Notizie Basilicata

Matera 2019: Fondazione cerca figure per la Cavalleria rusticana

Basilicatanet - 4 ore 10 min fa
"La Fondazione Matera Basilicata 2019 cerca attori, danzatori, praticanti di parkour e street dancers da coinvolgere nella creazione dell'opera lirica Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni che andrà in scena nei Sassi di Matera dal 2 all’11 agosto nell’ambito di “Abitare l’Opera”, progetto di Matera Capitale Europea della Cultura 2019 in coproduzione con il Teatro San Carlo di Napoli".
Lo fa sapere in una nota la Fondazione  Matera Basilicata 2019. 
"Lo spettacolo itinerante sarà diviso in due momenti: una prima parte che vedrà i cittadini protagonisti con cori, danze corali e azioni teatrali in un "Prologo sui Sassi" ed una seconda parte nella quale si allestirà la messa in scena vera e propria dell'opera di Mascagni, con la regia di Giorgio Barberio Corsetti, che verrà
realizzata nel suggestivo scenario di Piazza San Pietro Caveoso e la Chiesa di Santa Maria di Idris.
I candidati potranno inviare il loro curriculum e un video di presentazione in cui evidenziare le proprie capacità specifiche entro il 7 aprile all'indirizzo mail culturalarea@materabasilicata2019.
I candidati selezionati saranno contattati per partecipare ai provini che si terranno il 13 e il 14 aprile presso il Teatro San Carlo di Napoli. Coloro che supereranno l’audizione, prenderanno parte ad una prima fase laboratoriale a Matera dal 22 al 30 aprile, nella quale sarà effettuata un’ulteriore selezione. Tale scrematura consentirà ai selezionati l’accesso alla seconda fase laboratoriale dal 17 al 22 giugno a Matera. I selezionati saranno coinvolti dal 3 luglio all’11 agosto nel periodo di prove e repliche dello spettacolo.
Per tutte le informazioni sulla selezione, è possibile consultare l’avviso sul sito web ufficiale www.matera-basilicata2019.it nella sezione Amministrazione Trasparente/ Avvisi Pubblici".

Categorie: Notizie Basilicata

Marcia cultura: Aliano accoglie Torricelli e campioni dello sport

Basilicatanet - 5 ore 4 min fa
“Sport, Scuola e Lavoro: questi i temi che hanno contraddistinto la Marcia d’Amore per la Cultura tenuta oggi ad Aliano per festeggiare l’arrivo della Primavera. Un grande evento – si legge in una nota dei promotori dell’iniziativa – che ha esaltato la passione e l’umiltà, il sacrificio, l’onestà, e la forza che unisce le persone in nome dei valori universali che accomunano lo sport e le tradizioni dei lucani, il cui ruolo fondamentale per i giovani è stato sottolineato dal sindaco di Aliano e dalla prof.ssa Michela Napolitano che - rivestendo il ruolo di dirigente in 2 Istituti Comprensivi dislocati in 11 comuni delle due province di Potenza e Matera, e ben conoscendo il ruolo dei giovani e della scuola - ha esaltato le potenzialità di un’educazione all’arte di vivere, partendo dai Valori antichi su cui puntare per creare un mondo migliore e attirare sempre più turisti per dare ai giovani nuove opportunità di lavoro nei settori della Cultura e dell’Arte.
Proprio il tema del lavoro è stato l’argomento al centro della mattinata nelle ‘Mini Olimpiadi del futuro’ tenute nella sala convegni dei Calanchi in relazione al protocollo d’Alternanza scuola-lavoro, sottoscritto da Regione Basilicata Bosh e Randstad che ha visto la straordinaria partecipazione di Moreno Torricelli con campioni dello sport del calibro di Daniella Masseroni, Pino Maddaloni e del lucano Francesco d’Onofrio che hanno portato le loro interessantissime testimonianze dopo aver partecipato alla Marcia con i tanti giovani presenti che, con campanacci e maschere della tradizione, hanno fatto da ciceroni in un entusiasmante itinerario emozionale rivelando i tanti tesori di Aliano.
Per l’occasione Aliano è stata designata simbolicamente Capitale della Cultura Contadina e delle antiche Maschere ‘cornute’ in onore di Carlo Levi e di Nicola Toce
L’iniziativa – conclude la nota – che mette al centro i giovani e la scuola rientra nell’Accordo di Programma ‘Basilicata in Marcia per la Cultura’ coordinato da Tomangelo Cappelli e sottoscritto da Regione Basilicata, Unicef, Direzione scolastica Regionale, Polo Museale di Basilicata, Mibact, ANci, Forum nazionale dei giovani e altri 40 Partners”.


Categorie: Notizie Basilicata

ON LINE EDIZIONE SPECIALE N. 14 DEL BUR

Basilicatanet - 8 ore 17 min fa
E' on line l’edizione speciale n. 14 del 21 marzo 2019 del Bollettino Ufficiale della Regione Basilicata. Tra i provvedimenti pubblicati, le delibere di giunta n. 169 del 15 marzo e n. 219 del 19 marzo. La prima è quella riguardante la “Ripartizione in capitoli dei titoli, delle tipologie e delle categorie delle entrate e delle missioni, dei programmi, dei titoli e dei macroaggregati delle spese del Bilancio di Previsione finanziario per il triennio 2019-2021”. L’altro provvedimento dell’esecutivo concerne il “Piano Tematico Servizi di Cura per l'Infanzia - Intervento n.2 - Start-Up Nidi di Infanzia - Avviso Pubblico per la Concessione di Contributi ai Comuni”. Consultabile, infine, una “errata corrige” - avviso di rettifica di alcuni errori materiali alla Legge regionale 13 marzo 2019, n. 4 “Ulteriori disposizioni urgenti in vari settori di intervento della Regione Basilicata", pubblicata nel B.U.R. Speciale n. 12 del 14 marzo 2019.
 
