio alle famiglie sgomberate si sta definendo, d’intesa con il Comune di Pomarico, un piano specifico d’intervento che prevederà la realizzazione di nuove abitazioni o il recupero e adeguamento strutturale e funzionale di abitazioni esistenti da acquistare.

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: IL CALCIO LUCANO CON RISULTATI E CLASSIFICHE

Basilicatanews - Lun, 16/09/2019 - 16:27

LUCANIA TV di lunedì 16 settembre 2019 RISULTATI GARE SERIE C – GIRONE C,  BISCEGLIE – POTENZA 0-3,  PICERNO – AVELLINO 2-3 , RISULTATI GARE SERIE D – GIRONE H, ALTRI SERVIZI SERIE D – GIRONE H,  ECCELLENZA LUCANA, PROMOZIONE LUCANA.   

Leggi tutto...

Categorie: Notizie Basilicata

Matera 2019, presentazione opere Urban Art stazione Ferrandina

Basilicatanet - Lun, 16/09/2019 - 16:16
Mercoledì 18 settembre alle 18:30 presso la stazione ferroviaria di Ferrandina Scalo, verranno presentati gli interventi di Urban Art realizzati dagli artisti selezionati dalla Fondazione Matera Basilicata 2019 con la curatela della Momart Gallery di Monica Palumbo, realtà culturale materana che da anni si sta impegnando sul territorio per la realizzazione di interventi di Street art. È quanto scritto in una nota diffusa dall’ufficio stampa della Fondazione Matera-Basilicata 2019. Il tema degli interventi, realizzati nello scalo ferroviario che costituisce la porta di accesso a Matera sull’asse Roma/Napoli/Potenza, è la promozione del senso di identità e appartenenza al luogo, oltre che un messaggio di apertura, accoglienza e di inclusione sociale per tutti senza limite di età, sesso e provenienza. “L’intervento “Aliens Welcome” - spiegano gli artisti lucani che lo hanno realizzato, Mimmo Rubino e Andrea Nolè - è uno slogan, una preghiera, un grazie, una segnaletica umanistica, emotiva, che prova ad alzare, senza retorica, l’asticella della percezione dell’altro, del diverso da noi, ponendo a scudo l’accoglienza, la curiosità, il progressismo, contro il rifugio nel comodo atteggiamento reazionario che tanto invalida la bellezza dell’essere umano. Il carattere/Font utilizzato è il Futura, nella sua versione bold, il carattere utilizzato nelle stazioni italiane. Non è un carattere facile, è ingombrante, pesa, non tutti lo amano, ma porta con sè il senso del futuro, del progresso, l’idea che l’essere umano possa controllare la storia. Nel suo essere “tecnologico” e “futurista” esso è invece, visto con gli occhi del nuovo millennio, intrinsecamente “umanista”. Forse perché attinge al modernismo, a momenti in cui il design aveva il coraggio di ambire a creare un mondo a misura d’uomo. Associato al copy paradossale, assume la parvenza di un testo scritto da uomini che credevano nel progresso, nell’internazionalità e, addirittura, nell’interplanetarietà, prima e di più di noi, come un reperto di una grande civiltà forse scomparsa solo il secolo scorso o forse ancora viva e pronta a rinascere”. “Nella “Permanent Exhibition”, Ironmould, streetartist lucano originario di Venosa, e Gods in Love, streetartist pugliese, hanno invece ridipinto le parti murate dell’edificio collocato a fianco della stazione, realizzando immagini legate a una ricerca sul tema surreale e metafisico lunare, in occasione del 50 anniversario dell’allunaggio celebrato durante le manifestazioni estive di Matera 2019 . “Ogni disegno – spiegano gli artisti - è un racconto, un piccolo mondo, un viaggio surreale, a tratti pop, carico di situazioni, di personaggi, corpi e colori che si estendono per tutta la superficie dell’edificio all’interno della stazione, lungo il binario 1. Il titolo “Esposizione permanente” rivela una sottile ironia che sottolinea la situazione dello specifico edificio, per porre l’accento su tutti gli edifici nelle stesse condizioni. Murare porte e finestre dovrebbe essere una condizione temporanea di un edificio, nell’attesa di un utilizzo differente, migliore. Questa condizione però, in Italia, spesso diventa troppo lunga per essere considerata temporanea e l’unica cosa permanente è l’abbandono”. Alla presentazione dei lavori di arte pubblica interverranno, insieme agli artisti e alla direttrice artistica di Momart, Monica Palumbo, il Presidente e il Direttore Generale della Fondazione Matera Basilicata 2019, Salvatore Adduce e Paolo Verri, il Sindaco di Ferrandina Gennaro Martoccia, il Responsabile Direzione Territoriale Produzione Bari - Unità Organizzativa Terminali e Servizi di Rete Ferroviaria Italiana, Vito Ortolano. Alle 19:30, si balla silent disco con l’Aliens' Party.
 
