Notizie Basilicata

PRESENTAZIONE DEL LIBRO “ESTASI”

Basilicatanet - Mar, 12/03/2019 - 16:35
IL 14 marzo prossimo sarà presentato a Potenza “Estasi” l’ultima fatica letteraria della poetessa lucana Cristina di Lagopesole. L’appuntamento è  nella cattedrale di Potenza a partire dalle 17.30. Il relatore della serata sarà don Carmelo Mezzasalma, superiore della comunità San Leonino di Firenze. All’incontro parteciperà anche l’arcivescovo della diocesi di Potenza-Muro Lucano e Marsiconuovo, Salvatore Ligorio.

bas 02
Categorie: Notizie Basilicata

Unibas, convegno su figure insegnante e dirigente scolastico

Basilicatanet - Mar, 12/03/2019 - 16:31
Nei giorni 14 e 15 marzo 2019, nell’ambito delle manifestazioni Matera 2019 Capitale Europea della Cultura, il Dipartimento di Scienze Umane – Corso di laurea in Scienze della Formazione Primaria dell’Università degli Studi della Basilicata ha organizzato presso il Campus universitario materano il Convegno sul tema: L’insegnante e il dirigente scolastico nella scuola dell’autonomia tra didattica, governance e progetto culturale. 
Si tratta – si legge in una nota - di sviluppare in una università meridionale e nell’ambito dello specifico gruppo di lavoro SIPED Formazione dell’insegnante e del dirigente scolastico, in collaborazione con la SIRD e la SIREF, un progetto complessivo per analizzare, chiarire e rilanciare le figure del dirigente scolastico e dell’insegnante all’interno della scuola dell’autonomia, tenendo conto della fondamentale alleanza tra scuola, famiglia e territorio per lo sviluppo di uno specifico progetto di corresponsabilità educativa. 
Il Convegno nazionale, patrocinato dalla Fondazione Matera-Basilicata 2019 e dalla Fondazione Carical, ha l’ambizione di segnare una tappa nuova e, si spera, significativa nel dibattito sulle trasformazioni della scuola italiana a oltre vent’anni dall’avvio dell’autonomia scolastica nel nostro Paese.
La scuola italiana nell’ambito del contesto europeo rappresenta ancora un punto di riferimento fondamentale per lo sviluppo della democrazia, un vero e proprio “laboratorio di democrazia” per riprendere la felice intuizione del più importante filosofo e pedagogista americano del secolo scorso John Dewey. È opportuno, quindi, che la ricerca pedagogica italiana promuova una riflessione ampia e radicale per evidenziare quali siano le criticità e le possibili potenzialità del modello della scuola dell’autonomia per favorire i processi democratici e di coesione sociale in Italia.
Numerosi relatori, provenienti da diverse università italiane, tenteranno di riflettere in modo sinergico sulla figura dell’insegnante, del dirigente scolastico e del complesso sistema dell’extra-scuola, con un particolare riferimento alla dimensione educativa delle famiglie, per definire un possibile progetto culturale e politico volto al miglioramento della qualità dell’autonomia scolastica. Il tentativo è quello di progettare un nuovo patto di corresponsabilità educativa non solo tra la famiglia e la scuola, ma soprattutto tra una ripensata scuola dell’autonomia, rifondata su un patto formativo chiaro tra tutte le sue componenti e il mondo extrascolastico per avviare una proficua collaborazione culturale e politica.
Rilanciare la scuola italiana dell’autonomia significa progettare una migliore democrazia e coesione sociale dal basso, proponendo una nuova idea di “capitale umano” per un sostenibile sviluppo civile, sociale ed economico del nostro Paese in una prospettiva europea e globale. 
L’iniziativa è riconosciuta come attività di formazione docenti, ai sensi della direttiva 170/2016 con diritto per i partecipanti all’esonero dal servizio nei limiti stabiliti dal C.C.N.L. Alla termine delle attività sarà rilasciato un attestato di partecipazione.
Per info: convegnomatera2019@gmail.com, claudio.deluca@unibas.it o giuseppe.spadafora@unical.it

bas 02
Categorie: Notizie Basilicata

A Matera il Gruppo Storico Musicisti Timpanisti “Borgo Camarda”

Basilicatanet - Mar, 12/03/2019 - 16:18
Nuova iniziativa della Pro Loco Matera “Tra Storia, Cultura e Tradizione” per sabato 23 marzo.
Alle ore 18,00 muovendo da Palazzo Lanfranchi in Via Ridola, una parata  in costume medioevale del Gruppo Storico dei Musicisti Timpanisti della Associazione Culturale “Borgo Camarda” di Bernalda.
La manifestazione già proposta con enorme successo in numerose piazze, è animata dalla partecipazione di 40 elementi musici/timpanisti e 20 elementi figuranti.
Durante la parata che si dirigerà verso Piazza Vittorio Veneto come meta conclusiva, sono previste tre soste durante le quali i musici ed i figuranti si esibiranno in diverse coreografie che rievocano le cerimonie pubbliche in età medioevale.
La Pro Loco di Matera insieme all’Associazione Culturale “Borgo Camarda” e il suo Gruppo Storico si propongono di intrattenere cittadini e turisti divulgando storia e cultura,  quella vissuta dai paesi della nostra provincia e della nostra regione.
La parata si concluderà alle ore 19,30 in Piazza Vittorio Veneto.