Categorie: Notizie Basilicata

Matera 2019, selezionati i primi Progetti di Comunità

Basilicatanet - 8 ore 19 min fa
Sono stati selezionati i primi 11 progetti nell’ambito della “Chiamata Pubblica dei progetti di Comunità di Matera 2019” lanciata dalla Fondazione Matera-Basilicata 2019 nell’ambito del Progetto Community. Lo rende noto l’ufficio stampa della Fondazione. La Chiamata Pubblica ha l’obiettivo di promuovere i progetti nati dalla comunità, frutto dell’accordo fra cittadini, e ideati “dal basso”. Le azioni promosse costruiscono processi che favoriscono l’acquisizione di nuove competenze nella realizzazione di attività di produzione culturale, sviluppando la possibilità - territoriale ed europea - di mettersi in rete ed in relazione. La collaborazione, al centro di ogni progetto selezionato, è lo strumento che gli consente di prendere forma e qualificarsi come progetti di comunità. I primi progetti selezionati sono:
• Basilicata in ... Cammino (A. P. D. Il Carrubo Matera)
• Cena d'estate (Altra Dimensione)
• Festa del Libro - Bookcrossing in Piazza (Associazione Allopera)
• Torneo inclusivo di calcio spontaneo tra i sassi e le comunità (Associazione Tam Tam animazione)
• CreaImpara (Cooperativa Sociale L'abbraccio)
• Viaggio di sola andata (Gruppo teatrale amatoriale "L. Tajatrist")
• Okkio all'acqua (Gruppo volontari per l'ambiente - Matera)
• La corsa dei poveri cristi (I poveri cristi)
• Di notte nei Sassi: Camminata (Nordic Walking) alla ricerca di luci, suoni e sapori
• (Matera Cammina)
• Salute mentale di comunità - LABIN laboratorio inclusivo (Progetto Popolare Cooperativa Sociale Onlus)
• La città di Matera incontra "Cristo si è fermato ad Eboli" di Carlo Levi (Unitep - Università della terza età e dell'educazione permanente)
Il processo della Chiamata Pubblica, cui tutti i progetti selezionati hanno preso parte, è suddiviso in due fasi. Nella prima vengono sviluppate le idee progettuali in modo tale da strutturarle in progetti di comunità. La presentazione delle idee progettuali è possibile fino al 30 luglio 2019 utilizzando esclusivamente il formulario disponibile sul sito della Fondazione Matera Basilicata 2019 nella sezione Mettiti in gioco (https://www.matera-basilicata2019.it/it/mettiti-in-gioco/entra-nella-community/chiamata-pubblica-progetti-di-comunita.html) .
Quando i progetti elaborati con il supporto delle comunità dei progettisti e della Fondazione sono ritenuti maturi dai proponenti, possono accedere alla seconda fase, e quindi essere presentati attraverso la compilazione di un formulario dedicato da inviare alla PEC fondazione@pec.matera-basilicata2019.it entro il 14 Settembre 2019.
I progetti esecutivi vengono sottoposti al vaglio di una Commissione costituita da esperti interni alla Fondazione e ammessi a far parte del calendario ufficiale di Matera 2019. La Commissione valuta l'opportunità di erogare un sostegno economico ai progetti presentati, per un importo massimo di 3.000 euro iva inclusa per ciascun progetto, da utilizzare per la copertura dei costi di: acquisto o noleggio di materiali e attrezzature, materiali di consumo, comunicazione, condivisione e diffusione del progetto, assicurazioni, spese di viaggio e alloggio. A sostegno della Chiamata Pubblica sono stanziati 150.000 euro che saranno erogabili sino al consumo dell'intera somma disponibile. Ad oggi sono stati assegnati 28.000 euro a contributo dei progetti approvati.
Durante l’intero processo ai proponenti vengono offerti i seguenti strumenti: lo spazio del Community Center (in Via La Vista 1, Matera), dove confrontarsi insieme sulle proposte progettuali (ogni mercoledì dalle 16.00 alle 19.00, ogni giovedì dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00); lo spazio della Community Online per proporre i propri progetti e confrontarsi con gli altri utenti (disponibile all'indirizzo http://community.matera-basilicata2019.it); incontri periodici con altri cittadini che intendono proporre progetti di comunità, favorendo, già prima della presentazione dei progetti e durante tutto il processo, una dinamica di scambio e confronto reciproco.
Per conoscere i criteri di ammissibilità e valutazione dei progetti, è possibile visitare la sezione "Amministrazione Trasparente/Avvisi Pubblici" sul sito della Fondazione Matera Basilicata 2019 www.matera-basilicata2019.it.
 
