Notizie Basilicata

Uil-Fpl su pagamento indennità dipendenti Regione

Basilicatanet - Mar, 15/01/2019 - 18:42
"La Uil esprime soddisfazione per l’annunciato pagamento della produttività 2017 ai dipendenti. Sebbene con un po’ di ritardo rispetto alle aspettative dei lavoratori, questa è una buona notizia che la UIL attendeva da tempo, già nei mesi passati, e su cui non aveva mancato di fare continue sollecitazioni all’amministrazione per recuperare i ritardi accumulati”. Lo sostengono in una nota i segretari regionale e aziendale della Uil-Fpl, Antonio Guglielmi e Rocco Giorgio. “Accantonato questo problema - aggiungono - rimangono tante le questioni che vanno affrontate con risolutezza e determinazione da subito. In primis ci sono le priorità riguardanti la stabilizzazione dei precari e l’ingresso di giovani nell’amministrazione regionale. Il turn over è ormai una necessità improcrastinabile. Da subito vanno chiuse le procedure per l’avviso relativo alla progressione economica 2018 e bisogna poi subito pensare alla progressione economica per il 2019, nel rispetto di quanto concordato. Un confronto serrato va aperto in merito alle posizioni organizzative in scadenza a maggio di quest’anno. Ciò pone un’esigenza di funzionalità degli uffici su cui bisogna intervenire con responsabilità e buon senso in questa fase particolarmente delicata e convulsa della vita politica regionale. La UIL chiede, pertanto, all’amministrazione di riprendere subito il confronto con i sindacati e le RSU su questi temi per arrivare ad un percorso condiviso nell’interesse dei lavoratori e della amministrazione stessa, al fine di garantire i dovuti servizi ai cittadini lucani". 
Categorie: Notizie Basilicata

Ingegneria Italia di Tito, Fim e Fiom proclamano due ore sciopero

Basilicatanet - Mar, 15/01/2019 - 17:46
Le Rsu di Fim e Fiom annunciano in una nota di aver “proclamato due ore di sciopero a fine turno per le giornate di oggi e domani alla Ingegneria Italia (ex Blutec), azienda metalmeccanica di Tito che opera nell'indotto Fca per gli stabilimenti di Pomigliano e Atessa (Sevel)”. In una lettera inviata alla direzione aziendale, le due sigle sindacali “accusano l'azienda di non fornire adeguate informazioni ai lavoratori su buoni pasto, stipendi, sicurezza, contributi ai fondi complementari, lavorazioni e investimenti per l'adeguamento dei macchinari”. I delegati sindacali di Fim e Fiom accusano inoltre l'azienda di voler "prendere tempo per giungere alla fantomatica cessione", ipotesi che secondo i sindacati “ormai dura da anni e sta procurando una situazione di abbandono dei lavoratori e della propria dignità e sicurezza”. Le Rsu di Fim e Fiom si dicono “indisponibili a concedere ulteriore tempo e hanno pertanto deciso di proclamare due ore di sciopero a ogni fine turno (l'azienda lavora su due turni) per oggi e domani, senza escludere ulteriori azioni nei prossimi giorni”.
 
Categorie: Notizie Basilicata

A Matera riaprono le vie Levi, Di Francia e lo snodo rotatoria

Basilicatanet - Mar, 15/01/2019 - 17:36
I tratti di via Levi e via Di Francia interessati dai lavori di riqualificazione dello snodo viario saranno riaperti al transito dei veicoli da domani mattina. E’ quanto scritto un una nota del Comune di Matera, in cui è specificato che “i lavori proseguiranno in via Lanera per terminare la bitumazione della strada, installare i nuovi impianti di illuminazione e la segnaletica. La circolazione dei mezzi sarà regolata dalla nuova rotatoria ma rimane invariato il percorso alternativo per bypassare il cantiere di via Lanera attraverso via Del Geranio e via della Quercia”.



 
Categorie: Notizie Basilicata

Deroga rotazioni colturali cereali, soddisfazione Copagri lucana

Basilicatanet - Mar, 15/01/2019 - 17:19
La Copagri Basilicata attraverso una nota esprime “soddisfazione per la deroga concessa alla Regione dal Ministero delle politiche agricole alimentari forestali e del turismo, grazie alla quale vengono consentite, come già accaduto per la Sicilia, le rotazioni colturali da adottare nelle aziende biologiche. Grazie a tale deroga, infatti, ottenuta ai sensi dell’articolo 2, comma 7, del D.M. 6793/2018 e riservata a definiti ambiti territoriali a vocazione cerealicola - si legge ancora nel comunicato - viene prevista la possibilità di una rotazione quadriennale all’interno della quale siano previste non meno di tre specie differenti, almeno una delle quali leguminosa”. La Copagri Basilicata - che aveva ufficialmente richiesto il provvedimento - ringrazia l’assessore regionale all’agricoltura, Luca Braia “per l’importante risultato conseguito”. “Tale deroga è di fondamentale importanza per il comparto cerealicolo regionale, poiché in assenza di essa si sarebbe venuto a creare un grave danno economico ai produttori di grano biologico”, spiega il presidente della Copagri Basilicata, Nicola Minichino. “Senza questo adeguamento, infatti, sarebbe stato impossibile osservare una normale rotazione biennale e sarebbe, di fatto, stato consentito il ritorno del grano sullo stesso appezzamento dopo tre anni, facendo così perdere ulteriori opportunità produttive”, aggiunge il presidente regionale della Copagri. “La predisposizione della deroga da parte dalla Regione Basilicata, quindi, fortemente richiesta dalla Copagri, ha risolto quello che si sarebbe potuto declinare come un problema di sperequazione ai danni dei tanti produttori di cereali del Sud del nostro Paese”, conclude Minichino.
 