bas 02
Categorie: Notizie Basilicata

Fa tappa in Basilicata il Progetto “Fondamenta”

Basilicatanet - Mar, 12/03/2019 - 16:03
Si svolgerà dal 13 al 15 marzo il workshop gratuito sull’uso del linguaggio teatrale in situazioni di disagio o di fragilità, organizzato nell’ambito del progetto “Fondamenta – Una rete di Giovani per il sociale”, che la Federazione Italiana Teatro Amatori (FITA), con i finanziamenti del Bando del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, rivolge ai giovani tra i 18 e i 30 anni, già attivi come operatori in ambito sociale o interessati alla materia. Viaggiando lungo tutta la penisola, l’iniziativa, realizzata in partnership con l’Associazione Italiana Persone Down (Aipd) e con il sostegno del CSV Basilicata, approda finalmente nella nostra regione, presso la Casa del Volontariato, in Via Sicilia, 10, a Potenza. Il percorso formativo coinvolgerà quindici giovani, precedentemente selezionati da un’apposita commissione, e si articolerà in diciotto ore complessive: Lucilla Falcone e Adriana Coletta, docenti di lunga esperienza, guideranno i ragazzi nel corso dei tre moduli didattici, il primo di carattere informativo/esperienziale, il secondo di didattica frontale e il terzo a carattere pratico e laboratoriale, per consentire ai giovani di mettere alla prova quanto appreso.
A conclusione della parte formativa, venerdì 15, alle 17, sempre presso la sede potentina del Csv Basilicata, è previsto un incontro pubblico per condividere quanto affrontato in questi mesi dal progetto Fondamenta, che prevede un totale di 21 workshop (uno in ogni regione, due in Trentino Alto Adige) e un confronto, più in generale, sul ruolo sociale del teatro.

bas 02


Categorie: Notizie Basilicata

PORTALE WEB REGIONALE: AGGIORNATA SEZIONE “ELEZIONI 2019”

Basilicatanet - Mar, 12/03/2019 - 14:13
 E’ stata aggiornata, con nuove comunicazioni, la sezione “Elezioni regionali 2019” del portale www.regione.basilicata.it. Si ricorda in particolare ai Sindaci che l’affissione, all’albo pretorio ed in altri luoghi pubblici dei manifesti riportanti le liste dei candidati ed i relativi contrassegni, dovrà avvenire entro sabato 16 marzo 2019. E’ stato inoltre pubblicato il documento “Legge n. 3/2019 - Obblighi di trasparenza - Avviso ai delegati dei candidati alla carica di Presidente e ai delegati di Lista”.  
Categorie: Notizie Basilicata

Il maestro Menchise il 19/03 a Bruxelles per omaggio a Pavarotti

Basilicatanet - Mar, 12/03/2019 - 13:49
Sarà il Maestro Pasquale Menchise lo chef d’orchestre per “Hommage a Luciano Pavarotti” martedì 19 marzo 2019 (ore 19,45) al Théâtre Senghor di Etterbeek, Bruxelles. Sul palco con il soprano italo-californiano Lauren Libaw, parigina d’adozione - si legge in un comunicato - ed il tenore messicano Rodrigo Martinez Trosino, Menchise dirigerà l’Ensamble de l’Académie d’Etterbeek per il primo dei quattro concerti nell’ambito di “Notes intimes”, evento organizzato da O.P.I.C.E. sprl Organismo permanente per l’integrazione de la cultura europea - di cui è direttore generale e artistico l’italo-belga Antonio Vilardi - con il patrocinio dell’Ambasciata d’Italia a Bruxelles e delle Ambasciate messicana, statunitense e belga. Quattro incontri privilegiati con una decina di autorevoli personaggi, esponenti della scena contemporanea europea tra musicisti, interpreti e compositori. Appuntamenti d’eccezione a ingresso gratuito, su prenotazione, preceduti da momenti di incontro con la stampa. “Sono onorato di far parte di questa rassegna che celebra il meglio della musica europea a cui -spiega il M° Pasquale Menchise - porto il mio personale contributo con un concerto dedicato a Pavarotti, con arie e duetti del più celebre melodramma italiano. Oltre alla direzione dell’Ensamble sarò impegnato anche al pianoforte nell’esecuzione di alcuni brani. Ma ciò che mi emoziona di più è sapere di essere tra gli intervistati all’incontro con i giornalisti. Di certo porterò alta la bandiera del nostro Paese e della Basilicata”. L’omaggio a Pavarotti della serata-evento che avrà per protagonista il direttore d’orchestra e compositore lucano allunga, dunque, il fil rouge che lega Menchise a Big Luciano: un sodalizio che parte dal 2013, da quando è alla direzione dell’Orchestra e dei cantanti della Fondazione Pavarotti per "Belcanto, The Luciano Pavarotti Heritage". Il programma di “Notes intimes” prevede, inoltre, il 2 aprile il concerto “Da Rossini a la Bell’Epoque”; il 25 aprile “La musica ottomana, tra l’Europa e l’Oriente”; il 4 giugno “Giacomo Puccini, una vita tra l’Italia e il Belgio”.
  