Categorie: Notizie Basilicata

In farmacia un aiuto per il Cittadino temporaneo di Matera 2019

Basilicatanet - 9 ore 30 min fa
Verrà presentato lunedì 25 marzo alle ore 11 presso la Sala Mandela del Comune di Matera, Translaid, il servizio telefonico attivo per tutto il 2019, 7gg su 7gg - 24h su 24 h, che permetterà di superare le barriere linguistiche in farmacia tramite una semplice chiamata ad un interprete dedicato. E’ un servizio - fa sapere Federfarma di Matera in una nota - di traduzione simultanea in ben 11 lingue a cui hanno aderito 30 farmacie del territorio materano, che saranno riconoscibili e facilmente individuabili grazie a vetrofanie e materiali dedicati. Previsti anche altri materiali informativi in strutture alberghiere e affini. Questa iniziativa è nata dalla collaborazione tra Federfarma Matera e Vim Farmaceutici con il sostegno di Teva Italia e il patrocinio del Comune di Matera, della Amministrazione Provinciale e della Fondazione Matera Basilicata 2019. Il Cittadino temporaneo di Matera 2019, informato del servizio dalla struttura alberghiera che lo ospita, riconosce la farmacia che utilizza Translaid dalla vetrofania affissa all’ingresso e indica la propria lingua al farmacista. Il farmacista identifica la linea telefonica dedicata relativa alla lingua parlata dal cliente e chiama l’interprete di Translaid, che rispondendo, procede con la traduzione delle richieste del cliente e delle risposte del farmacista. Le necessità di benessere e di salute saranno cosi garantite da questo servizio di intermediazione culturale, oltre che linguistico.

Categorie: Notizie Basilicata

Lucania film festival 2019, a Marconia incontro formativo giuria

Basilicatanet - 9 ore 36 min fa
Venerdì 22 marzo, alle ore 19 al CineParco Tilt di Marconia, si terrà l’incontro dal titolo “Come nascono le storie. Il soggetto e la sceneggiatura”, curato dalla giornalista cinematografica e sceneggiatrice Antonella Gaeta. L’iniziativa fa parte degli £incontri di formazione per la Giuria Popolare - si legge in una nota - organizzati dall’Associazione Allelammie in vista della 20esima edizione del Lucania Film Festival che si terrà dal 7 all’11 agosto 2019 a Marconia di Pisticci. Venerdì 22 marzo p.v. alle ore 19:00, presso il CineParco Tilt, (in diretta streaming per i residenti fuori regione e all’estero), avrà luogo il secondo dei sei incontri formativi finalizzati al conseguimento della qualifica di giurato del Lff 2019 e che continuano ad offrire ai 70 candidati, la possibilità di conoscere la realtà “cinema” attraverso la docenza di quelli che il cinema lo fanno, lo studiano, lo vivono, lo scrivono e lo raccontano. L’ospite di questo venerdì sarà Antonella Gaeta, giornalista de LaRepubblica, critica cinematografica e sceneggiatrice. Autrice per il regista Pippo Mezzapesa da “Il paese delle spose infelici” (2011), all’ultimo “Il bene mio” (2018) con Sergio Rubini e presentato in anteprima mondiale alla 15° edizione delle Giornate degli Autori, la rassegna indipendente e autonoma della Mostra di Venezia. Come si diventa sceneggiatori? Come nascono le storie? Dalla messa a punto del soggetto alla scrittura della sceneggiatura, la pugliese Gaeta, percorrerà tutte le tappe del lavoro dello sceneggiatore fornendo agli “aspiranti” giurati le nozioni utili e gli strumenti necessari per iniziare a viaggiare nel mondo della narrazione per immagini.
 
Categorie: Notizie Basilicata

Giunta regionale finanzia nuovo Hospice al San Carlo di Potenza

Basilicatanet - 9 ore 59 min fa
Con una delibera della giunta regionale sono stati da poco stanziati 5 milioni di euro - di cui 3.893.600 euro a valere sul Po-Fesr Basilicata 2014-2020 e 1.106.400 euro sul Fondo per lo sviluppo e la coesione (Fsc) - per la realizzazione di un nuovo complesso Hospice nel plesso ospedaliero San Carlo di Potenza.
L’iniziativa nasce dall’esigenza di realizzare una nuova struttura per le cure palliative capace di garantire un miglior livello di confort e di privacy degli ospiti e dei loro familiari, rispetto all’attuale reparto ubicato al quinto piano del padiglione “E” che si caratterizza per le ridotte dimensione (650 metri quadrati). In particolare, la finalità dell’intervento è quella di rispondere alle necessità assistenziali degli ospiti che vivono una fase ultima di vita e che, oltre al controllo dei sintomi, devono avere un ambiente il più confortevole e il meno medicalizzato possibile.
Il progetto approvato, che diventerà realtà alla fine del 2023, prevede un nuovo immobile indipendente nell’area antistante il padiglione “E” con collegamento all’ospedale attraverso un apposito percorso interno. Tale ubicazione consentirà la costruzione di un edificio dotato di 12 posti letto totalmente immerso nel verde, strutturalmente autonomo dal resto del nosocomio, ma allo stesso tempo collegato ad esso dal punto di vista funzionale e impiantistico. L’edificio si articolerà su due livelli, collegati tra di loro da un doppio ascensore montalettighe e da un’ampia scalinata e sarà posizionato su una superfice complessiva calpestabile di circa 1600 metri quadrati.
Le camere di degenza saranno tutte singole e dotate dei comfort necessari per garantire un ambiente familiare con possibilità di permanenza dei parenti a stretto contatto con il paziente. Inoltre, le camere saranno dotate di un terrazzo con un piccolo giardino privato. La centralità delle esigenze del malato che usufruirà delle prestazioni, il rispetto e la tutela della privacy e della dignità della persona malata sono i cardini dell’intervento finanziato dalla Regione.
L’Accordo attuativo approvato in Giunta sarà firmato entro questa settimana dalla vicepresidente della giunta regionale, Flavia Franconi e dai dirigenti generali dell’Azienda sanitaria di Potenza, Lorenzo Bochicchio e dell’Azienda ospedaliera regionale San Carlo di Potenza, Massimo Barresi. Le parti hanno concordato che tale struttura, anche grazie ai tanti apprezzamenti fatti registrare dalle famiglie dei parenti e dalle associazioni di volontariato, sarà gestista in continuità dall’Aor San Carlo.
 