Categorie: Notizie Basilicata

Lavoro, Ugl: “Anche nel 2019 detassata quota premio trimestrale"

Basilicatanet - Mar, 15/01/2019 - 17:09
“La scelta compiuta nell’accordo del 2015 di puntare su un robusto sistema premiale si sta rivelando giusta anche al fine di approfittare delle opportunità offerte dalla legislazione fiscale”. Lo sostengono, in una nota, il segretario provinciale dell’Ugl di Potenza, Giuseppe Palumbo e la segretaria regionale dell’Ugl metalmeccanici, Florence Costanzo, a margine di un incontro nella sede dell’Utl di via Mazzini a Potenza. Per i sindacalisti “l’agenzia delle Entrate appositamente interpellata, ha ritenuto detassabile anche la quota trimestrale di anticipo del Premio per il raggiungimento degli obbiettivi del piano industriale: tali quote annualmente sono pari a 308 euro per la I^ fascia ( 5° gruppo professionale ), 330 euro per la II^ fascia ( 4 e 3° gruppo professionale ) e 405 euro per la III^ fascia ( 2 e 1° gruppo professionale). Pertanto già con la prossima busta paga sarà corrisposto un importo supplementare netto tra i 70 e 120 euro circa, relativo alle quote trimestrali pagate nel 2018. Per l’Ugl, la cifra sarà difatti pari alla differenza fra l’aliquota di tassazione ordinaria e l’aliquota agevolata del 10%, quindi, variabile a seconda del reddito e del livello di prelievo fiscale di ciascuno. Per quanto concerne le future erogazioni - hanno concluso Palumbo e Costanzo - queste saranno naturalmente sottoposte direttamente alla suddetta tassazione agevolata”.
  
Categorie: Notizie Basilicata

Progetto istituto Giorgi, Diocesi, odontoiatri: se ne discute a Pz

Basilicatanet - Mar, 15/01/2019 - 16:58
“Si terrà il prossimo venerdì 18 gennaio alle ore 10.30 presso l’Auditorium dell’Istituto Professionale “G. Giorgi”, in Via Pola snc a Potenza, un momento di confronto sull’importante Protocollo d’intesa siglato, lo scorso anno, proprio tra l’Istituto potentino, la Caritas Diocesana di Potenza, Muro Lucano, Marsico Nuovo e l’Ordine dei Medici Chirurghi e la Commissione dell’Albo degli Odontoiatri della provincia di Potenza. Lo rende noto l’ufficio comunicazioni sociali della Diocesi di Potenza-Muro Lucano-Marsico Nuovo. “Questa azione trasversale ha fatto rilevare un notevole impatto sociale e culturale, avvicinando realtà differenti: la Chiesa, la Scuola, il Terzo Settore e i professionisti del settore sanitario. Nel 2018, infatti, gli allievi del corso per odontotecnici che hanno preso parte al progetto di alternanza scuola-lavoro, hanno contribuito alla creazione di protesi dentarie, con la supervisione degli odontoiatri e del corpo docente, per pazienti individuati nella rete dei centri d’ascolto della Caritas, diocesano e parrocchiali. La conferenza stampa sarà presieduta dal Dirigente Scolastico, il dott. Michele Nigro, dall’Arcivescovo Metropolita della diocesi potentina, Mons. Salvatore Ligorio, dal dr. Rocco Paternò, Presidente dell’Ordine dei Medici della provincia di Potenza, dal dr. Donato Galizia, Presidente della Commissione Albo Odontoiatri della provincia di Potenza e dalla Responsabile del Centro “A Casa di Leo”, Marina Buoncristiano.