Categorie: Notizie Basilicata

Fondazione Sassi, il 14/03 al via la mostra “Contemporary Roots”

Basilicatanet - Mar, 12/03/2019 - 13:45
Vernissage giovedì 14 marzo alle ore 18 per la quinta delle 12 Windows, dodici finestre aperte sul futuro dell'arte, della Fondazione Sassi di Matera. Organizzate e promosse dalla Fondazione Sassi le 12 Windows rientrano nell’ambito del Festival La Terra del pane, progetto di Matera Capitale Europea della Cultura 2019 in coproduzione con la Fondazione Matera-Basilicata 2019, tema: Radici e Percorsi. “Indagare con i linguaggi dell’arte le radici di un passato condiviso - è scritto in una nota - è quanto si propongono Angeletti, Di Lascio e Patella, i tre giovani artisti protagonisti della mostra Contemporary Roots, quinta Windows della Fondazione Sassi. Da giovedì 14 a martedì 26 marzo la sala mostra in via San Giovanni Vecchio della Fondazione Sassi ospiterà opere site specific, fotografie, installazioni ambientali, pitture, piccole sculture, audio e video di Angeletti, Di Lascio e Patella. Con le loro opere i tre artisti esplorano l’ambiente come fattore che interagisce nella storia di una comunità di persone, nel determinare quegli elementi materiali e non materiali, che antropologicamente si definiscono cultura. Dalla natura nei dipinti di Di Lascio, all’installazione di Angeletti che racconta il lavoro di scavo in cava anche attraverso i rumori, al percorso fra installazioni, opere e fotografie di Patella che dalla terra madre e genitrice, al pane “destrutturato” riferimento alla contrapposizione fra esistente e inesistente per giungere alle fotografie con “elisioni” dovute alla terra che diviene infine “divoratrice di memorie”, gli artisti rielaborano quegli elementi materiali che identificano la città di Matera e le sue tradizioni. Contemporary Roots sarà inaugurata giovedì 14 marzo alle ore 18 alla Fondazione Sassi e resterà aperta al pubblico fino al 26 marzo 2019. Si potrà visitare tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19. Giorno di chiusura: lunedì. Ingresso libero”.
  