Categorie: Notizie Basilicata

Matera 2019, lezione di storia con Simona Colarizi

Basilicatanet - 10 ore 9 min fa
 E' dedicato al secolo breve il quarto incontro delle "Lezioni di storia. Oltre i confini", il cartellone di divulgazione storica che la Fondazione Matera 2019 ha inserito nel programma Future Digs, in collaborazione con le Edizioni Laterza.
L'appuntamento - spiega una nota dell'ufficio stampa della Fondazione -  è per sabato 23 marzo alle ore 11 a Casa Cava e sul canale youtube della Fondazione, in diretta streaming. Ingresso libero in sala fino a esaurimento posti.
La sfida di Future Digs è quella di stuzzicare una riflessione in profondità con alcuni tra i più autorevoli personaggi dell’era contemporanea: studiosi, storici, ricercatori e intellettuali del nostro tempo che riportano Matera al centro del dibattito culturale europeo. Questo ciclo delle "Lezioni di storia", un format delle Edizioni Laterza che si adatta perfettamente alla visione della Capitale europea della cultura, affronta il tema delle migrazioni come trasformazione di sé e degli altri.
In cattedra Simona Colarizi affronterà, nel corso della lezione intitolata "Ai confini dell'Europa. Da Versailles a Berlino", l'arco temporale segnato da due anniversari. Sono passati cent’anni dal Trattato di Versailles e trent’anni dal crollo del muro di Berlino: due date che avevano aperto i cuori degli europei alla speranza. Nel 1919, a pochi mesi dalla fine di uno dei più terribili conflitti mondiali nella storia dell’umanità, gli europei si giurano pace e fratellanza per il futuro. Nel 1989, abbattuta la “cortina di ferro” che da quasi mezzo secolo divideva i popoli, la speranza sembra ormai un certezza. Ma i fatti avrebbero presto smentito queste rosee aspettative: intercorre solo un ventennio tra la prima e la seconda guerra mondiale e passano meno di cinque anni dal crollo del muro perché, all’inizio degli anni Novanta, si riaccendono i fuochi di un conflitto fratricida nella ex-Jugoslavia.
Simona Colarizi, nata a Modena 75 anni fa, è una storica del Novecento italiana. Dopo la laurea in Storia moderna, ha vinto una borsa di studio di tre anni del CNR che le ha consentito di partecipare alla ricerca di Renzo De Felice su Partito, Stato e Società civile nell'Italia Fascista. Ha insegnato Storia dei partiti e dei movimenti politici e poi Storia contemporanea, concludendo la carriera accademica nella Facoltà di Scienze della Comunicazione all’Università di Roma “La Sapienza”, dirigendo il corso di laurea interfacoltà in Scienze sociali, Cooperazione e sviluppo della relazione tra i popoli.

Bas 05
 
Categorie: Notizie Basilicata

Matera, domani proiezione film "I Basilischi"

Basilicatanet - 10 ore 29 min fa
A conclusione della retrospettiva "Omaggio alla carriera di Lina Wertmuller", domani 22 marzo, con inizio alle ore 20.00, al cinema "Il Piccolo" di Matera, con ingresso libero fino ad esaurimento posti, sarà proiettato il film diretto dalla regista di origini lucane, Lina Wertmuller "I Basilischi", girato nel 1963 tra Palazzo San Gervasio e Minervino Murge, premiato nel 1963 con la Vela d'Argento al festival di Locarno.
Lo fa sapere l'Ente Morale Pinacoteca e Biblioteca Camillo d'Errico. 
Categorie: Notizie Basilicata

Lectio Magistralis su testimonianze linguistiche Arabo-Berbere

Basilicatanet - 11 ore 53 min fa
"Il Circolo Silvio Spaventa Filippi, in occasione del Cinquantenario della sua fondazione, organizza il 22 marzo alle 18.30 nella Sala degli Specchi del Teatro Stabile una Lectio Magistralis di Luigi Serra sulle testimonianze linguistiche Arabo-Berbere nei dialetti di Basilicata.
Serra, già Preside della Facoltà di Studi Arabo - Islamici e del Mediterraneo nell'Università degli Studi di Napoli "L'Orientale", fornirà un importante contributo all'approfondimento della conoscenza linguistica della Basilicata".
"Al termine della serata sarà presentato lo stendardo del Premio Letterario Basilicata realizzato nel 1981 da un'artigiana lucana dietro commissione di Andrea Varango, il fondatore del Circolo Silvio Spaventa Filippi".

Bas 05
 
Categorie: Notizie Basilicata

Cgil Basilicata su vittima lavoro Policoro

Basilicatanet - Mer, 20/03/2019 - 18:46
La Cgil lucana in una nota esprime “il proprio cordoglio alla famiglia del lavoratore vittima del tragico incidente sul lavoro a Policoro. In attesa che vengano fatte le indagini del caso chiediamo a chi di competenza di esercitare maggiori azioni di controllo e prevenzione”.
 