Categorie: Notizie Basilicata

Cova, Rosa: “Mai più fiammate al Centro Olio di Viggiano”

Basilicatanet - Lun, 16/09/2019 - 15:07
“È importante capire cosa succede all’interno dell’impianto Cova, per poter rassicurare i cittadini e per impedire che il fenomeno delle fiammate si ripeta nuovamente. L’impianto, come tutte le infrastrutture produttive, può avere problemi temporanei. Ma non possiamo permettere che avvengano con questa frequenza. Con l’Eni siamo stati chiari: non tollereremo il costante ripetersi delle fiammate e sono lieto che anche la Società lo abbia riconosciuto”. Lo ha detto l’assessore regionale all’Ambiente, Gianni Rosa, al termine dell’incontro che si è tenuto oggi, alla presenza dei rappresentanti del Dipartimento, dell’Arpab, dell’Eni e dei sindaci di Viggiano e di Grumento Nova. “L’incontro - ha spiegato l’esponente della giunta Bardi - è stato programmato per fugare i dubbi che nascono nella popolazione ogni qual volta si verificano le fiammate al Centro Olio di Viggiano. Per questo, abbiamo chiesto ad Eni di spiegarci, con i dati tecnici, quanto accaduto senza limitarsi a brevi comunicati, trasmettendoci tutta la documentazione che ci permetta di fornire ai Lucani un’informazione adeguata. Secondo l’Arpab le soglie previste dalla legge a livello di emissioni non sono mai state superate, anche se ci sono stati alcuni picchi in termini di aria e di rumore che ci preoccupano. Arpab ed Eni apriranno nell’immediato un tavolo tecnico per approfondire specifiche questioni al fine di rendere più efficienti i controlli. Il non superamento dei limiti non significa che non sono stati creati forti disagi ai cittadini e di questo è cosciente anche Eni. Proprio a tal proposito - ha detto ancora Rosa- abbiamo chiesto alla compagnia petrolifera il piano di investimenti sia per quanto riguarda la manutenzione ordinaria che per quella straordinaria e quello relativo al miglioramento della tecnologia dell’impianto, chiedendo che vengano effettuati investimenti anche per evitare ulteriori disagi alla popolazione per quanto riguarda le emissioni odorigene, a prescindere dagli eventi anomali. Proprio oggi, inoltre, ho chiesto un incontro con il direttore Generale dell’UNIMIG al fine iniziare una interlocuzione diretta con gli Uffici regionali, per quanto di competenza, al fine di garantire la maggiore sicurezza possibile e la migliore tutela della salute e dell’ambiente. Ho intenzione di seguire la vicenda costantemente”.