Categorie: Notizie Basilicata

Celebrati al Crob di Rionero in Vulture i 10 anni di Irccs

Basilicatanet - Mar, 15/01/2019 - 16:51
Grande partecipazione all’Irccs Crob per l’appuntamento celebrativo “10 anni di Irccs” che si è tenuto questa mattina nell’auditorium Cervellino. “Questa è una giornata particolare” ha detto - secondo quanto riportato dal Crob in una nota - il direttore generale dell’Istituto Giovanni Battista Bochicchio “perché possiamo festeggiare un decennale assolutamente non scontato”. Presente al Crob il pubblico delle grandi occasioni tra cui il parlamentare Vito De Filippo all’epoca governatore regionale, il presidente del Consiglio regionale Vito Santarsiero, i consiglieri regionali, il presidente della provincia di Potenza, i sindaci, i vertici delle sigle sindacali, la fondazione BRB, i neo direttori di San Carlo, Asp e Asm, il direttore dell’Irccs Pascale di Napoli Attilio Bianchi, le forze dell’ordine, le associazioni. Una presenza che è come un abbraccio e una testimonianza di partecipazione alla storia ed al futuro dell’Istituto con le nuove sfide che lo attendono. Dopo i saluti del sindaco di Rionero Luigi Di Toro si è tenuta la prima delle due tavole rotonde “Missione e Visione” che ha fatto il punto sullo stato dell’arte all’Irccs Crob insieme ai tre capi dipartimento Michele Aieta, Aldo Cammarota e Giuseppe La Torre, al direttore scientifico facente funzioni Rocco Galasso, al componente del comitato tecnico scientifico Ruggero De Maria e al direttore generale della Ricerca e dell’Innovazione in Sanità del ministero della Salute Giovanni Leonardi. “Il ministero non guarda alle dimensioni di un Istituto, guarda alla qualità, noi non regaliamo nulla e la conferma non è scontata” ha esordito Leonardi che ha aggiunto “solo dove si fa la ricerca si dà il vero valore aggiunto ai cittadini e l’Irccs Crob nel tempo è cresciuto e ha incrementato la sua produzione scientifica”. Il direttore generale della Ricerca e dell’Innovazione in Sanità del ministero della Salute ha poi annunciato che nei prossimi giorni ci sarà l’ufficializzazione del nominativo del nuovo direttore scientifico dell’Istituto. La mattinata è proseguita poi con la seconda tavola rotonda, un amarcord che è stato un tributo a tutti i manager che si sono avvicendati alla guida del Crob a partire dal 1997 con Teodosio Vertone, Donato Grieco, Rocco Maglietta e Pasquale Amendola. È stata poi la volta dei direttori scientifici a partire da Marco Salvatore di cui più volte nel corso dell’evento è stato sottolineato il ruolo fondamentale nell’ottenimento del carattere scientifico, proseguendo con Pellegrino Musto, ultimo direttore scientifico in ordine di tempo. “La prima parola che devo dire è grazie” ha detto il presidente facente funzioni della Regione Basilicata Flavia Franconi nelle conclusioni “grazie a questo Istituto di ricerca che ha fatto sì che la Basilicata in campo sanitario fosse conosciuta anche al di fuori dei confini regionali, in tutta l’Italia e all’estero attraverso le buone pratiche sanitarie. Non c’è buona sanità senza ricerca e la caratteristica fondamentale del Crob, che è il fiore all’occhiello della sanità della Regione Basilicata, deve essere la ricerca”.

Categorie: Notizie Basilicata

Potenza, Pd: incontro con la deputata Anna Ascani

Basilicatanet - Mar, 15/01/2019 - 16:26
Mercoledì 16 gennaio 2019, alle ore 16,30, presso la sede regionale del Partito democratico di Potenza, in piazza Gianturco, interverrà la deputata Anna Ascani, candidata insieme a Roberto Giachetti alla segreteria nazionale del Pd. La presentazione della mozione rappresentata da Giachetti e Ascani, #sempreavanti, sarà oggetto della conversazione che terrà domani la stessa deputata Ascani, alla presenza dei delegati regionali. 
Lo rende noto il Pd Basilicata.

bas 02
Categorie: Notizie Basilicata

Franconi: “Oggi al Crob ricorrenza importante per sanità lucana"

Basilicatanet - Mar, 15/01/2019 - 16:17
“E’ questa una celebrazione importante per tutta la sanità lucana che ha lo scopo di riconfermare il ruolo che il Crob di Rionero in Vulture ha come Ircss oncologico”. Lo ha detto la vicepresidente della giunta regionale della Basilicata, Flavia Franconi, partecipando oggi a Rionero in Vulture all’evento celebrativo "10 anni di Irccs" nell'auditorium Cervellino, dell’ospedale. “Un istituto che ha lavorato molto bene e che cerchiamo di agevolare potenziandolo con vari interventi - ha continuato la vicepresidente - in ultimo con lo stanziamento di nuovi fondi da destinare sia all’hospice, sia all’acquisto di nuove attrezzature. Si tratta, nello specifico, di denaro ottenuto dalla Regione Basilicata a seguito di un lungo braccio di ferro col governo nazionale. Andiamo quindi avanti nel segno del miglioramento e speriamo che presto arrivi anche il nuovo direttore scientifico. La validità di questo luogo di buona sanità è stata riconosciuta anche dal punteggio ottenuto a seguito del monitoraggio dei livelli essenziali di assistenza (Lea); ben 189 punti sono stati assegnati all’Ircss, un balzo in avanti di 43 punti registrato sotto la giunta Pittella”. Il carattere scientifico del Crob venne riconosciuto per la prima volta con il decreto ministeriale del 10 marzo 2008, quando l'allora ministro alla Salute, Livia Turco, in visita in istituto appose la firma che diede ufficialmente il via alle attività scientifiche del Crob. Da quella data la struttura sanitaria è stata sottoposta a verifica da parte del Ministero altre tre volte, nel 2013, nel 2015 e nel 2018 con l'ultima conclusasi con il decreto ministeriale del 26 novembre scorso. “L’intera comunità regionale oggi qui festeggia una storia di successo che si è stratificata nel tempo - ha sottolineato il direttore generale del Crob Irccs, Giovanni Battista Bochicchio - grazie all’attività di tanti professionisti, molti dei quali oggi ancora sono al lavoro qui e che, alla fine di una grande sfida, già preparano la nuova, ovvero quella che porterà all’ottenimento del nuovo riconoscimento che, per i prossimi due anni, richiederà sforzi maggiori rispetto a quelli fin qui spesi”.
 