Categorie: Notizie Basilicata

FEAMP: acquacoltura, approvati 3 progetti per 513 mila euro

Basilicatanet - Mer, 20/03/2019 - 17:46
E’ stata approvata e pubblicata su BUR la graduatoria dell’avviso pubblico a valere sulla Misura 2.48 "Investimenti produttivi destinati all'Acquacoltura" del FEAMP Basilicata 2014-2020 per la concessione di un contributo complessivo pari a 512.950,34 euro. Lo rende noto il Dipartimento Politiche Agricole e Forestali. Una misura destinata alla promozione dell’acquacoltura sostenibile sotto il profilo ambientale, efficiente in termini di risorse, innovativa, competitiva e basata sulle conoscenze. Sono pervenute n. 3 domande di partecipazione, di cui due a valere sulla sottomisura 1 e una a valere sulla sottomisura 4 (integrata). Tutte sono risultate essere ammissibili. L’intensità dell’aiuto concesso è pari al 50% dell’importo degli interventi ammissibili. Saranno finanziati due nuovi impianti innovativi e sostenibili che utilizzeranno la tecnica acquaponica e un ripristino di impianto già esistente affinché possa rientrare in produzione, interrotta per obsolescenza dello stesso.L’avviso prevedeva l’attivazione di tre sottomisure e una quarta integrata ed era destinato alle imprese acquicole, micro, piccole e medie imprese PMI, anche associate in ATI.

Categorie: Notizie Basilicata

Fai-Cisl Basilicata su vittima lavoro Policoro

Basilicatanet - Mer, 20/03/2019 - 15:37
La Fai-Cisl Basilicata in una nota esprime “il cordoglio alla famiglia del lavoratore che ha perso la vita questa mattina in un tragico incidente sul lavoro a Policoro” e chiede “un maggiore impegno di istituzioni e imprese sul fronte della sicurezza e della prevenzione”.
 
Categorie: Notizie Basilicata

Matera 2019: apre le porte “La Secretissima Camera de lo Core”

Basilicatanet - Mer, 20/03/2019 - 15:18
Si aprirà sabato 23 marzo, presso la biblioteca “Tommaso Stigliani” di Matera in Piazza Vittorio Veneto, “La secretissima camera de lo Core”, un labirinto espositivo interattivo che propone una modalità inedita di visita delle città a partire dal coinvolgimento diretto di oltre trecento abitanti, le cui mappe emozionali contenenti segreti e memorie legati ai propri luoghi del cuore, hanno ispirato la creazione delle opere originali esposte - visive, letterarie e video -, realizzate da più di quaranta artisti, anche lucani. Le giornate del 23 e 24 marzo vedranno anche la partecipazione straordinaria della coreografa Heike Hennig. A curare le diverse fasi del progetto - fa sapere l’associazione Teatro dei Sassi in un comunicato - sono stati, tra gli altri, lo scrittore Alessandro Baricco con la sua Scuola Holden, l’artista Faravelli, la coreografa Hennig, il costruttore di marchingegni teatrali Baroni e il regista Acito. La Secretissima camera de lo core è un lavoro corale su emozioni, anima dei luoghi e memoria. Mappe emozionali da usare, muovere, toccare, vedere. Opere immaginifiche da trattare con i guanti. La Secretissima camera de lo Core sarà visitabile fino al 31 Luglio, dal Lunedì al Giovedì, in due turni al giorno: uno la mattina alle ore 11 e uno il pomeriggio alle ore 16. A ogni turno potrà entrare un massimo di 20 persone. Per accedere alla mostra è necessario il Passaporto per Matera 2019 e la prenotazione, da effettuare attraverso la Piattaforma ufficiale www.materaevents.it o presso gli Infopoint di Matera 2019. Il Direttore artistico dichiara: “Sono davvero soddisfatto, insieme a tutto il Teatro dei Sassi, dei risultati ottenuti durante questi due anni di preparazione e non vedo l'ora di rendere finalmente visibile alla città e ai visitatori di tutto il mondo questa Secretissima camera de lo core, un percorso labirintico in cui Matera si lascia guardare, toccare ed ascoltare giocosamente e senza vergogna”. “Con Atlante delle emozioni delle città parte il secondo dei progetti di Matera 2019 coprodotti con la scena creativa locale - sottolinea il Direttore della Fondazione Matera-Basilicata 2019 -, il progetto propone una modalità inedita per raccontare la città attraverso le emozioni di mappatori d’eccezione, perfettamente in linea con il tipo di esperienza che Matera 2019 vuole suggerire attraverso il concetto di cittadinanza temporanea, ossia una fruizione della città che crea relazioni con le persone, oltre che con i luoghi”.