  
Categorie: Notizie Basilicata

Sanità, presentati i nuovi primari lucani Sisto e Bernasconi

Basilicatanet - Lun, 16/09/2019 - 13:16
“Una giornata importante che sancisce due innesti per il rilancio della neonatologia al San Carlo di Potenza e dell’unità operativa complessa di ostetricia e ginecologia nel presidio ospedaliero di Melfi”. 
Sono le parole con cui ha esordito l’assessore regionale alla Salute e Politiche sociali, Rocco Leone, alla conferenza stampa di presentazione di due nuovi primari della sanità lucana, Antonio Sisto per la neonatologia del San Carlo e Francesco Bernasconi per l’ostetricia e ginecologia dell’ospedale di Melfi, a cui ha partecipato anche il direttore generale della principale azienda ospedaliera regionale, Massimo Barresi. 
“Nel dare il benvenuto a nome del governo reginale al dott. Sisto, proveniente dalla città di Chieti, dove esiste una delle migliori scuole italiane di neonatologia, e al dott. Bernasconi, tra i maggior esperti sulle patologie del pavimento pelvico, sono convinto – ha proseguito Leone – che le due strutture ospedaliere, grazie anche al reclutamento in corso di altri specialisti, riusciranno a essere maggiormente attrattive per le pazienti delle regioni limitrofe”. 
Leone ha poi rivolto un invito al neoministro della Salute, Roberto Speranza: “Se vogliamo davvero rilanciare la sanità nel Mezzogiorno bisogna stanziare più risorse economiche, altrimenti rischiamo di rincorrere, in una lotta impari, le regioni del nord”.
Nei loro interventi, Sisto e Bernasconi hanno evidenziato le criticità legate alla carenza di medici che interessano l’intero Paese, dal momento che persino al nord, in una struttura sanitaria considerata in questo ambito la migliore d’Italia, la pediatria è stata chiusa per diversi mesi, e infine è stato posto l’accento sulla necessità di puntare sempre più su qualità, sicurezza e umanizzazione delle cure per andare incontro ai bisogni dei pazienti. 
 
Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: ROTTA UNA PORTA ALL'AUTOBUS "TROTTA"

Basilicatanews - Lun, 16/09/2019 - 12:25
L'azienda di trasporti Trotta Bus, proprietaria dei mezzi, rende nota la notizia e si rammarica per quanto accaduto.

Leggi tutto...

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: AZPICERNO-AVELLINO 2 - 3

Basilicatanews - Lun, 16/09/2019 - 12:15
All'Alfredo Viviani di Potenza una gara ricca di goal tra Picerno e Avellino, terminata con un'amara sconfitta per i melandrini  

Leggi tutto...

Categorie: Notizie Basilicata

Irccs Crob: 19 settembre focus su impiego biosimilari

Basilicatanet - Lun, 16/09/2019 - 10:21
“Focus sull’impegno dei biosimilari” è il titolo del convegno regionale organizzato dall’Associazione Italiana di Oncologia Medica che si terrà il 19 settembre all’Irccs Crob. Coordinatori scientifici dell’evento sono gli oncologi dell’Irccs Crob Alfredo Tartarone e Michele Aieta direttore del dipartimento medico. Obiettivo dell’incontro scientifico – si legge in una nota – è fare il punto della situazione sull’impiego dei farmaci biosimilari in onco-ematologia in Basilicata. “Fin dalla loro introduzione nella pratica clinica alcuni decenni fa” spiega il dottor Tartarone “i farmaci biologici hanno rappresentato un'importante innovazione tecnologica e un significativo progresso nel trattamento di numerose patologie soprattutto in ambito oncologico, ematologico e nelle patologie autoimmuni e alcuni di tali agenti sono o saranno presto affiancati dai cosiddetti farmaci biosimilari”. Con il termine biosimilare si intende un medicinale simile a un prodotto biologico di riferimento già autorizzato e per il quale sia scaduta la copertura brevettuale. I farmaci biosimilari sono ottenuti tramite processi produttivi diversi rispetto ai medicinali di riferimento e non devono essere identici a questi ma simili dal punto di vista della qualità, efficacia e sicurezza. “I risparmi generati dall’uso dei biosimilari” prosegue Tartarone “potrebbero favorire l’accesso ai farmaci biotech innovativi per tutti i pazienti e contribuire alla sostenibilità finanziaria dei sistemi sanitari”. L’incontro scientifico inizierà alle ore 14 ed è accreditato ecm per le figure professionali di medico chirurgo (con riferimento alle discipline di oncologia, radioterapia ed ematologia), di farmacista (con riferimento alla disciplina di farmacista ospedaliero) e di biologo.  
Categorie: Notizie Basilicata

Assessore Rosa: “Dichiarazioni minoranza denotano nervosismo”