Categorie: Notizie Basilicata

Matera2019 ospita il Festivalfilosofia di Modena

Basilicatanet - Mar, 12/03/2019 - 10:55
Dopo l’anteprima della Biennale Democrazia che ogni anno si svolge a Torino, Matera apre le porte a un’altra grande città, Modena. A seguito di un'intesa sottoscritta dalla Fondazione Matera – Basilicata 2019, dal Comune di Modena e da alcuni Comuni della sua provincia, dal 15 al 17 marzo si terrà nella capitale europea della cultura un ricco programma di iniziative che avrà al centro il Festivalfilosofia realizzato dal 2001 dall’omonimo consorzio di cui sono Soci i Comuni di Modena, Carpi e Sassuolo, la Fondazione Collegio San Carlo di Modena e le Fondazioni Cassa di Risparmio di Modena e Carpi.
L’intento di questo festival è quello di costituire un’occasione annuale di alto confronto teorico sulle questioni di fondo che attraversano l’esperienza contemporanea, restituendo al discorso filosofico un’autorevole presenza nello spazio pubblico.
Ogni anno il Festivalfilosofia cambia per tre giorni il volto delle città di Modena, Carpi e Sassuolo allestendo spazi aperti, comuni e diffusi di formazione e di conversazione.
Dal 15 marzo il Festivalfilosofia farà tappa a Matera nell’ambito di uno dei cinque temi di Matera 2019, «riflessioni/connessioni», perché assume come proprio compito quello di favorire una «cittadinanza culturale» che porti a «immaginare nuovi modelli di vita, cultura ed economia». La diagnosi delle trasformazioni del presente è d’altronde la “missione” che caratterizza il festival fin dalla nascita. “Città resilienti. Dialoghi filosofici tra Modena e Matera” è il titolo della manifestazione.
Proponendo linee tematiche già esplorate in precedenti edizioni, il Festivalfilosofia articolerà un percorso sulle connessioni tra arti, lavoro, trasformazioni tecnologiche e nuove forme della creatività, per mostrare le sfide che si pongono nell’epoca della «artificializzazione». Antiche separazioni – come quella tra arti e tecniche – sono in via di ricomposizione, mentre al lavoro si chiede di stabilire nuovi rapporti con l’esistenza dei singoli.
Fra i tanti ospiti, Roberto Esposito mostrerà lo statuto del corpo tra politica e tecnica, anche discutendo la sua manipolabilità e disponibilità nei processi lavorativi (sabato 16 marzo, ore 18, Casa Cava), mentre Stefano Micelli farà il punto sul rapporto tra creatività e nuovo artigianato, segnalando il ruolo delle nuove tecnologie (domenica 17 marzo, ore 12, Casa Cava). Nathalie Heinich, per contro, discuterà la riconfigurazione del confine tra lavoro e opera d’arte, evidenziando le trasformazioni che sono avvenute rispetto alla figura dell’artista (domenica 17 marzo, ore 10, Casa Cava).
Nell’ambito dello stesso programma si terrà “Piccole ragioni. Filosofia con i bambini”, progetto che si caratterizza in una nuova relazione tra sapere filosofico e lavoro educativo con i bambini delle scuole d’infanzia e primaria. Metodologie e linguaggi sono pensati sulla base di una scelta di metodo precisa: la filosofia con i bambini dev’essere un momento di confronto dialogico aperto, nel quale i bambini sono protagonisti del ragionamento e non semplici ascoltatori. Il programma prevede il 15 marzo alle 17.30 una conferenza pubblica di presentazione svolta da Emma Nanetti del San Carlo: “Con la coda dell’occhio. Filosofia con i bambini”. Nanetti cura inoltre una serie di laboratori, alcuni aperti e altri riservati a scuole di Matera: il 15 e il 16 marzo si svolgono “Uffa e Urrà” per bambini da 4 a 6 anni, “Emozionandosimpara” (7 – 10 anni), “G come Giallo, G come Gioia” (4-6 anni) e “Spinoza e il coccodrillo viola”, (7-10 anni).
E’ prevista anche l’inaugurazione della mostra “Dialogo con l’Assoluto” di Giovanni Bellettini organizzata insieme all’associazione Urban Stone Sculpture Park e dal Comune di Fanano che doneranno alla città un’opera dello stesso artista. In programma anche una degustazione di prodotti tipici di Modena realizzata con il sostegno della Camera di commercio di Modena. Nelle stesse giornate fra le vie della città suonerà la banda cittadina “A.Ferri” di Modena che sarà accolta dalla banda “F.Paolicelli” di Matera.
In allegato il programma.
Gli sponsor ufficiali della Fondazione Matera Basilicata2019 sono: Tim, Main Partner; Intesa San Paolo, Gold Partner; Enel, Silver Partner; Di Leo, School Partner; Amaro Lucano, Essential Partner; Bawer, Bronze Partner. I fornitori ufficiali sono Caffè Saicaf e Calia Italia. Official Carrier Trenitalia e FCA. Media partner Euronews

Categorie: Notizie Basilicata

Workshop sulle “Nuove famiglie” domani a Potenza

Basilicatanet - Mar, 12/03/2019 - 10:54
Si terrà a Potenza il prossimo 13 marzo, alle ore 15:30, presso la sala B del Palazzo del Consiglio regionale, il workshop “Le nuove famiglie”.
Nel corso del convivio di studi sarà analizzato il macrosistema della “Famiglia”, anche alla luce delle sue importanti e recenti evoluzioni normative e giurisprudenziali che ne hanno ampliato il perimetro, anche a seguito della Legge 76 del 2016. L’evento, organizzato di concerto tra l’Ufficio della Consigliera Regionale di Parità e l’associazione Arcigay Basilicata “Marco Bisceglia”, vedrà la partecipazione di magistrati, esponenti dell'Arcigay e di uno psicologo e psicoterapeuta.  
In questo ambito sarà affrontato anche il delicato e complesso tema dell’adozione da parte delle persone single. Quello delle nuove famiglie costituisce argomento quanto mai attuale e stringente , spiega una nota diffusa dalla Consigliera di Parità, che necessita, specie con riferimento alle adozioni da parte delle persone single, di un puntuale intervento legislativo, in un momento storico come quello attuale, dove la “famiglia” ed i legami socio-affettivi e di cura che la compongono, sembrano messi sotto assedio ed a forte rischio involuzione”.
Il workshop è gratuito ed è accreditato presso il Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Potenza, costituendo evento formativo per gli stessi. Nel corso dell’evento sarà presentato dal coautore Luca Trapanese, il volume “Nata per Te”, una toccante storia di vita vissuta. Non appena è venuta al mondo, Alba è stata lasciata in ospedale dai genitori; aveva la sindrome di Down. Dichiarata adottabile, è stata rifiutata da trenta famiglie. Poi, è stata affidata a Luca Trapanese, che dal settembre 2018 è legalmente suo padre.
Come è noto, la normativa italiana di fatto consente ai single di adottare minori con cui non hanno un rapporto di parentela soltanto se questi siano disabili, orfani dei genitori e, comunque, in situazione di effettivo abbandono.
Quella di Luca Trapanese, giovane uomo gay, cattolico praticante, che ha fondato e dirige numerose case-famiglia, - conclude la nota - è la storia di un’adozione speciale, divenuta ormai un caso mediatico, che ha commosso l’Italia intera e che ci consegna un luminosissimo esempio di Amore oltre ogni steccato o confine.