Categorie: Notizie Basilicata

Il progetto “MaTERRE” ha presentato a Torino le sue attività

Basilicatanet - Mer, 20/03/2019 - 15:11
Il progetto MaTerre, prototipo di cinema di poesia in realtà immersiva, ha presentato le sue attività a Torino, la capitale del cinema per antonomasia, e ha ottenuto consensi entusiasti per la natura innovativa del progetto e l'interesse dei contenuti. Torna "a casa" con energie rinnovate e pronto per girare il film durante la residenza a Matera. Dalla performance sui versi di Rocco Scotellaro, al racconto appassionato dei direttori artistici - si legge in una nota dei promotori del progetto - fino al toccante video di John Giorno - padre assoluto dello spoken poetry - appositamente dedicato a MaTerre, le reazioni alla recente presentazione del progetto MaTerre alla Film Commission di Torino sono state entusiaste. MaTerre torna "a casa" con l'entusiasmo della consapevolezza di un messaggio forte, importante, innovativo, rivoluzionario. L'incontro di presentazione tenutosi a Torino ha raccontato il nuovo progetto, co-prodotto da Rete Cinema Basilicata, Fondazione Matera-Basilicata 2019 e cofinanziato da Lucana Film Commission, che a partire dal 18 aprile "occupa" la città dei sassi con un'imponente residenza artistica nella quale verrà girato il film in realtà immersiva a 360° e nella quale saranno molte le performance e gli approfondimenti aperti al pubblico. Il programma della residenza è già consultabile sul sito di MaTerre e su tutti i canali di Matera2019.


Categorie: Notizie Basilicata

A Matera il 22 e 23 marzo la 4/a edizione congresso Pneumologia

Basilicatanet - Mer, 20/03/2019 - 14:34
Nei giorni 22-23 marzo si terrà al Palace Hotel di Matera, la quarta edizione del “Congresso di Pneumologia - Programmi e sinergie per una Sanità più moderna - Basilicata 2019”, organizzato dalla responsabile della Struttura di Pneumologia Territoriale dell’ASM Matera . “Il Programma - si legge in una nota dei promotori - si incentra sulle patologie polmonari che rappresentano un grave problema di salute pubblica e un enorme impegno dal punto di vista sanitario, sociale ed economico per il Paese. La Faculty, di fama nazionale e internazionale, attraverso Relazioni e Letture magistrali, tratterà di prevenzione, diagnosi e terapie innovative di BPCO, Asma bronchiale, Patologie fumo correlate, Infezioni respiratorie, Malattie interstiziali del polmone, Sindrome delle Apnee Ostruttive nel Sonno e discuterà anche di Pneumologia Riabilitativa nel Territorio e di argomenti di altissimo valore etico. Come già nelle precedenti edizioni, nell’attuale Congresso è inserita la Sessione “Uno sguardo verso il futuro della Pneumologia”, che vedrà avvicendarsi giovani Specializzandi in Pneumologia, provenienti da varie Scuole Universitarie Italiane, i quali relazioneranno sui più recenti studi scientifici svolti presso i Centri di appartenenza. L’obiettivo del Congresso è quello di rafforzare sinergie multidisciplinari fra Esperti nel settore pneumologico al fine di implementare un vero “Sistema di Rete”, per consentire una presa in carico globale del paziente pneumologico, delineando adeguati percorsi diagnostico-terapeutico-riabilitativi. Attraverso questi Programmi e Sinergie fra Servizi Sanitari territoriali, Medicina di famiglia, Ospedale per acuti, Università, Società scientifiche, potremo orientare efficacemente i nostri sforzi verso una “Sanità più moderna”.