Basilicatanet - Lun, 16/09/2019 - 09:40
“Ritengo che le dichiarazioni dei consiglieri di minoranza, in questi giorni, denotino forte nervosismo da parte di chi ha sempre gestito potere, ha sempre millantato rivoluzioni e, oggi, bocciato dagli elettori, si ritrova ad assistere impotente al cambio di passo del nuovo Governo regionale. Un cambio di passo, purtroppo, rallentato dai tanti disastri che abbiamo trovato quando siamo arrivati in Regione”. Ad affermarlo l’Assessore all’Ambiente Gianni Rosa.
“Un cambio di passo che è iniziato trovando, in soli 60 giorni, i 60 milioni di euro della forestazione, i 38 milioni per il Masterplan, i 2 milioni per finanziare il patrimonio immateriale della Basilicata. Stiamo lavorando al Piano trasporti che attende da anni di vedere la luce, ricercando la copertura dei 100 milioni del bando per chiudere uno degli scandali peggiori del centrosinistra. Mi rendo anche conto, però,” prosegue l’Assessore Rosa “che tutto questo, oltre al fatto di riportare la legalità e la trasparenza, di fare concorsi, di provare a riaprire la partita del petrolio, che il centrosinistra ci ha fatto perdere, impegnando la Basilicata per i prossimi 30 anni, può, per chi è stato al governo della Basilicata e l’ha portata al collasso, non rappresentare una visione di futuro, come i tanti Cifarelli che oggi parlano. Ma non mi preoccupo di tale giudizio da parte di chi una visione non ce l’ha mai avuta e quindi parla di qualcosa che non conosce.”.
“Mi rendo conto anche che i tanti Cifarelli, dopo sei mesi di governo, avrebbero già provveduto a spartirsi il possibile. Sia chiaro che le ‘poltrone’, a cui sono tanto interessati quelli del Pd, sono posizioni in scadenza, di nomina del Consiglio piuttosto che della Giunta. Il consigliere di minoranza Cifarelli, che fino a pochi mesi fa quelle postazioni le sceglieva, dovrebbe ricordarsi che quelle nomine sono legittime. Anche se poi, una domanda sorge spontanea: se siamo ansiosi di spartirci le poltrone perché non abbiamo fatto come il centrosinistra degli anni passati che, dopo una settimana dalle elezioni, se non prima, avrebbe già provveduto a far accomodare i suoi sulle suddette poltrone? Insomma, siamo avidi di poltrone ma ancora non le abbiamo occupate. Direi invece che il Presidente Bardi sta evitando di ripetere gli errori del passato: considerare i vertici degli Enti subregionali una merce di scambio per pagare marchette elettorali, come è sempre stato in Basilicata, mentre, invece, sta ponderando le scelte per assicurare ai Lucani una gestione della cosa pubblica nell’interesse del Popolo e non dei partiti. Non devo certo ricordare ai vari Cifarelli alcune delle nomine più imbarazzanti effettuate dal Governo regionale passato, frutto di debiti elettorali che poco hanno dato in termini di gestione.”. 
“Ecco, fossi nei vari Cifarelli mi chiederei cosa hanno fatto in tanti anni al Governo. I Lucani, dal canto loro, hanno già risposto, nulla.” conclude Rosa.

 
Categorie: Notizie Basilicata

Cupparo e Leone: “Benedetto chiarisca a tavolo maggioranza”