Categorie: Notizie Basilicata

All'Unibas Master di II livello in “Business Administration"

Basilicatanet - Mar, 15/01/2019 - 15:47
L’Università degli Studi di Basilicata, in convenzione con la Direzione Regionale INPS della Basilicata, ha aperto le iscrizioni al Master Universitario di II livello in “Business Administration (MBA) – Curriculum Executive” anno accademico 2018-2019. Il Master, istituito presso il Dipartimento di Matematica, Informatica ed Economia dell’Ateneo lucano è di durata annuale ed è destinato alla formazione, riqualificazione e aggiornamento di dipendenti della Pubblica Amministrazione in possesso di Laurea specialistica o magistrale, appartenente a qualunque classe, di Laurea vecchio ordinamento o di un titolo accademico estero equiparabile. I posti disponibili sono 30, dei quali 4 (e non 10 come risulta riportato nel Bando dell’Università all’art.12 comma 1) sono finanziati dall’INPS mediante l’assegnazione di borse di studio riservate ai dipendenti della pubblica amministrazione in servizio, iscritti alla gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, che risulteranno aver conseguito l’ammissione al corso a seguito di apposita selezione, per titoli e colloquio, effettuata dall’Università. Il termine di presentazione della domanda, da inoltrare esclusivamente on line, è fissato al 21 gennaio 2019. La selezione si svolgerà il 28 gennaio 2019 e l’inizio del corso è previsto per il febbraio 2019. Le date indicate potranno essere oggetto di rettifiche o rinvii da parte dell’Università. L’iniziativa promossa dall’INPS e realizzata dall’Università di Basilicata, in collaborazione con altri partners istituzionali, costituisce un’opportunità per i dipendenti pubblici che abbiano interesse e motivazione a intraprendere o accelerare la propria carriera come manager pubblici e un investimento per l’arricchimento tecnico-professionale e personale dei funzionari pubblici impegnati in contesti avanzati e complessi.
Per ogni dettaglio si rinvia, comunque, alla consultazione del Bando sul sito dell’Università, al link http://www2.unibas.it/mba , e dell'Avviso per l'assegnazione delle borse di studio allegato alla presente o sul sito dell’INPS www.inps.it.

bas 02
Categorie: Notizie Basilicata

Cgil: nuovo sciopero per addetti igiene ambientale comune Pignola

Basilicatanet - Mar, 15/01/2019 - 15:20
Nuove giornate di sciopero per i dipendenti dell’Ati Pellicano Verde /Serveco che si occupano dell’igiene ambientale per il Comune di Pignola.
Considerato che lo sciopero della giornata di oggi 15 gennaio non ha ottenuto nessun riscontro e considerato che i lavoratori  dell’ATI Serveco / Pellicano verde che gestisce il servizio di raccolta differenziata nel comune di Pignola non hanno ancora percepito nessuna retribuzione, la Cgil proclama un ulteriore sciopero aziendale per le giornate del 21 e 22 gennaio prossimi.
Lo sciopero - spiega il sindacato in un comunicato stampa - è stato proclamato a causa della mancata retribuzione delle spettanze, in particolare le mensilità di novembre e dicembre oltre alla tredicesima mensilità.
Trattandosi di un servizio di pubblica utilità, i lavoratori nonostante la situazione hanno sempre prestato il proprio servizio, nel silenzio dell’amministrazione comunale. Già prima di Natale avevano denunciato la situazione chiedendo un incontro anche al Prefetto.
La vertenza, non trovando al momento ancora una soluzione, non vede altra possibilità che quella dello sciopero degli addetti.

bas 02





Categorie: Notizie Basilicata

Comune Mt: chiusa strada Cava del Sole

Basilicatanet - Mar, 15/01/2019 - 11:09
Il Comune di Matera informa che è stata chiusa al transito dei veicoli da stamattina il tratto comunale della strada statale 7 compreso dalla rotatoria di via San Vito fino alla Cava del Sole. Il divieto di circolazione sarà operativo da oggi fino a cessato bisogno.
La decisione, spiega una nota, è stata presa per permettere la realizzazione dei lavori di allacciamento idrico e fognante del teatro della Cava del Sole e la bitumazione della strada.
Contemporaneamente riaperte al traffico nel doppio senso di marcia la strada comunale Pantano e via San Vito per permettere il deflusso regolare del traffico e la deviazione della circolazione dei veicoli in transito lungo l’asse Statale7-Statale99.
“Abbiamo deciso di modificare la viabilità di tutta la zona per permettere lo svolgimento dei lavori nella massima sicurezza – spiega l’assessore Nicola Trombetta -. Sul cantiere sono all’opera contemporaneamente le squadre che lavorano alle condotte idriche e fognanti e quelle che operano per il rifacimento della strada. Venerdì l’arteria sarà completata e pronta per essere utilizzata per la cerimonia inaugurale di Matera 2019”.