  
Categorie: Notizie Basilicata

Matera 2019, mostra di Cresci inaugura progetto I-DEA su archivi

Basilicatanet - Mer, 20/03/2019 - 14:27
Venerdì 22 marzo alle ore 18:00 presso la Cava Paradiso a Matera verrà inaugurata la prima installazione di I-DEA, progetto pilastro di Matera 2019 che esplora gli archivi e le collezioni della Basilicata da un punto di vista artistico. I-DEA è un esperimento che vede gli archivi e le collezioni - fa sapere l’ufficio stampa della Fondazione Matera-Basilicata 2019 in una nota - come degli organismi viventi attraverso i quali interpretare le complessità stratificate della storia di una regione. Cinque artisti e designer la cui pratica trova i fondamenti nella ricerca sono stati invitati a curare cinque mostre consecutive utilizzando gli archivi come punto di partenza. Lavorando con una serie di materiali e documenti apparentemente sconnessi tra loro, gli artisti sono invitati ad immergersi negli archivi trasmettendo la loro interpretazione sotto forma di una mostra temporanea. Il progetto adotterà un sistema di accumulazione aggiungendo o rimuovendo i materiali d’archivio nello spazio espositivo. Ogni artista sarà infatti invitato a stravolgere, rielaborare e modificare l’allestimento dello spazio prodotto dai curatori precedenti. In questo modo, I-DEA diventerà una performance collettiva in flusso continuo. Lo spazio I-DEA sarà sempre aperto permettendo ai visitatori di assistere alla fase di allestimento di ogni mostra nonché fase di ricerca, elaborazione e selezione dei materiali d’archivio da parte dai curatori. Poiché l’idea di accumulo si rivolge all’intercambiabilità degli archivi, il team di Open Design School, l’altro progetto pilastro di Matera 2019, ha disegnato per questo spazio un sistema di allestimenti aperto, modulare e movibile con l’obiettivo di introdurre uno spirito fluido e anti-didattico nella curatela di collezioni e materiali d’archivio. Lo spazio del progetto I-DEA evolverà nel corso del 2019 sotto forma di mostre, performances, laboratori, pubblicazioni e una piattaforma online in costante crescita. Il gruppo di ricerca del progetto ha costruito le fondamenta di I-DEA partendo da uno studio ed una mappatura degli archivi e collezioni presenti nella regione effettuato dall’Università della Basilicata. Nell’arco di diversi mesi, la squadra ha visitato decine di questi archivi e collezioni, da archivi pubblici a piccole collezioni private. Attraverso una mappa in corso di elaborazione, i cui dati sono il risultato di uno studio condotto dal Dipartimento delle Culture Europee e del Mediterraneo (DiCEM) dell’Università della Basilicata, la squadra di ricerca di I-DEA continua ad aggiornare la lista degli archivi e collezioni esistenti nella regione Basilicata, in altre parti d’Italia e persino fuori dal territorio nazionale. Ad aprire il ciclo di I-DEA sarà la mostra “Le Due Culture. Artefatti e Archivi” curata dall’artista e fotografo Mario Cresci, realizzato attraverso l’uso dei materiali provenienti dagli archivi delle seguenti realtà: Museo di Artigianato Locale, Parrocchia di Sant'Antonio di Acerenza (PZ), Associazione Archivio Storico Olivetti e Archivio Nazionale Cinema Impresa, Istituto Luce Cinecittà, Fondazione Pirelli, Cristaldi Film, Agenzia Spaziale Italiana, Centro di Geodesia Spaziale Giuseppe Colombo, Archivio di Stato Matera, Collezione Privata Gianfranco Lionetti, Fondazione Leonardo Sinisgalli, Archivio Mario Cresci, Archivio Mimmo Castellano, Artalia Italian Art Management. La mostra include materiale d’archivio che vanno dalla seconda metà del XX secolo ai i primi decenni del XXI, in modo da esplorare l'intersezione di discipline (culture) in Basilicata, attraverso fotografia, artigianato, scienza e macchine. I materiali esposti, sia presi singolarmente sia accostati tra loro, scuotono le narrazioni e gli stereotipi dell’epoca, suggerendo che le cose non sono ciò che possono sembrare. Dalla rappresentazione del territorio di Leonardo Sinisgalli e Mimmo Castellano, alle sculture in legno di Di Trani e suo figlio, alla rivisitazione della preistoria di Gianfranco Lionetti fino all’archivio personale di Cresci, le opere in mostra a prima vista appaiono in linea con le rispettive tradizioni. Tuttavia, ogni opera a modo suo rappresenta una rottura. All’inaugurazione di I-DEA interverranno il curatore del progetto I-DEA, Joseph Grima, il curatore della prima mostra, Mario Cresci, il Direttore della Fondazione Matera Basilicata 2019, Paolo Verri, la Manager sviluppo e relazione Rossella Tarantino che saranno a disposizione di eventuali domande del pubblico. Alla mostra si potrà accedere solo con il Passaporto per Matera 2019. Dopo l’inaugurazione, la mostra sarà visitabile tutti i giorni eccetto il martedì dalle 10:00 alle 20:00. Nella giornata inaugurale non sarà possibile accedere con le auto all’area antistante la Cava Paradiso, pertanto verrà predisposto un servizio navetta con partenza da Piazza Matteotti, fermata intermedia a Villa Longo, attiva dalle 17:30 alle 18:45 verso la Cava. Dalle ore 20:15 la navetta farà il percorso inverso, dalla Cava al centro città, sempre con fermata intermedia a Villa Longo, con ultima corsa alle ore 20:45. Nella giornata successiva all’inaugurazione, 23 marzo, verranno organizzate due visite guidate della mostra, una alle 11:30 e una alle 16:30, alla presenza del curatore Mario Cresci. A ciascuna visita potrà partecipare un numero massimo di 25 persone (registrazione in loco in ordine di arrivo).
   
Categorie: Notizie Basilicata

Matera, servizio rifiuti Sub ambito 1, individuato nuovo gestore

Basilicatanet - Mer, 20/03/2019 - 14:21
Il Comune di Matera fa sapere attraverso una nota stampa che “sarà aggiudicata formalmente nelle prossime ore la gara d’appalto per la gestione del ciclo dei rifiuti nel comprensorio di Comuni del Sub-Ambito 1/Area Metropolitana di Matera”. Il via libera “è stato dato questa mattina dalla Conferenza dei Sindaci (Matera, Bernalda, Ferrandina, Irsina e Tricarico). A gestire il servizio sarà la società Cns di Bologna, seconda classificata nella procedura di gara, ma vincitrice dell’appalto per il sopraggiunto fallimento della prima in graduatoria, la società Tradeco. L’offerta della Cns è stata ritenuta congrua e, dopo l’affidamento definitivo, dovranno trascorrere 35 giorni prima della stipula del contratto. Il nuovo servizio di gestione del ciclo dei rifiuti sarà avviato il 1° giugno 2019 e prevede la raccolta differenziata dei rifiuti con il sistema del porta a porta, che sarà effettuato su tutto il territorio dei Comuni del Sub-Ambito. A seguito della stipula del contratto sarà avviata una campagna capillare di comunicazione per permettere a tutti i cittadini di essere informati sulle modalità di corretto smaltimento dei rifiuti solidi urbani”.
 