Basilicatanet - Lun, 16/09/2019 - 09:35
“Al di là di interpretazioni giornalistiche, confessiamo di non aver compreso le motivazioni delle parole polemiche usate nei confronti del Presidente Bardi da Nicola Benedetto, che rappresenta in Basilicata il Movimento Idea che ha contribuito a scrivere il programma e a realizzare il successo elettorale del centrodestra”. 
È quanto dichiarano gli assessori regionali Cupparo e Leone. 
“Nella forma usata da Benedetto, rileviamo che il richiamo a “generali in pensione che si annoiano” è del tutto fuori luogo. Come sa bene il leader di Idea, il “nostro generale” con la sua attività frenetica di questi primi mesi di governo non ha nulla di che annoiarsi e in Giunta, come ha avuto modo di sottolineare il collega Gianni Rosa, da “ottimo Generale”, continua a spronarci a fare sempre meglio e di più. 
Quanto alla sostanza, in verità, Benedetto non muove valutazioni politiche sull'avvio del lavoro di Bardi e della Giunta e tanto meno formula proposte. Proprio per evitare che le sue esternazioni vengano interpretate come richieste di “poltrone”, come sta avvenendo da parte di organi di informazione, sarebbe il caso – proseguono – che Benedetto chiarisca le sue idee al tavolo politico della maggioranza di centrodestra che è l'unico idoneo al confronto. Il governo del cambiamento che intendiamo tutti insieme nel centrodestra realizzare non può prescindere da regole che ci differenzino da quanto è accaduto nel centrosinistra nelle precedenti legislature. Benedetto, essendo stato lui stesso protagonista della scorsa legislatura nei banchi di consigliere prima e di assessore dopo, dovrebbe conoscere bene gli scontri di potere, troppo stesso senza limiti, che si sono consumati tra esponenti del Pd, in primo luogo, e dei partiti del centrosinistra e che hanno avuto pesanti conseguenze sulla nostra collettività con ritardi, inadempienze, incancrenimento di emergenze sociali, produttive ed occupazionali che abbiamo dovuto ereditare. Lui stesso ha spiegato in più occasioni che la litigiosità specie sulle poltrone nel centrosinistra ha determinato la sua scelta di passaggio politico. Per questo ribadiamo che non abbiamo alcuna intenzione di lasciarci trascinare in una ripetizione di vicende politiche che non ci appartengono e che sono tutto il contrario del nostro progetto di cambiamento. 
Quanto poi alla “sana competizione” tra partiti del centrodestra, per quello che riguarda Forza Italia, ribadiamo il profondo rispetto da sempre e nei fatti dimostrato specie per l'autonomia di ciascuno dei nostri alleati, compreso il Movimento Idea, ai quali chiediamo però altrettanto rispetto. Saranno gli elettori - che si sono pronunciati con chiarezza alle regionali di marzo, attribuendo a ciascun partito un numero di consiglieri – a valutare l'operato dei rappresentanti del proprio partito”.
 
Categorie: Notizie Basilicata

Fiammate al Centro Olio: l'assessore Rosa risponde a Polese

Basilicatanet - Sab, 14/09/2019 - 18:11
“Fa piacere che anche la minoranza regionale, dopo decenni di indifferenza, inizi ad occuparsi di petrolio e ambiente. Tuttavia per mettere fine ai disagi causati dalle fiammate del Centro Olio di Viggiano, prima di attuare ‘pratiche innovative’, come suggerito dal consigliere regionale di minoranza Polese, mi accerterò che quanto il Governo precedente ha dichiarato di aver fatto per la tutela dell’Ambiente e della Salute dei Lucani, sia stato effettivamente adempiuto.” A dichiararlo l’assessore all’Ambiente della Regione Basilicata Gianni Rosa.
“Nella scorsa legislatura, come ricorda Polese, sono stato particolarmente attento e critico circa le politiche di Pittella sul centro Eni. Dunque conosco bene tutte le ‘promesse’ e le ‘pratiche’ che il vecchio Governo dice di aver messo in campo. L’incontro di lunedì con l’Eni mi permetterà di verificare se tutto quello che ci è stato detto negli scorsi anni è stato poi messo effettivamente in pratica dalla scorsa Giunta o se sono state le solite parole al vento. E mi premurerò di farlo sapere ai Lucani. Dopodiché, penseremo alle ‘pratiche innovative’ che, ricordo al consigliere Polese non possono consistere nel chiudere il Centro Olio dopo che sono state sversate 400 tonnellate di petrolio. Quella della chiusura del Cova solo dopo un disastro ambientale è una pagina nera della politica lucana che non si ripeterà più e che è meglio dimenticare. Mai più il Governo regionale aspetterà che accada l’irreparabile per prendere provvedimenti in difesa del territorio. Ecco - sottolinea Rosa  - questa è, per dirla con le parole di Polese “una pratica innovativa” del nuovo Governo regionale. Se poi il consigliere, dopo anni in cui la sua maggioranza ha governato, ha idee ‘innovative’ che non ha mai pensato di mettere in pratica prima, lo invito a farcele conoscere. Siamo aperti a tutti i contributi, - conclude l'assessore Gianni Rosa -   per il bene dei Lucani”. 