bas 02

Categorie: Notizie Basilicata

A Lagopesole “Un sacco di solidarietà”

Basilicatanet - Mar, 12/03/2019 - 10:52
Si terrà mercoledì 13 marzo alle ore 16.30, presso il centro Caritas Diocesana “A casa di Leo”, nel rione Bucaletto a Potenza, la conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa di raccolta di beni alimentari porta a porta, “Un sacco di … Solidarietà”, che sarà ospitata nel comune di Lagopesole, sabato 16 marzo prossimo. Lo comunica la Caritas in una nota.
“Giunta ormai alla sua quarta edizione, la manifestazione, nata in occasione della celebrazione Giornata Mondiale dei Poveri, istituita da Papa Francesco, prosegue mantenendo il forte carattere itinerante, a testimonianza di un modello dinamico di “Chiesa in uscita”, sempre più attenta all’incontro con l’altro, in ascolto e capace di rimettere al centro l’Uomo e le sue potenzialità.
“Un Sacco di … Solidarietà”, è promosso dalla Caritas Diocesana di Potenza, Muro L., Marsiconuovo, e vede coinvolta la comunità in modo trasversale, attraverso la Parrocchia SS. Trinità, il Centro d’ascolto parrocchiale, il Comune di Avigliano, l’IC Statale “T. Claps” , l’associazione di Volontariato Il Falco e la Pro Loco CasteLagopesole . I beni raccolti saranno devoluti per metà all’Emporio Solidale e quindi alle famiglie che beneficiano di tale percorso. “I risultati delle precedenti edizioni – hanno commentato gli organizzatori- sono confortanti sia in termini dell’espressione tangibile della solidarietà, che nel numero di persone raggiunte, incontrate e accolte: dai volontari alle famiglie, è tutta la comunità che viene ad animarsi grazie a questo prezioso strumento di rete e di connessioni con le differenti realtà territoriali, compresa la scuola che fa seguire al classico ruolo educante anche la voce di un nuovo umanesimo”.
Presiederanno la conferenza, nella quale sarà illustrato in dettaglio il programma della giornata, SE. Mons. Salvatore Ligorio, Arcivescovo Metropolita dell’arcidiocesi di Potenza, il direttore di Caritas Diocesana Potenza, Michele Basanisi e Marina Buoncristiano, Responsabile Centro Caritas Diocesana “A Casa di Leo”.
 
Categorie: Notizie Basilicata

Oliveto Lucano ospita la Marcia d’Amore per la Cultura

Basilicatanet - Mar, 12/03/2019 - 10:20
"La Marcia d’Amore per la Cultura ieri ha fatto tappa a Oliveto Lucano situata nel Parco di Gallipoli Cognato, Cuore della Basilicata. Protagonisti della giornata gli alunni della scuola primaria che hanno accolto con grande ospitalità gli amici arrivati appositamente dal plesso di Accettura, grazie al lavoro appassionante delle insegnanti, coordinate dalla Dirigente Scolastica Michela Antonia Napolitano". E' quanto si legge in una nota dei promotori dell'iniziativa. 
"I giovani Ciceroni insieme ai rappresentanti della Pro Loco Olea, del centro di Aggregazione Giovanile, dell'associazione Mons. Raffaello delle Nocche e con il sostegno dell’Amministrazione Comunale, hanno illustrato con grande passione ed entusiasmo un patrimonio di antichissime origini, mostrando come l’amore per la propria terra, attraverso la promozione della Cultura e del Turismo, potrebbe diventare la prima azione per arrestare lo spopolamento, creare nuove opportunità occupazionali e far sperare, ancora, in un mondo migliore.
Tra vicoli vie e piazze, è stato individuato un Itinerario emozionale che, con messaggi motivazionali finalizzati a Vivere una Vita che Vale, ha portato alla scoperta dei tanti preziosi tesori che chiedono solo di essere conosciuti e valorizzati: dalla Riserva Naturale Antropologica di Monte Croccia, istituita nel 1971 per preservare la Città Fortificata, al Complesso megalitico ‘Pietre de la Mola’ Calendario di Pietra astronomico che fa di Oliveto la ‘Stonehenge Lucana’, alla ricchezza dell’artigianato artistico del legno e dello ‘Squadrato’, ricamo della tradizione olivetese, alle antiche Cantine con i suggestivi Portoni di Bacco, ai Frantoi che esaltano il collegamento del toponimo alla produzione dell’Olio e al gusto dei sapori che trova negli antichi forni, rimessi in funzione, la massima espressione della genuinità di pietanze che inebriano i sensi con ‘Scarpedd’, ‘F’cazzol’ e ‘Casatedd’.
In occasione della Marcia, come i precedenti comuni in relazione alle proprie eccellenze, Oliveto è stata nominata simbolicamente Capitale dei Forni e dei Portoni di Bacco, con l’impegno del sindaco di farne oggetto di un’apposita delibera comunale.
La mattinata - prosegue la nota - si è conclusa nella Chiesa Madre con l’Ascolto delle campane in preparazione di VOX DEI: il concerto per campanili più grande del Mono che si terrà a Matera il 22 maggio 2019 nell’ambito dell’Accordo di Programma ‘Basilicata in Marcia per la Cultura’ coordinato da Tomangelo Cappelli e sottoscritto da Regione Basilicata, UNICEF, Direzione scolastica Regionale, Polo Museale di Basilicata, MIBACT, ANCI, Forum Nazionale dei Giovani e altri 40 Partners".