bas 02

Categorie: Notizie Basilicata

Petrolio, Franconi su Tavolo regioni del Mezzogiorno

Basilicatanet - Mar, 15/01/2019 - 09:54
“Nell’esprimere condivisione ed apprezzamento per l’iniziativa tenutasi ieri a Bari, finalizzata ad un confronto tra diverse regioni italiane per giungere alla ideazione di uno strumento legislativo che possa bloccare definitivamente la possibilità di concedere permessi per la ricerca di idrocarburi nei mari italiani, abbiamo inteso richiamare l’attenzione non solo sulle trivellazioni in mare ma anche in terra ferma”.
È quanto dichiara la vicepresidente della giunta regionale della Basilicata, Flavia Franconi.
“Per rimediare alle recenti autorizzazioni di ricerca ed estrazione di gas in Emilia Romagna e nel mar Ionio, il ministero dello Sviluppo economico ha dato notizia di voler introdurre un Piano che individui le aree idonee alle attività di ricerca ed estrazione di idrocarburi, che dovrebbe chiamarsi Piano per la Transizione Energetica Sostenibile delle Aree Idonee (PTESAI).
Riservandoci ogni giudizio al momento della formalizzazione della proposta, si esprime un giudizio positivo, pur consapevoli che lo strumento non può considerarsi risolutivo.
La Regione Basilicata – prosegue Franconi – già da un anno e mezzo sta lavorando al Piano regionale della Sostenibilità delle Aree (PRSA), già approvato con delibera di giunta numero 498 dell’8 giugno 2018, che come i tecnici dei ministeri sanno, è esattamente il Piano delle aree idonee e non idonee. Il Piano Regionale di Sostenibilità delle Aree è stato oggetto di accordo e successiva ratifica da parte del Ministero dell’Ambiente, mentre è fermo da mesi al Ministero dello Sviluppo Economico.
Siamo al primo step, infatti al piano delle aree bisognerebbe affiancare altri interventi normativi, oltre che una disciplina definitiva dell’intesa in senso “forte”.
Su tale questione invece il Governo ha manifestato una volontà politica opposta attraverso la costituzione in giudizio nel ricorso in corte costituzionale promosso dalla Regione Basilicata avverso l’istanza di permesso di ricerca Montegrosso-Brindisi di Montagna.
Un ulteriore provvedimento normativo riguarda esplicitamente il territorio della Basilicata, un emendamento al D.lgs.625/96 che proprio nella giornata di ieri è stato condiviso al tavolo delle regioni del mezzogiorno tenutosi a Bari.
Ci sono tutti gli estremi – continua – per sottrarre il territorio lucano alla disponibilità di nuove attività di prospezione, ricerca e coltivazione di idrocarburi. Partendo dalla direttiva europea 94/22/CEE e come più volte formalizzato in atti di indirizzo politico attraverso mozioni in consiglio regionale e in parlamento, è possibile definire un limite e sottrarre aree alla disponibilità di istanze di ricerca e coltivazione.
Ad oggi in Basilicata la superficie complessiva delle concessioni attualmente vigenti, compresi i permessi di ricerca, supera il 30 per cento; e la superficie delle aree non idonee, grazie al lavoro straordinario di istituzione di 44 nuove zsc, alla costituzione di un nuovo parco naturale regionale e all’attività di ricognizione nell’ambito del Piano Paesaggistico, ammonta al 48 per cento.
Sommando tali superficie si arriva ad una copertura di circa l’80 per cento del territorio regionale e si comprende molto bene come il territorio residuale sia estremamente ridotto.
Si tratta soprattutto di un territorio residuale frastagliato, tra aree non idonee nelle quali bisogna garantire corridoi ecologici e attenta salvaguardia della ruralità, come definito nel documento programmatico del Piano Paesaggistico approvato in comitato paritetico e in giunta nel mese di dicembre 2018.
Per tali ragioni – conclude Franconi – riteniamo indispensabile un’accelerazione dell’iter procedurale per giungere all’approvazione di tali strumenti normativi in particolare dell’emendamento da noi proposto.
Ovviamente relativamente all’incontro di oggi sottolineiamo che l’armonizzazione fra le varie regione è un elemento che aumenta l’efficacia delle azione regionali e che la blu economy deve andare associarsi al green economy.
La Regione s’impegna a consegnare l’emendamento a tutti lucani per le azioni del caso”.