Bas 05
Categorie: Notizie Basilicata

Sanità, nuovi primari: lunedì presentazione in Regione

Basilicatanet - Sab, 14/09/2019 - 13:35
Lunedì 16 settembre, alle ore 11.00 nella sala Verrastro della Regione Basilicata, si svolgerà una conferenza stampa per presentare i due nuovi primari della sanità lucana, Antonio Sisto (Neonatologia, Ospedale San Carlo) e Francesco Bernasconi (Ginecologia, presidio ospedaliero di Melfi).
Interverranno l’assessore regionale alla Salute e Politiche sociali, Rocco Leone, il direttore generale dell’Aor San Carlo, Massimo Barresi, e i due specialisti.

Categorie: Notizie Basilicata

Matera 2019: il programma della terza giornata di Materadio

Basilicatanet - Sab, 14/09/2019 - 13:32
Si conclude domani, domenica 15 settembre 2019, Materadio, la festa di Radio3 che da nove anni accompagna il percorso di Matera capitale europea della cultura.
L’evento di apertura è la seconda lezione di musica, in programma alle 9 all’Auditorium Gervasio. I dialoghi attraverso il tempo di Giovanni Bietti, con violoncello e pianoforte, stavolta metteranno a confronto Beethoveen e Brahms. Alle 10.30 in piazza san Francesco il penultimo appuntamento con gli 8 oggetti che raccontano il Sud. E’ la volta del corallo. L’ultimo è alle 11.40 in auditorium. Alessandro Vanoli e Amedeo Feniello, accompagnati alla chitarra da Carlo Mascilli Migliorini, si congedano parlandoci delle valigie. Intanto alle 10.40 a piazza san Francesco si celebra il centenerio della nascita di Fausto Coppi. Gian Luca Favetto, con Michele Maccagno e Fabio Barovero, ci racconterà l’affollata solitudine del campione. Alle 11.50 all’Auditorium concerto pianistico di Pietro De Maria. Alle ore 12 al Village di piazza San Francesco la conferenza stampa finale con il direttore di Rai3, Marino Sinibaldi. Il gran finale è di nuovo in piazza San Francesco, alle 12.50. Conducono Valerio Corzani e Marino Sinibaldi, sul palco i Modena City Ramblers, in collegamento da Galway, che nel 2020 sarà con Novi Sad capitale europea della cultura, Traidphicnic, il maggiore festival di folk irlandese. Un ponte musicale e ideale che segna il passaggio delle consegne tra Matera 2019 e Galway 2020.