 
Categorie: Notizie Basilicata

MATERA: SEMINARIO SU INQUINAMENTO LUMINOSO

Basilicatanews - Mar, 12/03/2019 - 06:46
Mercoledì 13 marzo alle ore 15:00 presso Palazzo Viceconte a Matera, la Fondazione Matera Basilicata 2019 e la Regione Basilicata organizzano il seminario di policy learning,   

Leggi tutto...

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: INQUINAMENTO ATMOSFERICO

Basilicatanews - Mar, 12/03/2019 - 06:42
Commissione deferisce l'Italia a Corte di giustizia Ue, Italia fuorilegge da 13 anni, paghiamo l'ignavia dei governi precedenti"   

Leggi tutto...

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA: 3 MEURO DAL PSR BASILICATA PIANI GESTIONE FORESTALE

Basilicatanews - Mar, 12/03/2019 - 06:38
“Opportunità per amministrazioni, enti locali e professionisti abilitati. Ancora un importante segnale verso le amministrazioni   

Leggi tutto...

Categorie: Notizie Basilicata

POTENZA:presentazione Piano di sicurezza dell'acqua

Basilicatanews - Mar, 12/03/2019 - 06:31
IL 13 marzo presentazione Piano di sicurezza dell'acqua dalle ore 9.30 alle ore 11:00 nella sala Mitidieri.   

Leggi tutto...

Categorie: Notizie Basilicata

Matera 2019, il 13/03 un seminario su inquinamento luminoso

Basilicatanet - Lun, 11/03/2019 - 19:24
Mercoledì 13 marzo alle ore 15 al Palazzo Viceconte di Matera, la Fondazione Matera-Basilicata 2019 e la Regione Basilicata organizzano il seminario di policy learning, alla presenza dei partner europei, nell’ambito del progetto Interreg Europe “Night Light”. Lo si apprende da una nota dell’ufficio stampa della Fondazione Matera-Basilicata 2019, in cui è evidenziato che “l’obiettivo è quello di definire le politiche regionali per una duratura riduzione dell'inquinamento luminoso in specifiche aree ambientali, promuovendo l'astroturismo e l’eco-turismo con tutti gli effetti positivi in termini di ricadute economiche e occupazionali”. La Fondazione Matera-Basilicata 2019 e la Regione Basilicata sono gli unici due partner italiani del progetto, che vede coinvolte realtà come le Province di Frisia (Paesi Bassi) e di HajdúBihar (Ungheria), la città di Avila (Spagna), Nature Park Our (Lussemburgo), Samso Energy Academy (Danimarca), BSC Business support centre di Kranj (Slovenia), Governo dell'isola di La Palma (Spagna). Il seminario, che fa seguito all’incontro svoltosi lo scorso 5 marzo in Regione con tutti gli stakeholders regionali, sarà un momento di confronto delle attività messe in campo dai partner nei rispettivi Paesi nonché di condivisione di buone pratiche che saranno alla base della programmazione effettiva del pacchetto di misure di politiche regionali da attuare per raggiungere gli obiettivi prefissati dal progetto. La giornata dei lavori si svilupperà con una sessione interna la mattina e una sessione aperta al pubblico il pomeriggio. L’incontro pomeridiano sarà aperto dai saluti introduttivi di dirigenti e funzionari regionali e della Fondazione Matera-Basilicata 2019. Seguiranno tre sessioni dedicate ai principali assi tematici su cui il progetto “Night Light” si sviluppa: astroturismo, valorizzazione del buio, inquinamento luminoso. Per la prima, in cui saranno presi in esame esempi di buone pratiche e sfide per il futuro ed interverrà, tra gli altri, Giuliano Tallone della Regione Lazio. Nella seconda sessione verranno approfonditi lo storytelling e le best practices sul valore del buio, con le esperienze del Parco stellato di Hortobágy in Ungheria e del Festival “La luna e i calanchi” di Aliano. La terza sessione vedrà protagonisti esponenti dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf) e del Centro di Geodesia Spaziale – Cgs di Matera. Seguirà una tavola rotonda dalla quale far emergere proposte per lo sviluppo del piano di azione nella regione Basilicata e le idee per le future cooperazioni dei partner e stakeholder coinvolti. Al termine dell’incontro e nella giornata successiva, i partner europei saranno guidati in visita presso alcune delle aree del territorio lucano interessate dal progetto, vivendo una serie di esperienze legate all’astro-turismo e alla valorizzazione del buio, come il Parco della Murgia Materana e delle Chiese rupestri, l’Osservatorio di Castelgrande e il Comune di Muro Lucano, in provincia di Potenza. Inoltre, grazie alla collaborazione con l’Unione Ciechi UCIL, ai partner europei sarà dedicata un’iniziativa di benvenuto al buio, in linea con lo spirito del progetto.
  