 
Categorie: Notizie Basilicata

Elezioni, Brindisi e Lettieri: la posizione dei Verdi è chiara

Basilicatanet - Mar, 15/01/2019 - 09:35
Riceviamo e pubblichiamo la seguente dichiarazione a firma di Pino Brindisi, segretario regionale Verdi Basilicata, e Donato Lettieri, esecutivo nazionale dei Verdi:
"La posizione dei VERDI di Basilicata, condivisa con l’esecutivo Nazionale e, congiuntamente, con i componenti della Direzione Regionale del partito, rispetto alle primarie del Centrosinistra, è stata espressa dal segretario regionale, Pino Brindisi, delegato a rappresentare il Movimento ambientalista lucano del Sole che Ride, alla riunione dei segretari regionali dei partiti convocati per discutere sulle prospettive future del Centrosinistra.
La posizione è chiara e, se pur critica rispetto ai tempi con cui si è arrivati alla determinazione dell’esigenza di offrire ai cittadini la possibilità di partecipare alla scelta del Candidato capolista della futura Coalizione di Centrosinistra, aderiscono alla proposta avanzata dalla maggioranza dei partiti convenuti al tavolo delle trattative, sulla necessità di svolgere in tempi brevi le consultazioni.
I VERDI, inoltre, concordano sulla necessità di offrire alla Basilicata una nuova proposta politico-programmatica e di selezionare le candidature attraverso un consapevole coinvolgimento popolare.
A tal proposito, I VERDI, auspicano l’allargamento della coalizione a tutte le forze politiche che si rivedono nel centro sinistra e ai comitati civici che, del caso, rappresenterebbero la vera novità politica in un panorama inclusivo e partecipativo per un rinnovamento della classe dirigente Lucana.
Invitano le segreterie dei partiti a cercare tutte le soluzioni perseguendo qualsiasi mezzo per evitare dispersioni e fughe da parte di forze politiche di centro sinistra dal perimetro indicato cercando la massima convergenza con le forze politiche, in particolar modo Leu - Articolo Uno – MDP - Sinistra Italiana ecc.
In relazione alle notizie apparse sui social rispetto ad un sostegno alla candidatura di Marcello Pittella da parte del coordinatore provinciale pro tempore di Matera, Giovanni Angelino, è da ritenersi personale e non formulata a nome del partito del Sole che Ride, la cui posizione è chiara ed è stata manifestata al tavolo regionale dal segretario politico, Pino Brindisi.
Le posizioni personali da Giovanni Angelino sono da ritenersi frutto di una volontà personale e non del partito dei VERDI di Basilicata.
Invitiamo, pertanto, gli organi di stampa a non diffondere notizie riguardanti il partito dei VERDI che non fossero comunicati e firmati dagli organismi ufficiali regionali e NAzionali".

Bas 05
Categorie: Notizie Basilicata

Centro Democratico + Europa e Centristi-Idm su primarie

Basilicatanet - Lun, 14/01/2019 - 18:18
“La proposta di PRIMARIE nel Centrosinistra e contestualmente di aprire il dialogo con le aree politiche che hanno costituito la forza della ragione nella vittoria alle regionali del 2013, rappresentava per noi dell’area moderata un punto di arrivo e non di partenza. E non era un caso che le avevamo proposte, inascoltati, a Novembre del 2018”. E’ quanto scritto in una nota di + Basilicata - Centro Democratico + Europa - Centristi-Italia del Meridione. “I segnali negativi che arrivano, se pur non in maniera ufficiale, ma quasi a porre sbarramenti e limiti alle prove di dialogo costruttivo dell’area politica in cui ci collochiamo, se da un lato non aiutano alla distensione nascondendo quasi una sorta di paura del confronto aperto su programmi ed azioni da mettere in campo, dall’altro ci autorizzano a dire che non siamo irrigiditi su uno schema che potrebbe non unire ma aumentare il divario tra le forze politiche stesse. Per questo motivo abbiamo sostenuto e ribadiamo che oggi sono intempestive ed immotivate mancando una chiarezza vera nel maggior partito della coalizione. Sarebbero e sono un motivo di divisione, come dimostrano le prese di posizione della giornata di oggi, e non favoriscono la costruzione di una coalizione larga ed attrattiva. Per questo chiediamo uno sforzo da parte di tutti a rimettere in campo la politica senza veti e preclusioni ma anche senza dogmi precostituiti, al fine di costruire o ricostruire una coalizione vincente. Abbiamo pertanto deciso, conformemente alle riserve espresse al tavolo regionale, di non partecipare a questo tipo di consultazione e di valutare le modalità di condivisione di una programma politico che si caratterizzi per una idea di società plurale, libera, democratica ed europeista dove più che i destini dei singoli contano gli interessi dei Lucani. E lo spettacolo nazionale che 5Stelle e Lega stanno offrendo, crediamo suoni come un monito anche per la nostra Regione. Fare subito, fate presto”.