Bas 05

Categorie: Notizie Basilicata

Matera 2019, con Jan Garbarek viaggio verso musiche inesplorate

Basilicatanet - Sab, 14/09/2019 - 13:27
Un vero e proprio ponte musicale fra oriente e occidente all’insegna di una varietà sonora capace di soddisfare ogni esigenza espressiva, di far viaggiare l’ascoltatore dentro mondi inesplorati. India e Norvegia hanno parlato la stessa lingua ieri, alla Cava del Sole, davanti a quasi 3 mila spettatori arrivati da tutta Italia per ascoltare il quartetto di Jan Garbarek e il suo speciale ospite, il percussionista indiano Trilok Gurtu.
Un concerto - spiega la nota dell'ufficio stampa della Fondazione Matera Basilicata 2019 -  organizzato dalla Fondazione Matera Basilicata 2019 e da Rai Radio3, in collaborazione con L’Onyx Jazz Club, nell’ambito di Materadio – La Festa di Rai Radio3 giunta alla nona edizione.
Jan Garbarek può probabilmente essere considerato uno dei musicisti che detta lo stile nel jazz europeo. E quindi non poteva mancare nel programma culturale di una capitale europea della cultura. Innumerevoli musicisti sono stati influenzati dal suono di questo sassofonista norvegese, spesso descritto come innodico, lirico, vocale, etereo, meditativo e sicuramente scandinavo. Invece che adagiarsi su questo, e al contrario della sua auto-dichiarata pigrizia, Jan Garbarek all’età di 71 anni si batte ancora per avere esperienze musicali nuove e sempre migliori, preferibilmente live in concerto: ”Cerco solo di suonare ciò che io stesso vorrei ascoltare”, ha spiegato al termine della serata con grande modestia. Ed ha aggiunto: “Se qualcuno riesce ad immedesimarsi, allora ottimo. Ogni reazione è buona. E anche nessuna reazione va bene. Ad essere onesto, non fa una gran differenza. Mettiamola così: io non sono Elvis Presley. Non posso prevedere o anticipare ciò che prova l’ascoltatore. Ma quando i musicisti sentono che sono dentro al ritmo, è un incantevole momento di pura felicità. Quella sensazione è assoluta euforia.”
Alla Cava del Sole, “Un luogo splendido” – ha aggiunto – ha mostrato di essere pienamente in forma insieme a una band che ama esibirsi attraverso un costante, profondo, ampio interplay: il pianista e tastierista tedesco Rainer Brüninghaus, che è parte del gruppo da trent’anni, il bassista brasiliano Yuri Daniel e il percussionista indiano Trilok Gurtu. Anche in questa geografia del gruppo c’è un eclettico mondo espressivo.
Da più punti di vista Garbarek vede sè stesso e i musicisti della sua band come degli artigiani. "Un calzolaio sa anche come si fa una buona forma. Ma questo non interessa a nessuno. Quando le persone vedono la scarpa nella vetrina del negozio, l’unica cosa che importa è che gli piaccia o no.” Dopo tutto, anche lui lo sa: “Insieme possiamo puntare al cielo!”.
Il concerto è stato caratterizzato da brani di musica totale, attraversando la world music, passando per il free jazz, la musica con sonorità indiane e i suoni “ancestrali” provenienti dalla Madre Africa. “Non posso comprendere davvero la complessità, ma posso sicuramente godere degli elementi da cui mi sento particolarmente attratto e che girano intorno alla mia orbita,” ha detto. “Durante gli anni sono diventato una specie di spugna. Si può dire che la musica che facciamo sia un vero ibrido imbastardito. È un mix. Non si tratta di raggiungere un qualsiasi tipo di perfezione o rimanere fedele a una certa tradizione. In effetti, è proprio l’opposto. Può essere di gran lunga più interessante lasciare alcune cose nell’area dell’ignoto. Dobbiamo piuttosto curare e andare avanti con le nostre imperfezioni, che fuggire da esse.”
Nel concerto si è sentita la voce dei suoi sassofoni e quella dei suoi compagni di viaggio perfettamente integrati. Carattere schivo, ha preferito non presentare i brani. Ma la sua musica è stata più che sufficiente a esaltare il numeroso pubblico che sul bis ha lasciato le sedie per avvicinarsi al palco facendosi immergere in questa musica e facendo sentire più da vicino il proprio calore.

Bas 05

Categorie: Notizie Basilicata

Al: nodo viario San Carlo Potenza, individuate le perdite d'acqua

Basilicatanet - Sab, 14/09/2019 - 13:22
"Da tempo persiste una copiosa perdita di acqua che si riversa sul nodo viario del complesso ospedaliero San Carlo, a Potenza. Da subito, Acquedotto Lucano - si legge in una nota -  ha provveduto ad effettuare tutte le verifiche tecniche, che hanno portato ad escludere che il guasto interessasse le condotte gestite dalla Società.
Tuttavia, in considerazione del perdurare della perdita idrica, Acquedotto Lucano ha effettuato anche verifiche su eventuali consumi anomali di acqua che potessero fare ipotizzare guasti all’interno di proprietà private circostanti. In effetti, tali accertamenti hanno consentito di individuare la fuoriuscita di acqua dalla rete interna dell’Istituto Don Uva. Pertanto grazie agli approfondimenti svolti dal gestore del servizio idrico, la società Universo Salute Srl che gestisce la casa di cura si è attivata svolgendo lavori di ricerca e di scavo che hanno fatto emergere la rottura di un tratto di condotta di acque bianche all’interno del piazzale dell’Istituto".

Bas 05


Categorie: Notizie Basilicata

MATERA: LA NOTTE DELLA TARANTA

Basilicatanews - Sab, 14/09/2019 - 12:33

Matera2019, la Notte della Taranta per Materadio. Saranno i suoni e le danze dell'Orchestra Popolare La Notte della Taranta a scandire il ritmo di Materadio,     

Leggi tutto...

Categorie: Notizie Basilicata

Pagine

Please configure this section in the admin page