Categorie: Notizie Basilicata

Psr: 3 milioni di euro per i piani di gestione forestale

Basilicatanet - Lun, 11/03/2019 - 17:49
Con una dotazione finanziaria di 3 milioni di euro, la giunta regionale ha approvato il bando del Psr Basilicata 2014-2020 Sottomisura 16.8 “Sostegno alla stesura di piani di gestione forestale o di strumenti equivalenti” che sarà pubblicato sul prossimo Bur regionale. Lo rende noto il Dipartimento Politiche Agricole e Forestali. Attraverso il programma di sviluppo rurale si sostiene “la redazione e/o la revisione dei piani di gestione forestale per sviluppare e ottimizzare le molteplici funzioni del bosco e per contrastare la frammentarietà della proprietà forestale regionale”. Saranno attivate sul tema “attività di animazione sul territorio al fine di informare le diverse figure interessate al settore che, con le loro specifiche professionalità e interessi materiali e immateriali possono, in maniera coesa, meglio utilizzare la risorsa bosco”. Viene incentivato “il principio di collaborazione e cooperazione, coinvolgendo anche le piccole aziende nella redazione di piani di gestione in forma integrata”. Gli interventi ammessi dal bando richiedono una superficie minima di 100 ettari di area forestale ed il finanziamento sarà corrisposto per gli ettari oggetto della pianificazione. La scadenza per la presentazione della domanda di aiuto è prevista a 60 giorni dalla pubblicazione del bando sul Bur. 
  
Categorie: Notizie Basilicata

A Potenza il 14/03 un convegno su patrimonio paesaggistico

Basilicatanet - Lun, 11/03/2019 - 17:08
In occasione della “Giornata Nazionale del Paesaggio 2019”, istituita dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e giunta alla sua terza edizione, la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio della Basilicata apre i propri uffici al pubblico, e soprattutto ai giovani studenti delle scuole con le quali ha in corso progetti formativi di educazione al patrimonio, allo scopo di sensibilizzare e offrire spunti di riflessione e approfondimento sul tema del paesaggio. E’ quanto scritto in una nota della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio della Basilicata. Verrà illustrata l'attività svolta dalla Soprintendenza in materia di tutela del patrimonio paesaggistico regionale, trattando in particolare i casi di due realtà territoriali di estremo interesse storico culturale: Piano del Conte, compreso nei territori comunali di Avigliano e Filiano presso Lagopesole, e di Irsina. Il seminario si terrà giovedì 14 marzo a Potenza, nella Sala del Campanile di Palazzo Loffredo, in piazza Duomo, con inizio alle ore 9.30. 
  
Categorie: Notizie Basilicata

Entra nel vivo l’avviso “Residenze musicali” con Mogol

Basilicatanet - Lun, 11/03/2019 - 16:39
Entra nel vivo il progetto delle “Residenze musicali”, l’iniziativa promossa dalla Regione Basilicata attraverso l’Ufficio sistemi Culturali e Turistici-Cooperazione internazionale, con l’intento di “favorire l’inserimento nel mondo del lavoro di giovani lucani nel settore della musica” e che sarà attuata grazie alla collaborazione del Centro europeo Toscolano (Cet) di Giulio Rapetti, in arte Mogol. Dopo la pubblicazione del bando a novembre ed una prima fase di valutazione dei titoli culturali ed artistici affidata ad una commissione nominata dalla direzione generale del Dipartimento Presidenza della giunta si è concluso anche il secondo step, con la pubblicazione della graduatoria degli aspiranti corsisti. I musicisti selezionati sono in tutto 37 (di cui 28 di sesso maschile e nove donne) con un’età compresa fra i 18 ed i 34 anni. I posti a disposizione sono però 30, per cui ci sarà una ulteriore selezione, in programma il prossimo 2 aprile. In quella data i candidati dovranno presentarsi per partecipare “ad un seminario di verifica delle capacità e delle attitudini tecniche ed artistiche e del livello di maturazione artistica” che si terrà nella sala “Rota” del Conservatorio di Matera alla presenza dello stesso Mogol. L’avviso “Residenze musicali” è stato riproposto dalla Regione Basilicata, che ha messo a disposizione 100 mila euro, per la selezione di 30 giovani lucani a cui destinare borse di studio per corsi di perfezionamento per interpreti, autori di testo e compositori di musica leggera organizzati dal Centro Europeo di Toscolano (Cet) di Mogol. Le “Residenze musicali” saranno articolate in tre moduli per complessivi 15 giorni di full immersion e a tempo pieno, da tenersi nella sede operativa di Avigliano Umbro (Terni) del Cet. I 30 giovani selezionati saranno quindi impegnati nei corsi dal 14 al 18 aprile, dal 19 al 24 maggio e dal 15 al 21 giugno. I seminari di perfezionamento musicale riguarderanno le seguenti categorie: “interpreti, autori di testo, compositori musicali, corso di hard disk recording”.