Categorie: Notizie Basilicata

CallMat Matera, Ugl e Ugl Tlc su incontro aziendale

Basilicatanet - Lun, 14/01/2019 - 18:05
“Nella sede della CallMat di Matera si è tenuto un incontro in videoconferenza tra la RSU aziendale e la dirigenza nella persona di Arianna Cancellieri. Erano presenti le RSU UGL, Cosimina Saracino e Francesco Stigliano”. Lo si apprende da una nota della segreteria provinciale dell’Ugl Telecomunicazioni di Matera. “L’azienda ha espresso la propria soddisfazione per i risultati qualitativi raggiunti nel 2018 e, auspicato di proseguire nella stessa direzione e con lo stesso rinnovato impegno anche per il c.a.. Ha ritenuto inoltre – prosegue la nota della segreteria provinciale Ugl Tlc -, di passare in rassegna gli obbiettivi realizzati nell’anno 2018, nello specifico evidenziando la corretta erogazione del Welfare, avvenuta nelle tempistiche concordate con le Oo.Ss.; il saldo, nella busta paga di dicembre 2018, della smonetizzazione dei giorni festivi; l’elemento di garanzia 2017, regolarmente corrisposto nella busta paga di aprile”. Alla fine si è stipulato dall’azienda CallMat “un verbale di riunione che l’Ugl non ha inteso sottoscrivere ritenendo che dei punti discussi e riportati nel predetto verbale, la RSU Ugl non ha mai nulla concordato con l’azienda e ne’ tantomeno ha ritenuto approvare un documento che la Ugl non ha avuto modo di confrontarsi con i lavoratori e la segreteria provinciale ritenendolo, ‘suggerito’ da eventuali sindacalisti che vorrebbero dettare protagonismo aziendale. La segreteria provinciale Ugl Tlc Matera, è e rimane aperta al dialogo e al confronto, non arroccandosi mai su posizioni pretestuose o numeriche. L’Ugl è aperta a tutti e a tutto, in primis nel rispetto dei tanti lavoratori che con il loro consenso hanno permesso all’Ugl di essere la prima forza sindacale nell’azienda. A loro va riferito con chiarezza cosa ci si aspetta per il 2019, quali e quanti saranno i flussi produttivi, garanzie occupazionali per tutti i lavoratori ossia coloro a tempo indeterminato e coloro che nell’anno andrà a scadere il contratto di formazione: questi ed altri sono i temi di rilevanza prioritaria dell’Ugl”. Sull’argomento interviene anche la segreteria provinciale territoriale di Matera. Per il segretario Pino Giordano, “il nostro auspicio che si possa ora e quanto prima corrispondere a tutti i lavoratori il premio di risultato considerato che la soddisfazione espressa dall’azienda per i risultati raggiunti nel 2018 è frutto dei sacrifici che quotidianamente tutti i dipendenti fanno per raggiungere la performance ottimale qualitativa e quantitativa. Cogliamo l’occasione per invitare le organizzazioni sindacali all’unità – conclude il segretario Giordano – per il bene dei lavoratori e dell’azienda in un momento particolare della nostra realtà occupazionale della provincia di Matera”.

Categorie: Notizie Basilicata

Progetto Popolare, oggi incontro rappresentanti territoriali

Basilicatanet - Lun, 14/01/2019 - 17:35
“Oggi si è svolto, presso il Consiglio Regionale della Basilicata, l’incontro dei rappresentanti territoriali della provincia di Potenza e di Matera e dei fondatori di Progetto Popolare, la formazione politica moderata, riformista ed europeista che lavora da tempo, su una programmazione volta a rendere la Regione Basilicata moderna, efficiente ed innovativa”. E’ quanto scritto in una nota di Progetto Popolare. “Nel corso dell’incontro sono stati affrontati i temi relativi alle attività organizzative e gestionali delle prossime competizioni elettorali ed è stato convocato un incontro di amministratori locali e rappresentanti territoriali aderenti a Progetto Popolare, che si terrà lunedì 21 gennaio, alle ore 17,00, nel quale verranno stabilite ed assegnate le responsabilità organigrammatiche, politiche ed organizzative della formazione politica Progetto Popolare. All’ordine del giorno dell’incontro del 21 gennaio è stata inserita anche la scelta del nome da indicare alle primarie quale candidato di riferimento di Progetto Popolare e lo sviluppo delle schede programmatiche del progetto “Tu 6 Basilicata”: sei punti da condividere per costruire la Basilicata del Futuro. Il lavoro di radicamento continua, con convinzione e con obiettivi chiari ed ambiziosi”.
  
Categorie: Notizie Basilicata

Comune Pz: Permessi sosta strisce blu, dall'1 febbraio sanzioni

Basilicatanet - Lun, 14/01/2019 - 17:16
L’Amministrazione comunale invita tutti coloro che devono richiedere permessi per parcheggiare i veicoli delle aree di sosta a pagamento, strisce blu, sia per il rinnovo dei precedenti tagliandi, sia per la richiesta di nuovi, a farlo nei prossimi giorni, ricordando che dall’1 febbraio per i veicoli sprovvisti del permesso di sosta per l’anno 2019, parcheggiati all’interno delle strisce blu senza titolo autorizzatorio, sarà comminata la sanzione prevista. Da mercoledì 16 gennaio 2019 sarà possibile presentare istanza e ritirare anche il mercoledì e il venerdì pomeriggio dalle 16 alle 18,30, oltre a tutte le mattine dalle 9 alle 13, negli uffici comunali del Mobility Center, sede municipale di via Nazario Sauro.
Categorie: Notizie Basilicata