Categorie: Notizie Basilicata

Siglato Accordo di Programma tra Comune Matera e Regione per l’Iti

Basilicatanet - Mer, 20/03/2019 - 10:17
È stato firmato nella serata di ieri l’Accordo di Programma che assegna le risorse per l’Investimento Territoriale Integrato previsto dal PO FESR Basilicata 2014-2020 nella città di Matera. Il Documento Strategico diventa oggi operativo in tutte le sue linee di finanziamento. Gli interventi dell’Accordo di programma saranno realizzati, come previsto dai relativi cronoprogrammi, al più tardi entro l’anno 2023, così come previsto dalle disposizioni regolamentari europee.
La dotazione finanziaria, incrementata nel corso dell’iter negoziale tra Comune e Regione, supera i 40 milioni di euro, per interventi in diversi settori: dall’economia all’housing sociale, dalla cultura all’ambiente, dalla scuola alla mobilità.
Il Sindaco De Ruggieri ha ringraziato la Presidente Franconi e l’Autorità di Gestione del PO FESR Basilicata 2014-2020 unitamente ai funzionari regionali coinvolti, per il lavoro svolto e per la disponibilità ad accogliere le esigenze della comunità materana.
“Con l’ITI Sviluppo Urbano città di Matera – ha sottolineato De Ruggieri - viene finalmente avviata l’attuazione di un’ulteriore parte del programma di quest’amministrazione, che mette nuova linfa nella prospettiva di sviluppo di una città sostenibile, intelligente, competitiva, equa”.
Il documento di programma, redatto dall’ufficio programmazione strategica comunale con il supporto dell’Autorità di Gestione del PO FESR Basilicata 2014-2020, interessa l’intero sistema urbano e oltre al Comune e alla Regione coinvolge, come soggetti attuatori di alcune operazioni, le Ferrovie Appulo-Lucane, il Consorzio di Sviluppo Industriale della Provincia di Matera, Invitalia, ATER di Matera e la Provincia di Matera.
Piena soddisfazione per la sottoscrizione dell’Accordo è stata espressa dalla Presidente Flavia Franconi: “Con la stipula, sarà possibile consentire il completamento degli interventi sul nodo strategico di Piazza della Visitazione, e con le ulteriori risorse che la Regione ha stanziato si potrà dare piena realizzazione agli interventi nell’ambito della cultura, del welfare, della mobilità, della sostenibilità urbana”.
Si ricorda che già una parte delle iniziative inserite nell’ITI hanno avuto avvio nel corso del biennio 2017-2018, in particolare si tratta degli interventi per il polo multimodale di Piazza della Visitazione, il restauro paesaggistico del Parco delle Cave (avente come soggetto attuatore Invitalia), il rinnovo del materiale rotabile per il trasporto pubblico urbano, gli aiuti alle imprese e i voucher per l’innovazione, per un totale di quasi 15 milioni di euro di risorse.
Presenti alla stipula, oltre al Sindaco de Ruggieri e alla Presidente Franconi, la Giunta comunale e la presidente della Commissione Comunale per la Programmazione Strategica, l’Autorità di Gestione del PO FESR Basilicata 2014-2020 e il dirigente dell’ufficio Programmazione Strategica e Fondi Europei del Comune di Matera.

Categorie: Notizie Basilicata

MARCIA CULTURA: DA GALLICCHIO LETTERA A GRETA

Basilicatanet - Mer, 20/03/2019 - 09:41
"Nel giorno della Festa del Papà, la Marcia d’Amore per la Cultura ha fatto tappa a Gallicchio per ricordare il ‘Papà’ d’Italia, il leggendario Italo re dell’Enotria, di cui la Lucania antica era il cuore e che ha dato il nome all’Italia.
È stata una giornata ricca di emozioni, che ha visto - spiega una nota diffusa dal dirigente scolastico - i giovani della Scuola di Gallicchio, cimentarsi in innumerevoli saggi, pieces e performances teatrali di grande pregio, con descrizione di riti e tradizioni.
Fondamentale per la perfetta riuscita dell’evento l’accorata partecipazione di associazioni culturali, pro loco, organismi di volontariato e religiosi, e di una nutrita presenza di genitori che hanno potuto assistere entusiasti alle esibizioni dei Loro figli, splendidamente coordinati dalle docenti  e da tutto il corpo insegnanti.
La marcia è stata l’occasione per conoscere tutti i tesori di Gallicchio: dall’arte alle chiese, i palazzi nobiliari, la nuovissima biblioteca pubblica, il Fosso dei Monaci e l’Itinerario Naturalistico, le Gole di San Lorenzo, i Sapori e la festa della ‘Pasta di casa come si faceva una volta’, i mestieri e i giochi della tradizione e le tante attività messa in campo per valorizzare un Patrimonio Culturale ricco di fascino che può diventare il volano per la crescita economica.
Sull’onda dell’incontenibile entusiasmo è stata ribadita dagli organizzatori la grande rilevanza della Scuola della Cultura e dell’Arte di Vivere per creare le condizioni necessarie per l’edificazione di un mondo migliore.
E, proprio partendo da questa considerazione e dalla forte impressione suscitata dai temi sul cambiamento climatico, i Giovani di Gallicchio hanno deciso di inviare a Greta Thunberg con un’accorata lettera d’Amore per la importantissima azione avviata che vede il coinvolgimento dei giovani di tutto il mondo, l’Accordo di Programma ‘Basilicata in Marcia per la Cultura’, sottoscritto da UNICEF, Regione Basilicata, Fondazione Matera–Basilicata 2019, MIUR Ufficio Scolastico Regionale e altri 40 partners.
L’Accordo, infatti improntato su un Modello di sviluppo eticosostenibile, rappresenta una concreta proposta per arrestare il cambiamento climatico partendo da un cambiamento degli stili di vita, che i giovani lucani, forse anche per l’influenza di Orazio e della Lucanitas, ritengono indispensabili per ritrovare la bellezza dei piccoli gesti quotidiani che, di per sé, rende grande la Vita, facendone un’Opera d’Arte".
bas 02

Categorie: Notizie Basilicata

Pagine

Please configure this section in the admin page