(ITALPRESS)
  
Categorie: Notizie Basilicata

Matera 2019, un fine settimana all'insegna di Future Digs

Basilicatanet - Lun, 11/03/2019 - 14:39
E' stato un fine settimana intenso per Future Digs, il cartellone “didattico” di Matera 2019. Tre lezioni, tra la sera di giovedì e la mattina di sabato, giocate spesso nel segno dello spiazzamento. Ai meeting di cinema e di storia -si legga in una nota dell’ufficio stampa della Fondazione Matera-Basilicata 2019 - si è infatti accompagnato un fuori programma sorprendente: una conferenza dell’astrofisica Ersilia Vaudo Scarpetta sull’esperienza dell'ignoto. Un'anteprima di "Biennale democrazia", il grande evento in calendario a fine mese a Torino, che, giunto al decimo anno, ha deciso di diffondersi sul territorio, organizzando eventi anche a Roma, a Milano e a Genova. A partire dalla capitale europea della cultura 2019. Con una carrellata su 50 anni di conquiste scientifiche, dalla prima immagine della Terra vista dalla Luna ai progetti per colonizzare e abitare il nostro satellite, Ersilia Vaudo Scarpetta ha spiegato che "siamo piccoli e fragili in un universo che però siamo in grado di esplorare. Tutte queste scoperte e progetti che l'uomo mai avrebbe potuto immaginare mettono in discussione ciò che conosciamo in base all'esperienza. Ci spingono così a superare la nostra zona di conforto per provare a credere nell'impossibile e respirare l'infinito". Future Digs è un programma impegnativo: scavare nel passato per confrontarsi sul futuro. E sicuramente spiazzante, in questo scenario, poteva apparire la scelta, per parlare del cinema di oggi, di Ermanno Olmi, un regista che ha segnato il punto più alto della sua ricerca rappresentando l'immobilità della civiltà contadina. Ma della sua poetica reazionaria e delle tempeste ideologiche che ha dovuto affrontare si è parlato poco e niente. Tatti Sanguineti, Antonio Andrisani e Francesco Liotard, il fonico e montatore del suono di tutte le ultime opere del Maestro bergamasco, hanno invece raccontato la straordinaria avventura di un giovane impiegato di origini contadine che, per superare la noia del lavoro che si era trovato (all'Edison, grande compagnia elettrica pre-nazionalizzazione) si inventa documentarista e in otto anni di lavoro impara tutti i mestieri essenziali del cinema. Così, in un'epoca in cui non solo a Hollywood ma anche a Cinecittà, la divisione del lavoro era arrivata a forme molto alte di parcellizzazione, il suo talento artigiano rappresenterà un unicum irripetibile. E se la dura prova della malattia lo costringerà infine a posare la macchina a spalla e affidarsi agli operatori, la sua sapienza tecnica gli permetterà di reggere da solo una scuola di cinema che ha prodotto grandi frutti. Un tiro al bersaglio sul senso comune e sulle idee ricevute a proposito dello scontro di civiltà tra Cristianità e Islam è stata invece la lezione davvero magistrale di Franco Cardini. Il grande storico medievale ha cominciato spiegando che le Crociate non sono mai state guerra di religione (lo erano, invece, lo sterminio degli ugonotti e la guerra dei 30 anni) e ha finito segnalando che i santuari del terrorismo islamico sono proprio i nostri alleati: perché "la setta wahabita che lo fomenta governa le potenze petrolifere tradizionalmente amiche dell'Occidente". In mezzo un fuoco di artificio di storie, riflessioni, analisi semiologiche per smantellare il nostro immaginario ("il feroce Saladino era un leader lungimirante e generoso, il leggendario Riccardo cuor-di-leone era una carogna e un infame") e insegnarci ad applicare la relatività (che è cosa ben più seria e potente del relativismo). In sala una nutrita delegazione dell'ITC Gasparrini di Melfi. L'istituto che è stato il primo a sperimentare una particolare operazione di curvatura della dimensione temporale: comprimere in quattro anni il programma e l'orario del tradizionale corso quinquennale. Riuscendoci benissimo”.  
  
Categorie: Notizie Basilicata

Pagine

Please configure this section in the admin page