Confagricoltura Basilicata su legge danni fauna selvatica

Basilicatanet - Lun, 14/01/2019 - 17:14
“E’ duro il commento di Confagricoltura Basilicata” su quello che si sente - è spiegato in una nota - in riferimento alla legge approvata a novembre scorso sui danni da fauna selvatica. “Troppe chiacchiere si stanno facendo - dichiara Francesco Paolo Battifarano Presidente di Confagricoltura Basilicata - sia da chi vive di pettegolezzo che da chi ha votato contro o chi ha approvato la norma”. “Quello - sostiene Roberto Viscido Direttore di Confagricoltura Basilicata - che può produrre questa legge, sia in termini di sicurezza che in difesa delle produzioni agricole, forse a qualcuno non è ancora chiaro. Oggi siamo a spiegare nuovamente la proposta di legge approvata: i dati che ci arrivano dalla Toscana, dalla quale abbiamo preso spunto per proporre la Legge in Basilicata, parlano chiaro. Con una delibera del 7 gennaio ultimo scorso, la regione Toscana recepisce la relazione sullo stato di attuazione della legge che, prima di noi hanno applicato. Questi sono i numeri di cui ai documenti ufficiali: nei 28 mesi circa (giugno 2016-settembre 2018), di concreta applicazione della legge risultano abbattuti complessivamente 198.337 cinghiali , di cui 60.365 in area non vocata e 137.922 in area vocata. Ad essi si aggiungono nel periodo giugno 2016-marzo 2018 (non sono ancora completi i dati dei prelievi estivi della stagione 2018 su queste specie) 45.890 caprioli, 1.957 cervi, 4.769 daini e 393 mufloni. Sempre nel report della delibera toscana è evidenziato un chiaro decremento sia degli incidenti che dei danni causati dai cinghiali”. “Ora - conclude il Presidente Battifarano - non è più tempo di aspettare! Lo strumento c’è e deve essere applicato! Notizie circolano di una indicazione di modifica che arriva da parte del Governo. Si faccia il necessario perché, non oggi, ma da ieri sia applicata la norma regionale che con forza Confagricoltura Basilicata ha sostenuto. Lo chiediamo al Consiglio regionale intero, alla Giunta regionale e ai Parlamentari con il Governo. Che si tappino la bocca i maldicenti e che si faccia qualcosa veramente di utile per l’agricoltura lucana anche seguendo esempi virtuosi e non chiacchiere”.

Categorie: Notizie Basilicata

Anci Basilicata, i lavori del direttivo allargato ai sindaci

Basilicatanet - Lun, 14/01/2019 - 16:41
Il Direttivo dell’Anci Basilicata convocato dal Presidente Salvatore Adduce e allargato a tutti i Sindaci e al Presidente dell’UPI ha esaminato oggi le conseguenze dell’applicazione del decreto 113/2018 in materia di protezione internazionale e immigrazione e sicurezza pubblica. Il decreto - si legge in una nota - interviene sul sistema di accoglienza dei Comuni ed ha inevitabili ricadute dirette sui territori e sulle competenze dei Sindaci che costituiscono il primo ineludibile riferimento del sistema di accoglienza. Il Decreto introduce novità nella possibilità di accesso agli SPRAR (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati) dei soggetti vulnerabili, delle modalità di accesso alle cure sanitarie, delle informazioni che i sindaci devono avere sul numero, l’età e il sesso di coloro che sono nei centri di accoglienza. In particolare, l’Anci Basilicata ritiene molto pericoloso oltre che socialmente rischioso impedire l’iscrizione anagrafica ai titolari di permesso di soggiorno per richiesta di asilo. A tre mesi dall’entrata in vigore del decreto e nonostante la chiarezza delle disposizioni, i richiedenti asilo continuano infatti ad essere ostacolati sia nell’esercizio di molti diritti fondamentali sia nell’accesso a servizi essenziali, perché pur essendo titolari di un permesso di soggiorno sono privi di residenza. I Sindaci dell’Anci Basilicata all’unanimità sostengono con forza l’azione della propria Associazione apprezzando la ripresa del dialogo con il Governo Nazionale, così come condividono la decisione della Regione Basilicata di proporre ricorso davanti alla Corte Costituzionale. A conclusione della riunione l’Anci Basilicata ha chiesto ai Prefetti di Potenza e Matera un incontro immediato per affrontare le questioni così sintetizzate: 1) conservare l’accesso allo SPRAR dei soggetti vulnerabili; 2) l’applicazione di modalità uniformi delle prese in carico dei richiedenti asilo da parte delle ASL; 3) il riconoscimento del diritto per i Comuni di conoscere il nome, l’età e il sesso delle persone ospiti dei centri di accoglienza; 4) conferma delle clausole di salvaguardia già concordata con le Prefetture all’interno del protocollo a suo tempo sottoscritto. Tutto ciò al fine di consentire ai Sindaci di programmare le politiche territoriali. Il Direttivo ha poi affrontato le questioni relative al trasporto pubblico locale che è stato oggetto di tensione proprio nei primi giorni dell’anno quando si è rischiato il blocco del trasporto a causa dell’applicazione del divieto di circolazione per il mezzi “Euro zero”. A tal proposito l’Anci ha chiesto all’Assessore ai trasporti Carmine Castelgrande un incontro immediato per una valutazione sul piano trasporti e sulle questioni urgenti del sistema del trasporto pubblico in Basilicata. Il Direttivo ha, inoltre, fortemente criticato la norma contenuta nella legge di Bilancio dello Stato per il 2019 che riduce la percentuale di anticipazione di tesoreria dai 5/12 a 4/12, determinando in tal modo gravi disservizi finanziari a danno dei Comuni. Infine, Salvatore Adduce ha illustrato ai Sindaci la grande cerimonia inaugurale del 19 gennaio di Matera Capitale Europea della Cultura alla presenza del Capo dello Stato Sergio Mattarella e del Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte. I Sindaci saranno a Matera sin dalle prime ore del mattino con la fascia tricolore e prenderanno posto prima nella Cava del Sole e in Piazza San Pietro Caveoso nel pomeriggio. “I Comuni , ha detto Adduce, sono stati protagonisti di tutto il percorso che vede oggi Matera e la Basilicata al centro della scena nazionale e mondiale e pertanto devono festeggiare insieme ai cittadini e alle più alte autorità italiane ed europee l’avvio dell’anno della Capitale”.

Categorie: Notizie Basilicata

Pagine

Please configure this section in the admin page